BMW Art Car

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il BMW Art Car Project è stato presentato dal pilota automobilistico francese e banditore Hervé Poulain, che ha voluto invitare un artista a creare una tela su un'automobile. Nel 1975, Poulain incaricò l'artista e amico americano Alexander Calder di dipingere la prima BMW Art Car. Questo primo esempio sarebbe una BMW 3.0 CSL che Poulain stesso avrebbe corso nella gara di resistenza a Le Mans del 1975. [1] Dall'opera di Calder, molti altri artisti famosi in tutto il mondo hanno creato BMW Art Cars, tra cui David Hockney, Jenny Holzer, Roy Lichtenstein, Robert Rauschenberg, Frank Stella e Andy Warhol. Ad oggi, sono state create un totale di 17 BMW Art Cars, basate sia su veicoli da corsa che su veicoli di serie. Frank Stella ha anche realizzato un'auto d'arte non ufficiale per volere del pilota automobilistico Peter Gregg. L'artista più recente a partecipare al programma BMW Art Car è Cao Fei nel 2017 con M6. Gli artisti per il BMW Art Car Project sono scelti da una giuria internazionale. Secondo Thomas Girst, che è stato responsabile del progetto BMW Art Cars dal 2004, lo scopo del progetto è cambiato nel tempo: "All'inizio le vetture erano in gara, non c'era un grosso sforzo di pubbliche relazioni intorno a loro ... Da allora, alcune delle Art Cars sono state utilizzate in pubblicità per dimostrare che BMW è un giocatore nelle arti. Con il lavoro di Eliason, parte di ciò che stiamo facendo è aumentare la consapevolezza delle fonti energetiche alternative e rinnovabili."

BMW Art Cars[modifica | modifica wikitesto]

Il numero totale Delle BMW Art Cars prodotte al mondo è di 18 autovetture ideate da: Alexander Calder, Frank Stella, Roy Lichtenstein, Andy Warhol, Ernst Fuchs, Robert Rauschenberg, Michael Nelson Jagamarra, Ken Done, Matazo Kayama, Cesar Manrique, A. R. Penck, Esther Mahlangu, Sandro Chia, David Hockney, Jenny Holzer, Olafur Eliasson, Robin Rhode, Jeff Koons, John Baldessari, Cao Fei.

  • Il progetto del 2009 di Robin Rhode non ha creato un'auto d'arte, ma piuttosto ha utilizzato una BMW Z4 guidata su una gigantesca tela per creare un lavoro applicando la vernice con le gomme dell'auto.

Miniature[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2003 e il 2005, la BMW ha rilasciato le prime 15 Art Cars (al momento, comprendeva l'intera serie) come veicoli miniaturizzati in scala 1:18, prodotti da Minichamps. I primi due ad essere pubblicati sono stati la BMW 3.0 CSL di Alexander Calder e la BMW V12 LMR di Jenny Holzer. Le Art Cars sono state vendute tramite i concessionari BMW, i negozi del museo e direttamente dalla BMW. Inizialmente sarebbero state prodotte 3000 copie con un prezzo consigliato al dettaglio di $ 125 (145$/h) ciascuna [10].

Visualizzazione pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, le Art Cars iniziarono un tour in Nord America, iniziando dal Los Angeles County Museum of Art dal 12 al 24 febbraio. La seconda tappa è stata a New York dal 24 marzo al 6 aprile al Grand Central Terminal - Vanderbilt Hall. [11] Le auto furono esposte in Messico, prima a MARCO, a Monterrey e successivamente a Guadalajara e a Città del Messico [12]. A luglio 2012 una selezione delle vetture è stata presentata dall'Institute of Contemporary Arts in un parcheggio Shoreditch nell'ambito del London 2012 Festival, intitolato Art Drive! [13]

BMW Art Car non ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Inoltre,l'artista, pittore e grafico tedesco Walter Maurer ha progettato le auto BMW secondo le proprie idee. Nel 2013 l'artista Andy Reiben ha creato un'opera d'arte chiamata 3 Series Fluidum. Le vernici iridescenti, fluorescenti e fotoluminescenti sono state utilizzate per creare un'auto BMW Serie 3 (F30) unica. [14] Oltre al lavoro commissionato da BMW, una coppia di artisti ha creato BMW Art Cars non ufficiale. Nel 1979 il pilota Peter Gregg acquistò una M1 M1 Procar e commissionò al suo amico Frank Stella di dipingerlo per lui; questa auto è l'unica BMW dipinta da un artista che faceva anche parte del programma BMW Art Car. [15] e fu venduto dal Museo Guggenheim ad un rivenditore BMW a Long Island, New York nel 2011. [16] L'auto fa parte della serie "Polar Coordinates" di Stella, creata per commemorare l'amico di Stella, Ronnie Peterson, morto in un incidente di gara a Monza nel 1978. [15] [17] Nel 1987 Keith Haring dipinse una BMW Z1 rossa alla Hans Mayer Gallery di Düsseldorf. [18] Nel 2016, il Consiglio Culturale della Greater Jacksonville ha incaricato l'artista Christie Chandler di dipingere una BMW X6 per il loro gala annuale di premiazioni al TPC Sawgrass. [19]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]