Classe Losos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Losos
Progetto 865 Piranya
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Naval Ensign of Russia.svg
Tipominisommergible per operazioni speciali
Numero unità2
ProprietàVoenno Morskoj Flot SSSR
Voenno Morskoj Flot Rossijskoj Federacii
CantiereCantiere dell’Ammiragliato, a San Pietroburgo
Varo1986
Entrata in servizio1988
Radiazionedefinitivamente nel 1997
Caratteristiche generali
Dislocamento
  • in emersione,: 218 t
  • in immersione: 390 t
Lunghezza28,2 m
Larghezza4,8 m
Profondità operativa200 m
Propulsionedue motori Diesel
Velocità
Autonomia10 giorni
Equipaggio9
Equipaggiamento
Sensori di bordoradar e sonar attivi e passivi
Armamento
Armamentodue siluri

[senza fonte]

voci di sommergibili presenti su Wikipedia

Le unità della classe Losos (progetto 865 Piranya secondo la classificazione russa) sono minisommergibili per operazioni speciali di sviluppo e costruzione sovietica. Ne sono stati costruiti solo due, entrati in servizio a fine anni ottanta. Oggi sono in riserva.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

I Losos sono stati progettati per svolgere operazioni speciali, in particolare oltre le linee nemiche. Infatti, sono in grado non solo di “depositare” i sommozzatori in acque nemiche, ma anche di fornirgli appoggio durante le operazioni di sabotaggio. Gli stessi sommozzatori, infatti, rimangono in contatto con il sottomarino.

Lo scafo, di dimensioni piuttosto contenute, è in lega di titanio: questa soluzione consente al mezzo di essere meno rintracciabile da parte delle mine nemiche. il sistema propulsivo, inoltre, è estremamente silenzioso.

L'autonomia è di dieci giorni, ma può essere prolungata di ulteriori dieci in seguito ad un rifornimento della durata di sole otto ore.

Per essere in grado di operare a lungo in immersione, utilizza il sistema AIP [1] Kristall-20. Nel 1991, venne realizzato uno sviluppo di tale sistema, che però non fu mai installato a causa dei tagli ai fondi.

Il servizio[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente era stata prevista la costruzione di dodici unità, che vennero poi ridotte a sei. Infine, si decise di interrompere la produzione a due soli esemplari. Entrambi vennero costruiti presso il Cantiere dell'Ammiragliato a San Pietroburgo. I due sottomarini hanno praticamente la stessa storia operativa: entrambi vennero posti in riserva una prima volta nel 1993, rientrarono in servizio nel 1995 e furono definitivamente radiati nel 1997.

  • MS-520: varato nel 1986, entrò in servizio nel 1988.
  • MS-521: varato nel 1990, entrò in servizio nel 1991.

In generale, pare non sia stato ritenuto un progetto troppo riuscito, considerando che rimasero in servizio solo pochi anni e nonostante il fatto che si trattasse di un mezzo relativamente poco costoso e ben equipaggiato.

In tutti i modi, la Malakhit continua a commercializzarli. Infatti, sono stati oggetto di una campagna promozionale nel 2005, rivolta in particolare a marine asiatiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'AIP (Air-indipendent Propulsion) è un sistema che permette ad un sottomarino convenzionale di operare in immersione senza il bisogno di riemergere oppure di utilizzare gli snorkel per raccogliere ossigeno atmosferico.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]