CANT Z.505

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
CANT Z.505
CANT z505-i.jpg
ICANT Z.505
Descrizione
Tipo idrovolante da collegamento
Progettista Filippo Zappata
Costruttore Italia CANT
Data primo volo 10 luglio 1935
Data ritiro dal servizio 27 luglio 1941
Utilizzatore principale Italia Regia Aeronautica
Esemplari 1
Dimensioni e pesi
Lunghezza 18,75 m
Apertura alare 28,30 m
Altezza 7,50 m
Peso a vuoto 8 170 kg
Passeggeri fino ad 8
Propulsione
Motore 3 Isotta Fraschini Asso XI R2C16
Potenza 840 CV (618 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 325 km/h
Velocità di crociera 290 km/h
Autonomia 3 500 km
Tangenza 5 000 m

i dati sono estratto da Уголок неба[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Cant Z.505

Il CANT Z.505 era un idrovolante da collegamento e da trasporto trimotore ad ala bassa realizzato in un unico esemplare dall'azienda italiana Cantieri Riuniti dell'Adriatico (CRDA CANT) a metà degli anni trenta.

Progettato per il trasporto civile venne, come da prassi per l'epoca, valutato dalla Regia Aeronautica dalla quale ricevette la matricola militare MM.268, e trovò principalmente impiego presso il Comando Aeronautica dell'Egeo come aereo personale del governatore Cesare Maria De Vecchi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1934 la compagnia aerea Ala Littoria emise una specifica per la fornitura di un nuovo idrovolante di linea da utilizzare sulle proprie rotte commerciali via mare. Al concorso partecipò la CRDA con un progetto affidato all'ingegner Filippo Zappata il quale disegnò un monoplano ad ala bassa, trimotore con configurazione a scarponi discostandosi alla configurazione a scafo centrale tipico della produzione CNT/CANT fino ad allora.[2]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CANT Z.505 in Уголок неба.
  2. ^ C.R.d.A. Cant.Z.505 in Gruppo Modellistico Sestese.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Grey, C.G. (1972). Jane's All the World's Aircraft 1938. London: David & Charles. ISBN 0715 35734 4
  • Brotzu, E. Cosolo G., a cura di. Dimensione cielo, n.°8: trasporto. Roma: Bizzarri 1975.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]