Canis himalayensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lupo himalayano
Wolf.JPG
Canis himalayensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Canidae
Genere Canis
Specie C. himalayensis
Nomenclatura binomiale
Canis himalayensis
Aggarwal et al., 2007

Il lupo himalayano, ritenuto originariamente una forma di lupo tibetano, potrebbe trattarsi di una distinta specie di canide, Canis himalayensis[1]. È originario di una piccola zona dell'India settentrionale (Jammu e Kashmir ed Himachal Pradesh) e del Nepal orientale, sui monti dell'Himalaya. Le ricerche sul DNA hanno suggerito che questo lupo potrebbe rappresentare (insieme al lupo indiano) un'antica linea di lupi rimasti isolati in India. Il lupo himalayano ha una popolazione di soli 350 esemplari, ma se ne trovano anche altri 21 in zoo dell'India e del Bangladesh [1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

In passato, gli scienziati avevano riconosciuto 32 differenti sottospecie di lupo grigio. Le differenze tra le varie sottospecie si basavano principalmente su aspetti morfologici. Il lupo himalayano si riteneva solitamente appartenente alla sottospecie Canis lupus chanco. Questa sottospecie occupava l'area del Kashmir e si spingeva fino alle regioni orientali della Cina e della Mongolia. Fino ad ora il lupo himalayano non era mai stato studiato geneticamente. Nuove prove basate sul DNA mitocondriale mostrano che il lupo himalayano si tratta di una nuova sottospecie o perfino di una specie vera e propria. Si sostiene che il lupo himalayano si sia separato dal lupo grigio circa 800.000 anni fa. Di conseguenza, potrebbe trattarsi di una differente specie a tutti gli effetti. Se questo fosse vero, potrebbero sorgere nuove domande sul perché questa specie non fosse stata in grado di diffondersi sul globo alla stessa maniera del suo parente, il lupo grigio [2].

Habitat[modifica | modifica sorgente]

L'habitat del lupo himalayano (noto anche come lupo tibetano) è confinato ad aree ristrette dell'India e del Kashmir, ma si spinge anche fino alla Cina ed alla Mongolia. Si ritiene che quando questa specie si evolse, rimase circondata da ghiacciai e da altre barriere fisiche che non le permisero di espandersi e di perpetuarsi altrove. Gran parte del suo habitat viene condivisa con un'altra specie scoperta recentemente, il lupo indiano. Non sappiamo come abbiano fatto queste due specie a non incrociarsi tra loro nelle zone dove coabitano. Questo fatto ha permesso alle due specie di rimanere distinte geneticamente da tutti gli altri lupi e cani che si trovano sul pianeta.

Kalpa, nell'Himachal Pradesh, è una delle ultime roccaforti del lupo himalayano.

Evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Fino a tempi recenti si credeva che tutti i lupi e i cani facessero parte dello stesso clade lupo-cane, il che significa che tutti i cani domestici discendono dai lupi. Quando venne studiato il lignaggio himalayano, si scoprì che quei lupi non mostravano alcuna affinità genetica con i lupi grigi o i cani. Questo indica che il lupo himalayano non ha giocato alcun ruolo nell'addomesticamento dei cani. Ai tempi della separazione del lupo himalayano, 800.000 anni fa, l'habitat del Nepal dei giorni nostri stava attraversando un periodo di turbolenze geologiche e climatiche. La regione himalayana, dimora anche del lupo indiano e del lupo grigio, è la sola area geografica dell'intero pianeta dove coesistono tre specie distinte di lupi, il che supporta la teoria che ritiene che l'evoluzione del lupo moderno sia avvenuta nella regione indiana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ R. K. Aggarwal, T. Kivisild, J. Ramadevi, L. Singh:Mitochondrial DNA coding region sequences support the phylogenetic distinction of two Indian wolf species. Journal of Zoological Systematics and Evolutionary Research, Volume 45 Issue 2 Page 163-172, May 2007 online

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

1.Spotlight on Zoo Science. October 8, 2003. Hiding in Plain Sight.New Species Wolf.

2.Thursday, 17 June, 2004. BBC News.bbc.co.uk.nature.Indian wolves are world's oldest

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sharma, D. K., J. E. Maldonaldo, Y. V. Jhala, and R. C. Fleischer. 2003. Ancient wolf lineages in India. Proceedings of the Royal Society, London B (Supplement) Biology Letters. Published online August 8, 2003. "Ancient wolf lineages in India."
  • Wolves in India. The Ancient Wolves of India. Wolf.org.
  • Wolves. Did They Originate In South Asia? By Dipesh Satapathy. An Indo-U.S. team of zoologists uncovers fascinating evidence about the evolution of wolves in India. UsembassyState.
  • Centre for Cellular and Molecular Biology, Hyderabad 500 007, India. Ramesh K. Aggarwal, J. Ramadevi and Lalji Singh. Genome Biology 2003. Ancient origin and evolution of the Indian wolf
  • Journal of Zoological Systematics and Evolutionary Research 45 (2), 163–172.

doi:10.1111/j.1439-0469.2006.00400.x. R. K. Aggarwal, T. Kivisild, J. Ramadevi, L. Singh (2007). Volume 45 Issue 2 Page 163-172, May 2007. ...Distinction of two Indian wolf species

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi