Cross-quarter day

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Un cross-quarter day è un giorno che cade a metà tra un equinozio (primavera o autunno) e un solstizio (estate o inverno). Nel caso del 1º febbraio, ad esempio, tale data si viene a collocare tra il solstizio d'inverno (21 dicembre), la notte più buia dell'anno, e l'equinozio di primavera (21 marzo), in cui il giorno e la notte hanno la stessa durata; in termini simbolici, dunque, è il momento di mezzo tra l'oscurità invernale e una condizione di equilibrio. Questi giorni hanno origine come feste pagane nell'Europa settentrionale e nelle isole britanniche, e sopravvivono in epoca moderna come festività neopagane. I cross-quarter days segnano tradizionalmente l'inizio di primavera, estate, autunno e inverno e sono rispettivamente:

Assieme ai solstizi e agli equinozi (Yule, Ostara, Litha, e Mabon), formano le otto festività solari della ruota dell'anno neopagana. Vengono spesso celebrate nella sera del giorno prima.

Esistono feste cristiane e secolari che corrispondono all'incirca ad ognuno di questi quattro giorni, e alcuni sostengono che trarrebbero origine come adattamento delle feste pagane, anche se questo è materia di discussione. Le feste corrispondenti sono: