Buco nero AdS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella fisica teorica, per buco nero AdS si intende una soluzione di buco nero nell'ambito della relatività generale o delle sue estensioni, che rappresenta un oggetto massivo isolato, ma con una costante cosmologica diversa da zero. Una tale soluzione avvicina asintoticamente lo spazio Anti de Sitter (AdS) a un infinito spaziale, ed è una generalizzazione della soluzione del vuoto di Kerr, la quale avvicina asintoticamente lo spaziotempo di Minkowski all'infinito spaziale.

Metrica[modifica | modifica wikitesto]

In 3+1D, la metrica è data da

dove t è la coordinata del tempo, r è la coordinata radiale, Ω sono le coordinate polari, C è una costante e k è la curvatura AdS.

In generale, in d+1D, la metrica è data da

Secondo la corrispondenza AdS/CFT, se la gravità fosse quantizzata, un buco nero AdS sarebbe duale allo stato termico sul limite isogonico.
Nel contesto della corrispondenza AdS/QCD, questo corrisponderebbe alla fase di deconfinamento del plasma di quark e gluoni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Einstein, Zur allgemeinen Relativitatstheorie, Sitzungsberichte der Königlich Preussischen Akademie der Wissenschaften (1915) 778, Addendum-ibid. (1915) 799.
  • K. Schwarzschild, On the gravitational field of a sphere of incompressible fluid according to Einstein's theory, Sitzungsber. Preuss. Akad. Wiss. Berlin (Math. Phys.) 1916 (1916) 424-434
  • M.D. Kruskal, Maximal Extension of Schwarzschild Metric, Phys. Rev. 119, 1743 (1960)
  • R. Kerr, Gravitational field of a spinning mass as an example of algebraically special metrics, Physical Review Letters 11 237-238 (1963).
  • R.H. Boyer, R.W. Lindquist, Maximal analytic extension of the Kerr metric, J. Math. Phys. 8, 265-81 (1967)
  • Jacob Bekenstein, Buchi neri, comunicazione, energia, Di Renzo Editore
  • Stephen Hawking, Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo, Rizzoli, Milano 2000
  • Immanuel Kant, Metaphysiche anfangsgründe der naturwissenschaft, ediz. II, pag.33.
  • John Taylor, I buchi neri. La fine dell'universo?, Eco, Milano, 2002
  • Mitchell Begelman, L'attrazione fatale della gravità. I buchi neri dell'universo, Zanichelli, Bologna, 1997.
  • H. Stephani, D. Kramer, M. MacCallum, C.Hoenselaers, and E. Herlt, Exact Solutions of Einstein's Field Equations, (Cambridge University Press, 2002).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]