Cham (Svizzera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cham
città
Cham – Stemma
Cham – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Zug matt.svg Zugo
DistrettoNon presente
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°10′50″N 8°27′35″E / 47.180556°N 8.459722°E47.180556; 8.459722 (Cham)Coordinate: 47°10′50″N 8°27′35″E / 47.180556°N 8.459722°E47.180556; 8.459722 (Cham)
Altitudine420 m s.l.m.
Superficie19,82 km²
Abitanti16 216 (2016)
Densità818,16 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiHünenberg, Knonau (ZH), Maschwanden (ZH), Risch, Steinhausen, Zugo
Altre informazioni
Cod. postale6330, 6332
Prefisso041
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS1702
TargaZG
Nome abitantichamer
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Cham
Cham
Cham – Mappa
Sito istituzionale

Cham (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 16 216 abitanti del Canton Zugo; ha lo status di città.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il lago di Zugo a Cham

Cham è situato sullo sponda settentrionale del lago di Zugo, a circa 5,5 km da Zugo. Il territorio si estende su di un'area di 19,82 km². Il 63,3% è usato per scopi agricoli, il 21,7% è area abitativa o industriale, il 13,2% è area boschiva e l'1,8% è area improduttiva[senza fonte].

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Presso gli Elvezi la località era indicata come Kama, che significa "villaggio". I Romani, arrivati successivamente, mantennero questo nome. Con l'arrivo degli Alemanni[senza fonte] il paese venne chiamato Chama, toponimo attestato dall'858[1]. La forma Chom è documentata nel 1491[senza fonte].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Giacomo
  • Abbazia Frauenthal - monastero benedettino del XIII secolo
  • Chiesa cattolica di San Giacomo, attestata dal 1348 e ricostruita nel 1783-1796[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Quartieri[modifica | modifica wikitesto]

  • Kirchbühl
  • Städtli

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Bibersee
  • Enikon
  • Friesencham
  • Hagendorn
  • Lindencham
  • Niederwil
  • Oberwil
  • Rumentikon

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Lorze a Cham. Sulla destra l'edificio della ex Milchsüüdi, la prima latteria della Nestlé

L'agricoltura e l'artigianato sono state nel corso della storia le principali fonti di entrate economiche di Cham. La Lorze, il fiume che attraversa la cittadina uscendo dal lago di Zugo, ha sempre assunto un ruolo fondamentale nello sviluppo economico del comune. Il primo mulino ad acqua di cui si hanno notizie, fu costruito sulle rive del fiume nel 1279 e attorno al 1641 cominciò ad operare una fabbrica per la tintura e il candeggio dei tessuti[1].

Nel 1657, sfruttando il corso d'acqua della Lorze, prese l'avvio la fabbricazione della carta in una cartiera denominata "Fabbrica di carta sul fiume Lorze"[senza fonte]. Con il prosperare dell'attività la cartiera, chiamata comunemente "Di Papiri" nel dialetto locale[senza fonte], venne parzialmente meccanizzata nel 1720 e nel 1840 vi fu installata la prima macchina continua per la fabbricazione della carta[1]. L'azienda ha continuato la sua espansione nel settore delle carte speciali diventando nel XX secolo la "Papierfabrik Cham AG"[1] e successivamente, dopo l'acquisizione della "Cartiera di Locarno" localizzata nel paese di Tenero, presso Locarno, assunse il nome di "Papierfabriken Cham-Tenero AG"[senza fonte].

Nel 1866 l'americano Henry Page, trasferitosi in Svizzera per lanciare in Europa il suo nuovo metodo per produrre il latte condensato, ha fondato la "Anglo-Swiss Condensed Milk Co.". Ben presto il successo di mercato portò l'azienda a produrre altri prodotti derivati dal latte nella latteria chiamata "Milchsüüdi", proprio al centro della città[senza fonte]. Nel 1905 si fuse con la "Farine Lactée Henri Nestlé" per dare luogo alla famosa azienda di prodotti derivati dal latte, la Nestlé. La Nestlé è oggi un'azienda multinazionale e ha spostato la sua sede centrale a Vevey, presso Losanna; a Cham rimane tuttora la sede storica dell'azienda[1][2].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Cham è servito dall'omonima stazione sulla ferrovia Zugo-Lucerna.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

A Cham ha sede la squadra di calcio Sportclub Cham.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Renato Morosoli, Cham, in Dizionario storico della Svizzera, 28 aprile 2005. URL consultato il 14 giugno 2018.
  2. ^ Albert Pfiffner, Anglo-Swiss Condensed Milk Co., in Dizionario storico della Svizzera, 13 agosto 2001. URL consultato il 14 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN132144814514014221228 · LCCN (ENn85318134 · GND (DE4009720-1 · BNF (FRcb125510833 (data) · WorldCat Identities (ENn85-318134
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera