Chiesa di San Rocco (Castelli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Rocco
Castelli - Chiesa di San Rocco 11.jpg
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo Abruzzo
LocalitàCastelli
ReligioneCattolica
Diocesi Teramo-Atri

Coordinate: 42°29′19.18″N 13°42′41.46″E / 42.48866°N 13.711518°E42.48866; 13.711518

La chiesa di San Rocco è un edificio religioso a Castelli, in provincia di Teramo.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Immagine all'interno

La chiesa si trova all'ingresso del paese ed è stata ricostruita nel secondo dopoguerra dopo che la precedente struttura era stata abbattuta per permettere la costruzione della strada che collega Castelli con L'Aquila e Pescara.[2]

La chiesa è dedicata a San Rocco, ma la tradizione popolare lega la cappella alla Madonna delle Lacrime per un miracolo secondo il quale la Vergine ritratta nell'affresco di Andrea De Litio pianse e le lacrime vennero inviate al papa, che riconobbe il miracolo.[3]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La facciata della chiesa è in laterizio, con un portale rinascimentale nella cui lunetta si trova una statua di San Rocco. Sopra il portale si trova un mosaico di mattonelle in maiolica che raffigurano la Madonna. Di lato al portale vi sono due finestre strette ed alte con arco a tutto sesto. Sul lato sinistro della chiesa si trova un campanile a vela con due campane.

L'interno è ad una unica navata con una cappella sul lato sinistro, in prossimità della sacrestia. L'interno ospita una pala d'altare opera di artigiani locali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Castelli, in Borghi e paesi d'Abruzzo, vol. 8, Pescara, Carsa Edizioni, 2008, pp. 88, SBN IT\ICCU\TER\0031816.
  2. ^ Arte a Castelli, su comune.castelli.te.it. URL consultato il 15 agosto 2016.
  3. ^ Scheda su Chiesa di San Rocco (Castelli), su CulturaItalia, Istituto centrale per il catalogo unico. Modifica su Wikidata

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]