Chiesa di Santa Maria Concetta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Santa Maria Concetta
Duomo eraclea.jpg
StatoItalia Italia
RegioneVeneto
LocalitàEraclea
Coordinate45°34′35.11″N 12°40′23.63″E / 45.57642°N 12.67323°E45.57642; 12.67323
Religionecattolica di rito romano
Patriarcato Venezia
Consacrazione1930
ArchitettoGiuseppe Berti
Inizio costruzione1920

La chiesa di Santa Maria Concetta, nota anche con il titolo di duomo, è la parrocchiale di Eraclea, in città metropolitana e patriarcato di Venezia[1][2][3]; fa parte del vicariato di Eraclea.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XVIII secolo il nobile Almorò Giustiniani Lolin acquisì dalla Repubblica di Venezia dei territori, alcuni dei quali paludosi, sulla riva sinistra della Piave Nuova; egli vi fondò una cappella dedicata all'Immacolata e al Rosario, attorno alla quale sorse poi il paese[1].

Questo luogo di culto fu eretto a parrocchiale nel 1728; alcuni anni dopo, il 15 maggio 1737 ricevette in visita il vescovo di Torcello Vincenzo Maria Diedo, il quale trovò che i fedeli ammontavano a 535[1].

Tra il 1917 e il 1918, con lo spostamento del fronte nella zona del Piave, la chiesa fu distrutta durante le operazioni belliche; nel dopoguerra si decise allora di riedificarla. La prima pietra della nuova parrocchiale neoromanica venne posta nel gennaio del 1920; la struttura, disegnata dall'architetto Giuseppe Berti, fu consacrata il 10 maggio 1930 dal patriarca di Venezia Pietro La Fontaine[1].

Nel 1970, in ossequio alle norme postconciliari, fu realizzato il nuovo altare rivolto verso l'assemblea[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La facciata a salienti della chiesa, rivolta a sudovest, è composta da tre corpi; quello centrale è caratterizzato da un portichetto rientrante che si apre su tre archi a tutto sesto e dal rosone affiancato da due alte finestre, mentre le due ali laterali presentano due finestre; sotto le linee degli spioventi corre una fila di archetti pensili[1].

Le campane sono alloggiate in un campaniletto a vela posizionato sul lato sinistro della parrocchiale[1].

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno dell'edificio si compone di tre navate, separate da colonne terminanti con capitelli d'ordine composito, con disegni floreali e pulvini, e sorreggenti degli archi a tutto sesto; al termine dell'aula si sviluppa il presbiterio, rialzato di alcuni gradini, ospitante l'altare maggiore e chiuso dall'abside semicircolare[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Chiesa di Santa Maria Concetta <Eraclea>, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 6 agosto 2022.
  2. ^ BeWeB.
  3. ^ (EN) Chiesa Santa Maria Concetta, su gcatholic.org, GCatholic.org. URL consultato il 6 agosto 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]