Grana - Mellea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grana - Mellea
Centallo torrente grana.jpg
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Lunghezza64,7 km[1]
Portata media7,0 m³/s[2]
Bacino idrografico470,8 km²[2]
Altitudine sorgente2 300 m s.l.m.
NasceColle d'Esischie in Alta Valle Grana
SfociaTorrente Maira nel territorio comunale di Cavallermaggiore
44°41′32.28″N 7°40′48.72″E / 44.6923°N 7.6802°E44.6923; 7.6802Coordinate: 44°41′32.28″N 7°40′48.72″E / 44.6923°N 7.6802°E44.6923; 7.6802
Mappa del fiume

Il Grana - Mellea è un torrente della Provincia di Cuneo.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel comune di Castelmagno presso la Fonte Negra (circa a 2.300 m), a valle del colle di Esischie. Con il nome di Grana prosegue attraverso i centri abitati di Pradleves, Monterosso Grana e Valgrana, entrando nella pianura a Caraglio. Dopo il passaggio nel territorio di Cuneo, poco oltre Centallo cambia nome in Mellea (nome dell'omonima frazione di Fossano) e attraversa da sud a nord tutto il territorio saviglianese, costeggiando la zona est della città, e sempre verso nord, giunge nel comune di Cavallermaggiore, dove sfocia nel torrente Maira.

Le sue acque vengono captate presso Chiappi di Castelmagno per scopi idroelettrici fino alla centralina di fraz. Einaudi, dove vengono restituite al torrente.

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m3)
Stazione idrometrica: confluenza Maira (1951 - 1991)
Fonte: AA.VV., Piano di tutela della acque - Allegato tecnico II.h/1 Bilancio delle disponibilità idriche naturali e valutazione dell'incidenza dei prelievi - Bilancio idrologico - Rapporto tecnico; tabella 8, pag. 28; luglio 2004; Regione Piemonte (consultato nel settembre 2013)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA.VV., Elaborato I.c/5 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 29 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2012).
  2. ^ a b AA.VV., Elaborato I.c/7 (PDF), in Piano di Tutela delle Acque - Revisione del 1º luglio 2004; Caratterizzazione bacini idrografici, Regione Piemonte, 1º luglio 2004. URL consultato il 29 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte