Colle Fauniera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colle Fauniera
Colle Fauniera 03.jpg
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaCuneo Cuneo
Località collegateCastelmagno
Demonte
Altitudine2 481 m s.l.m.
Coordinate44°23′08.56″N 7°07′18.79″E / 44.385711°N 7.121887°E44.385711; 7.121887Coordinate: 44°23′08.56″N 7°07′18.79″E / 44.385711°N 7.121887°E44.385711; 7.121887
InfrastrutturaStrada asfaltata
Lunghezza23 km (da Pradleves) km
Chiusura invernaleinvernale
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Colle Fauniera
Colle Fauniera

Il Colle di Fauniera, (2.481 m s.l.m.) è un valico alpino situato nelle Alpi Cozie italiane in Piemonte, collegando le Valli Stura di Demonte e Grana nella Provincia di Cuneo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Mette in comunicazione il Vallone dell'Arma (laterale della valle Stura di Demonte) con la Valle Grana, famosa quest'ultima per la presenza del Santuario di San Magno e del rinomato Formaggio Castelmagno D.O.P.

Poco sotto il colle, nei pressi del Rifugio Fauniera" vi è la Fonte Nera ("Font Nièra" nella locale lingua occitana), da essa nasce il torrente Grana. Sulla destra orografica del colle, sono presenti la Cima Fauniera e la Punta Fauniera, mentre su quella di sinistra è ben visibile la Cappelletta dell'Assunta, fatta erigere nel 1954 da Don Giulio Bruno, rettore per lunghissimo tempo del Santuario di San Magno.

Salendo dal versante di Castelmagno, a circa un km. dalla vetta, si incontra il Colle d'Esischie, da lì è possibile scendere nella confinante Valle Maira.

Poco oltre il colle vi è il Vallone dei Morti, Il suo nome è dovuto ai moltissimi soldati caduti in una sanguinosa battaglia della guerra di successione austriaca, quando nel 1744, i franco-spagnoli, passando attraverso i piani della Bandia, oltrepassarono il Colle Valcavera per dirigersi inutilmente ad assediare la città Cuneo.

Nel 2014, i tratti di strada che collegano al colle partendo da S.Giacomo di Demonte (Valle Stura) e dal Santuario di Castelmagno (Valle Grana), cessano di essere di servitù militare attraverso l’Atto Ufficiale di Acquisizione dall'Esercito Italiano da parte dei Comuni di Demonte e Castelmagno.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

È stato scalato una sola volta al Giro d'Italia, esattamente nel 1999 (con successiva discesa verso Demonte) nella tappa Bra - Borgo San Dalmazzo vinta dal bergamasco Paolo Savoldelli. In quell'occasione Marco Pantani scattò in salita, conquistando al termine della tappa la Maglia rosa, fino a quel giorno sulle spalle di Laurent Jalabert.

Al Giro 2001 doveva essere scalato durante la tappa Imperia - Santuario di Sant'Anna di Vinadio in cui sarebbe stato anche Cima Coppi, ma i ciclisti scioperarono dopo le perquisizioni antidoping della sera prima e la corsa fu annullata. Tuttavia alcuni anni dopo, nel 2003, la salita venne effettuata nella sua quasi totalità dagli atleti che a 1,5 km dallo scollinamento deviarono il loro percorso sul vicino Colle d'Esischie.

Sulla sommità del Colle di Fauniera è stato posizionato un monumento in ricordo di Marco Pantani che nel Giro del 1999 fu autore di una memorabile tappa che lo portò a conquistare la maglia rosa a Borgo San Dalmazzo. È presente anche una cappella dedicata alla Vergine Maria su un'altura nei pressi del colle.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È classificabile come una salita alpina lunga e impegnativa, dall'importante dislivello e dall'elevata quota altimetrica raggiunta, con pendenze che a tratti superano il 10%. La discesa del Fauniera è considerata invece una delle più tecniche delle Alpi, dove lo stesso Savoldelli costruì buona parte del suo successo di tappa nel 1999[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Salita Colle Fauniera, salitomania.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]