Confine tra l'Azerbaigian e la Turchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'Azerbaigian.
La Turchia.

Il confine fra l’Azerbaigian e la Turchia descrive la linea di demarcazione tra questi due Stati. Ha una lunghezza che misura 18 km. il confine è situato a sud-est della provincia turca di Iğdır e a nord-ovest della provincia azera di Naxçıvan. Costituisce la linea di demarcazione più breve di entrambi gli Stati.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il confine fu fissato il 16 maggio 1921 dal trattato di Mosca e dal trattato di Kars tra il Governo di Ankara e la Russia di Lenin, alla fine della guerra turco-armena.[3] Fu poi rinnovato il 25 dicembre 1991, quando l’ex RSS Azera divenne indipendente dall’Unione Sovietica.[4]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Da un punto di vista squisitamente politico e geografico, il confine segue quasi totalmente il corso del fiume Aras. L’unico punto che attraversa il corso d’acqua e permette di raggiungere uno piuttosto che l’altro Stato, è il ponte Umut, il quale collega la strada statale turca D.080 alla M7 azera.

Negli immediati pressi, il terreno è pianeggiante e non coltivato: l’unica costruzione antropica nell’area è rappresentata dal tratto stradale a quattro corsie e i due punti doganali. L’insediamento più vicino è Sədərək, sito in Azerbaigian e a circa 7 km dal confine. L’insediamento turco più vicino è invece Aralık, a quasi 28 km a nord-est della linea di demarcazione.

Sono stati presentati progetti per la costruzione di un tratto ferroviario tra il Naxçıvan e alcune regioni orientali della Turchia nel 2012, ma ad oggi nulla è stato avviato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Noble, Michael Kohn e Danielle Systermans, Georgia, Armenia ed Azerbaigian, EDT srl, 2012, pp. 349-350, ISBN 978-88-66-39040-4.
  2. ^ Murad Ismayilov e Norman A. Graham, Turkish-Azerbaijani Relations, Routledge, 2016, pp. 30-31, ISBN 978-13-17-23103-5.
  3. ^ (RU) Московский договор между Росскией и Турцией, 16 марта 1921 года, su amsi.ge. URL consultato il 2 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2007).
  4. ^ Johannes Rau, Il Nagorno-Karabakh nella storia dell'Azerbaigian, Edizioni Nuova Cultura, 2012, pp. 33-34, ISBN 978-88-61-34760-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]