Compartimento di Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Compartimento di Firenze
Informazioni generali
Capoluogo Firenze
109.410 abitanti (1849)
Dipendente da Granducato di Toscana
Suddiviso in 10 distretti
67 comunità
Evoluzione storica
Preceduto da Succeduto da
contado fiorentino e distretto fiorentino Provincia di Firenze
Cartografia
Compartimento di Firenze.svg

Il compartimento di Firenze fu una suddivisione amministrativa del Granducato di Toscana. Nella ripartizione territoriale leopoldina del 9 marzo 1848 e Regolamento attuativo del 20 novembre 1849 confinava a nord e a est con lo Stato Pontificio, a sud con i compartimenti di Arezzo e Siena, a ovest con i compartimenti di Pisa e Pistoia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il più grande compartimento toscano derivava dall'ancor più vasta provincia fiorentina, dalla quale erano stati successivamente distaccati i territori di Arezzo (1º novembre 1825) e Pistoia (9 marzo 1848). La provincia pistoiese ebbe però vita breve, e cedette subito due dei suoi tre distretti (Pistoia e San Marcello) al compartimento della capitale. Inizialmente il suo territorio diviso in distretti geografici (campagna fiorentina, montagna fiorentina, campagna e montagna pistoiese, Romagna toscana, Lunigiana granducale, Valdarno, Versilia, Livorno) comprendeva due governi (Firenze, Livorno con Portoferraio), quattro commissariati regi (Arezzo, Pistoia, Pescia, Prato) trentasei vicariati e sessanta podesterie. Firenze aveva come delegazioni di governo (attività di polizia) nel circondario di Firenze i quartieri cittadini di S. Giovanni, S. Croce, Santa Maria Novella, S. Spirito e Figline, Borgo S. Lorenzo, Marradi, Pontassieve, Prato, S. Casciano, Scarperia, nel circondario di Pistoia, S. Marcello, nel circondario di S. Miniato al Tedesco Empoli e Fucecchio, nel circondario di Rocca S. Casciano, Bagno di Romagna e Modigliana. Le sedi delle sottoprefetture furono Pistoia, San Miniato e Rocca San Casciano.

Dopo l'Unità d'Italia il territorio fu ereditato dalla provincia di Firenze, che subì negli anni 1920 alcune importanti decurtazioni: il distacco (1923) di gran parte della Romagna toscana (circondario di Rocca San Casciano), la cessione (1925) a Pisa di alcuni comuni del circondario di San Miniato e la ricostituzione (1927) della provincia di Pistoia. Rispetto al territorio originario del compartimento la provincia italiana manca inoltre dei sette comuni che nel 1992 hanno dato vita alla provincia di Prato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]