Coccinelle (artista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coccinelle
NazionalitàFrancia Francia
GenerePop[1]
Periodo di attività musicale1959 – 2006
Album pubblicati1

Coccinelle, nome d'arte di Jacqueline-Charlotte Dufresnoy, nata Jacques Charles Dufresnoy (Parigi, 23 agosto 1931Marsiglia, 9 ottobre 2006), è stata una cantante, attrice, ballerina e trasformista francese, tra le prime transessuali nel mondo dello spettacolo: divenne legalmente donna dopo l'operazione di riassegnazione chirurgica del sesso cui si sottopose nel 1958.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debuttante nel mondo dello spettacolo nel 1953 come travestito, si sottopose nel 1958 a Casablanca (Marocco) a un intervento di vaginoplastica per riassegnare chirurgicamente il proprio sesso[2]; in seguito poté legalmente cambiare il nome da Jacques Charles in Jacqueline Charlotte[2] e sposare il suo partner il giornalista Francis Bonnet in 1960 nella Cattedrale di Notre-Dame di Parigi.

Il suo caso, all'epoca nuovissimo, venne discusso dalla stampa di tutto il mondo, analogamente a quanto avvenne con i casi quasi coevi di Christine Jorgensen (1953) e di Roberta Cowell.

Nel 1964, si esibisce all'Olympia.

Dal 1970 inizierà una serie di tournée che la porteranno un po' ovunque sul pianeta. Dal 1978 si stabilisce in Germania; nel 1987 tornerà a Parigi. Ne approfitta per redigere un'autobiografia intitolata Coccinelle par Coccinelle.

Nel 1990, le si propone uno spettacolo che racconta la sua vita e di cui lei è la vedette. Tuttavia, nel momento in cui scoppia la Guerra del Golfo, lo spettacolo affonda per mancanza di finanziamenti.

Dal 1994, si esibisce a Marsiglia. Sei anni dopo, infine, si ritira quasi del tutto dal mondo dello spettacolo. Muore a Marsiglia nel 2006 a 75 anni[2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Nei film italiani Coccinelle è stata doppiata da:

Citazioni e omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Coccinelle, su Discogs, Zink Media. Modifica su Wikidata
  2. ^ a b c Si è spenta la cantante Coccinelle: fu la prima showgirl transessuale, in la Repubblica, 13 ottobre 2006. URL consultato il 25 dicembre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Mario A. Costa, Coccinelle est lui, Les presses du Mail, 1963.
  • (ES) Jacques-Louis Delpal, Los travestis, Tropos, 1974.
  • (FR) Coccinelle par Coccinelle, Daniel Filipachi, 1987.
  • (FR) Jacqueline Strahm, Montmartre, beaux jours... et belle de nuit, Cheminement, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49253032 · ISNI (EN0000 0000 0027 108X · BNF (FRcb12095096c (data)