Baldwin Street

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baldwin Street
Localizzazione
Stato Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Regioni Otago
Autorità territoriali Dunedin
Mappa della Baldwin Street
Dati
Classificazione Strada
Percorso
Località servite Dunedin

Coordinate: 45°50′58″S 170°32′05″E / 45.849444°S 170.534722°E-45.849444; 170.534722 Baldwin Street è una strada situata in una zona suburbana di Dunedin, città della Nuova Zelanda. È considerata la strada residenziale più ripida del mondo.[1] Si trova nel quartiere di North East Valley, 3,5 km a nord-est del centro di Dunedin.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Un turista intento nella discesa.

Si tratta di una breve strada rettilinea lunga poco meno di 350 metri, situata ad est della valle di Lindsay Creek, a lato del promontorio di Signal Hill. Passa da 30 metri sul livello del mare, all'incrocio con Road North, fino a 100 metri sul livello del mare nel suo tratto finale superiore.[2] Il tratto inferiore è solo moderatamente ripido e la sua superficie è asfaltata, mentre il tratto superiore è molto più ripido e la superficie è costruita in cemento (200 metri di lunghezza), sia per facilità di manutenzione (il bitume scivolerebbe giù per il pendio in una giornata calda), sia per motivi di sicurezza durante l'inverno gelido di Dunedin. La pendenza massima di Baldwin Street è di circa 1:2,86 (19° o 35%), ossia per ogni 2,86 metri di percorso in senso orizzontale, l'elevazione aumenta di 1 metro.

Controversie sul primato[modifica | modifica sorgente]

La detenzione del primato di strada più ripida del mondo è stata oggetto di diverse controversie dopo che si diffuse la notizia secondo cui i dati segnalati nella voce originale nel Guinness dei primati erano soggetti ad un errore tipografico. Secondo il Guinness dei primati, la pendenza massima era di 1:1,266 (38° o 79%). Tale dato sembrò essere errato perché indica una pendenza leggermente più ripida di quella attualmente accettata, pari a 1:2,86. L'errore potrebbe essere stato causato dalla confusione tra la misurazione in gradi e quella in percentuale. Tuttavia, il libro del Guinness riconosce ufficialmente Baldwin Street come strada più ripida del mondo, con una misurazione in percentuale del 35%.

Altre strade ripide[modifica | modifica sorgente]

Mappa di localizzazione: Nuova Zelanda
Baldwin Street
La localizzazione di Baldwin Street, Dunedin, Nuova Zelanda.

Altre strade particolarmente ripide sono:

  • Côte Saint-Ange a Chicoutimi, Canada, con una pendenza del 33% (circa 18°).
  • Canton Avenue, a Pittsburgh, Stati Uniti; ufficialmente ha una pendenza del 37%.[3][4] Tuttavia, l'angolo di pendenza del 37% si estende solo per circa 6,5 metri, mentre la parte più ripida di Baldwin Street ha una lunghezza notevolmente maggiore.
  • Eldred Street a Los Angeles, California, Stati Uniti. È una delle tre strade di Los Angeles con una pendenza compresa tra il 32% e il 33,3%.[5]
  • Filbert Street e 22nd Street, a San Francisco, Stati Uniti. Ognuna delle due ha una pendenza compresa tra il 31 e il 31.5% (17°) per circa 60-7 metri.[6]
  • Waipio Valley Road, alle Hawaii, ha una pendenza del 25% per 0.6 chilometri con pendenze di picco molto più alte. Si tratta di una strada pubblica asfaltata ma non è una strada residenziale ed è aperta solo ai veicoli con 4 ruote motrici.

Sono state, inoltre, riportate pendenze riguardanti molte strade nella parte occidentale dell'Inghilterra e in Galles del 33% e superiori. Di una strada a Harlech, in Galles, è stata riportata una pendenza del 40%. Vale Street a Bristol è spesso segnalata come la strada più ripida della Gran Bretagna e potrebbe avere una pendenza, ancora più marcata, del 40%. Tuttavia queste strade sono per lo più brevissime.

