Cromite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cromite
ChromiteUSGOV.jpg
Classificazione Strunz (ed. 8) IV/B.03-20
Formula chimica Fe2+Cr2O4
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino cubico
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale 4/m 3 2/m
Gruppo spaziale F d3m
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs)
Sfaldatura  
Frattura  
Colore da grigio ferro a nero blu
Lucentezza submetallica
Opacità traslucida
Striscio  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La cromite è un minerale, appartenente al gruppo degli spinelli, caratterizzato da un elevato contenuto in Cr2O3, in genere superiore al 37%, per contenuti in Cr2O3 significativi ma minori si parla di Cr-spinello. Generalmente la cromite si presenta massiva. Quando sono presenti cristalli, mostrano abito ottaedrico. I cristalli di cromite appartengo al sistema cristallino cubico.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Lo spinello, presente nel mantello terrestre come minerale accessorio delle peridotiti, si arricchisce in cromo a seguito dei processi di restitizzazione del mantello stesso, fino a trasformarsi in cromite. Nelle peridotiti del mantello la cromite non supera mai il 2-3 % in peso. I giacimenti di cromite si formano per processi diversi che permettono l'accumulo di cristalli di cromite a formare una roccia nota come cromitite, costituita in prevalenza da cromite. Le cromititi si formano in due ambienti geodinamici fondamentalmente:

  1. cromititi podiformi nelle peridotiti cumulitiche e restitiche alla base dei complessi ofiolitici, prevalentemente mesozoici e terziari;
  2. cromititi stratiformi in letti nelle parti basali dei plutoni basici stratificati, prevalentemente proterozoici.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia