Castel Ruggero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la villa di Bagno a Ripoli, vedi Castel Ruggero (Bagno a Ripoli).
Castel Ruggero
frazione
Castel Ruggero – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Salerno-Stemma.png Salerno
ComuneTorre Orsaia-Stemma.png Torre Orsaia
Territorio
Coordinate40°08′N 15°28′E / 40.133333°N 15.466667°E40.133333; 15.466667 (Castel Ruggero)Coordinate: 40°08′N 15°28′E / 40.133333°N 15.466667°E40.133333; 15.466667 (Castel Ruggero)
Altitudine426 m s.l.m.
Abitanti421 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale84077
Prefisso0974
Fuso orarioUTC+1
Nome abitanticastelruggeresi
PatronoSanta Maria delle Nevi
Giorno festivo5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castel Ruggero
Castel Ruggero

Castel Ruggero (scritto anche nella forma Castelruggero) è una frazione di Torre Orsaia, in provincia di Salerno. È stato un comune italiano fino al 1929.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo è stato realizzato su uno sperone roccioso ed è situato a circa 1 km dal capoluogo. Si trova nella parte meridionale del Cilento ed è attraversato dalla Strada statale 18 Tirrena Inferiore. Il suo clima mite, tipicamente mediterraneo, ne fanno il luogo ideale per una vacanza lontana dalla bolgia delle marine. Tuttavia la sua posizione strategica a pochi chilometri da Sapri, Policastro, Capitello, Villammare, Scario e Palinuro permette comunque di non rinunciare al piacere del mare, salvo poi ritirarsi in un posto più fresco e tranquillo. Da non dimenticare la vicinanza con la Certosa di Padula e Maratea.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del paesino inizia intorno all'anno mille, all'epoca del condottiero normanno Roberto il Guiscardo, quando le incursioni dei pirati, la malaria e la distruzione di Policastro, messa in atto dallo stesso Guiscardo nel 1065, spinsero le popolazioni costiere a spostarsi verso zone più interne del territorio. Venne così a costituirsi un primo centro abitato nella " Terra Turris Ursajae ". Il luogo su cui attualmente sorge Castel Ruggero, considerato poi di grande importanza strategica dai Longobardi ospitò intorno al 1150 un accampamento delle truppe di Ruggero il Normanno, da cui il nome Castra Roggerii. Successivamente prese il nome di Torre Superiore, per distinguerlo da Torre Inferiore, l'attuale Torre Orsaia. Nel 1811 il paese divenne comune autonomo riprendendo il nome attuale. Con l'abolizione dei circondari il comune fu soppresso ed unito a Torre Orsaia. Monumenti e luoghi d'interesse Palazzo Pecorelli

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Pecorelli
  • Chiesa parrocchiale di Santa Maria delle Nevi (XV secolo)
  • Palazzo Mariosa, (XVII secolo)
  • Palazzo Imbriaco (XVII secolo)
  • Palazzo De Siervi (XVII secolo)
  • Area Archeologica

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Strofforello, Circondari di Campagna, Sala Consilina, Vallo della Lucania, 1903
  • Claudio Corvino, Guida insolita ai misteri, ai segreti, alle leggende e alle curiosità della Campania, Newton & Compton editori, Roma 2002 ISBN 88-8289-640-4

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]