Bruno Moretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bruno Moretti (Roma, 22 febbraio 1957) è un compositore, pianista e direttore d'orchestra italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha composto musica da balletto, oltre che per il teatro, il cinema e la televisione, lavorando in collaborazione con il coreografo Mauro Bigonzetti. È anche un accompagnatore di cantanti. Moretti ha studiato con Armando Renzi. Successivamente divenne assistente di Nino Rota per la creazione dell'opera Napoli Milionaria al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1977. In seguito ha studiato direzione d'orchestra all'Accademia Musicale Chigiana di Siena. Ha debuttato come direttore nel 1979 al Teatro dell'Opera di Roma con Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Ha diretto in tutta Italia e in Inghilterra, Israele, Estremo Oriente e Nord America.[1][2]

Lavori[modifica | modifica wikitesto]

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Balletto[modifica | modifica wikitesto]

  • Caravaggio (2008), un balletto in due atti di Mauro Bigonzetti. Moretti ha scritto la partitura sulla base di diversi lavori di Claudio Monteverdi. La lettura di Moretti è stata recensita come "leggera ... poi più scura e sempre variata nella trama ... Monteverdi romanticizzato, ma si adatta perfettamente all'azione scenica."[3]
  • Don Giovanni, emozioni di un mito (1996), per Il Balletto di Toscana
  • Comoedia (1998), per Aterballetto
  • Vespro (2002), per New York City Ballet
  • In Vento (2006)
  • Oltremare (2008)

Musica orchestrale[modifica | modifica wikitesto]

  • Prometeo per orchestra, poema simbolico

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Bruno Moretti" (bio). Orchestra della Toscana. Fondazione Regionale Orchestra Toscana. Retrieved 2012-11-14.
  2. ^ Vespro, su New York City Ballet. URL consultato il 14 novembre 2012.
  3. ^ 30 giugno 2009 – Bruno Moretti, Moretti: Caravaggio / Staatsballett Berlin, Live 2008, Blu-ray (x1), Arthaus Musik #101464

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN23351697 · ISNI (EN0000 0000 2260 2839 · LCCN (ENno2016001288 · GND (DE134183657