Origine della strada[modifica | modifica sorgente]

Baldwin Street fotografata a livello della strada.

Come in molte altre parti di Dunedin e della Nuova Zelanda, le strade sono state costruite con uno schema che non prevedeva alcuna considerazione per il terreno, di solito da urbanisti inglesi. Nel caso di Baldwin Street (e gran parte di Dunedin), il layout è stato progettato da Charles Kettle alla fine del XIX secolo. La strada prende il nome da William Baldwin, un membro del parlamento della regione di Otago ed editore.

Baldwin Street per le automobili è un vicolo cieco, ma è legata nella parte superiore a Buchanan Street, un percorso pedonale non asfaltato che funge da collegamento con Calder Avenue e Arnold Street. Le strade parallele a Baldwin sono anch'esse tutte piuttosto ripide: Arnold Street (1:3,6), Dalmeny Street (1:3,7), e Calder Avenue (1:5,4).

Eventi associati[modifica | modifica sorgente]

La strada è la sede di un evento ginnico annuale, il "Baldwin Street Gutbuster". Ogni estate, dal 1988 (solitamente in febbraio),[2][7] questo evento coinvolge gruppi di atleti che devono percorrere la strada dalla parte inferiore fin su al tratto finale e poi tornare indietro. L'evento attira ogni anno centinaia di concorrenti e al 2008 il record è di 1 minuto e 56 secondi, fissato nel 1998.[8]

Auto parcheggiata in Baldwin Street.

Dal 2002, si tiene anche un evento di beneficenza, ogni anno nel mese di luglio, che prevede il rotolamento sulla strada di oltre 30.000 Jaffa (confetto dolce rivestito al cioccolato). Ogni Jaffa è sponsorizzato da una sola persona, con premi al vincitore e i fondi raccolti vanno poi in beneficenza. Questo evento segue una tradizione iniziata nel 1998, quando 2.000 palle da tennis vennero fatte rotolare nel corso di un evento che promuoveva una raccolta di fondi per Habitat for Humanity, un'organizzazione no profit internazionale.[2]

Nel marzo del 2001 una giovane di 19 anni, studentessa dell'Università di Otago, restò uccisa dopo che, insieme ad un amico, aveva tentato di percorrere la strada rotolando all'interno di un bidone della spazzatura. Il contenitore si scontrò con una roulotte parcheggiata, uccidendola istantaneamente, e causando gravi ferite alla testa per il secondo.[9]

Il 2 gennaio 2010, lo stuntman Ian Soanes guidò una motocicletta lungo Baldwin Street in discesa su una ruota sola.[10]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Charles Rawlings, Charles Rawlings-Way, New Zealand's South Island, Lonely Planet, 2009, p. 276. ISBN 1741799112. URL consultato il 19 agosto 2011.
  2. ^ a b c Hamel, A. (2008) Dunedin tracks and trails. Dunedin: Silver Peaks Press. pp. 2.08–09
  3. ^ (EN) Bob Batz, Jr., Here: In Beechview in Pittsburgh Post-Gazette, 30 gennaio 2005. URL consultato l'11 agosto 2007.
  4. ^ (EN) Pittsburgh Hills in Western Pennsylvania Wheelmen. URL consultato l'11 agosto 2007 (archiviato dall'url originale il 16 maggio 2007).
  5. ^ (EN) Getting the Slant on L.A.'s Steepest StreetLos Angeles Times, 21 agosto 2003
  6. ^ (EN) (PDF) Baldwin St steeped in controversyOtago Experience (Dunedin City Council newsletter)
  7. ^ (EN) Pupil wins gutbuster for third year in a row, Otago Daily Times, 17 febbraio 1993, pp. 3.
  8. ^ (EN) Hamish McNeilly, Steep task no trouble for Gutbuster winner, Otago Daily Times, 13 marzo 2008. URL consultato il 30 novembre 2008.
  9. ^ (EN) Dustbin deathThe Guardian, 2 marzo 2001
  10. ^ (EN) Stuntman conquers Baldwin St, Otago Daily Times, 2 gennaio 2010. URL consultato il 2 gennaio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]