Classe Uniform

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli SSN classe Victor, un tempo chiamati classe Uniform, vedi Classe Victor I/III.
Classe Uniform
Progetto 1910 Kashalot
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Naval Ensign of Russia.svg
Tipo sottomarino nucleare per operazioni speciali
Numero unità 3
Proprietà Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno-morskoj flot
Naval Ensign of Russia.svg Voenno-morskoj flot
Cantiere San Pietroburgo
Entrata in servizio 1986
Caratteristiche generali
Dislocamento in immersione 2.000 tonnellate
Dislocamento in emersione 1.390 tonnellate
Lunghezza 69 m
Larghezza 7 m
Pescaggio 5,2 m
Profondità operativa oltre 1.000 m
Propulsione un reattore nucleare da 10.000 hp di potenza
Velocità in immersione  30 nodi
Equipaggio 11
Equipaggiamento
Sensori di bordo un sonar
Armamento
Armamento nessuno

dati tratti da [1]

voci di classi di sottomarini presenti su Wikipedia

I sottomarini appartenenti alla classe Uniform (Progetto 1910 Kashalot secondo la classificazione russa) sono battelli a propulsione nucleare progettati per svolgere operazioni di spionaggio subacqueo e di raccolta informazioni. Ne sono stati costruiti tre esemplari.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Gli Uniform sono mezzi piuttosto veloci per le loro dimensioni. Il loro scafo in titanio rende possibile il loro impiego operativo a 1.000 metri (e forse anche oltre) di profondità.

Questi piccoli battelli, dotati di propulsori laterali, sono stati i primi sottomarini russi a propulsione nucleare a scafo singolo.

Si tratta dei primi mezzi di questo tipo costruiti in Unione Sovietica, e sono probabilmente meno sofisticati degli altri sottomarini russi per operazioni speciali.

Infatti, sono decisamente più grandi della classe X-Ray e dei classe Paltus (il dislocamento degli Uniform è, rispettivamente, il triplo ed il doppio dei mezzi suddetti). La profondità operativa è praticamente la stessa (almeno secondo le informazioni disponibili).

Inoltre, dovrebbero essere meno versatili, visto che non risultano dotati di braccia meccaniche e non possono dunque svolgere operazioni di manipolazione.

La velocità invece è la stessa dei Paltus e superiore all'X-Ray (18 nodi)

Il Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati costruiti in tre esemplari nei cantieri navali di San Pietroburgo, e sono entrati in servizio tra il 1983 ed il 1995, inquadrati presso la 49ª Brigata Sottomarini a Gadzhievo, nella Flotta del Nord.

  • AS-15: varato nel 1982 ed entrato in servizio nel 1983.
  • AS-16: varato nel 1988 ed entrato in servizio nel 1989.
  • AS-17: varato nel 1993 ed entrato in servizio nel 1995. Potrebbe chiamarsi anche AS-19.

Nel 2008, il Centro Internazionale degli Studi Strategici riportava che il numero di sottomarini nucleari da appoggio (hull classification symbol in Occidente: SSAN) ancora in servizio con la marina russa sarebbe di tre, e che gli altri esemplari sarebbero in riserva. Stando al sito globalsecurity.org[2], gli Uniform sarebbero tra i battelli posti in riserva.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Deep-diving nuclear-powered stations Project 1910 Kashalot, su russian-ships.info. URL consultato il 15 aprile 2014.
  2. ^ globalsecurity.org

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]