Cao Fei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cao Fei (Guangzhou, 1978) è un'artista cinese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le sue esposizioni, principalmente di arte multimediale e visuale, sono state esposte nel 2016 al MoMa di New York.[1][2] Tematica ricorrente delle sue opere, che si compongono di video performance e media digitali, è la vita quotidiana dei cittadini cinesi nati dopo la Rivoluzione Culturale. Alcune delle sue opere sono di proprietà e esposte dal Solomon R. Guggenheim Museum.[3][4] Nel 2016 ha vinto Chinese Contemporary Art Award (CCAA).[5]

Il suo lavoro esplora la diffusa cultura cinese di Internet e il confine tra sogno e realtà. Cao ha catturato la rapida trasformazione sociale e culturale della Cina contemporanea, sottolineando l'impatto delle influenze straniere dall'America e dal Giappone.[6]

BMW M6 GT3 Art Car di Cao Fei

Nel 2017 è stata incaricata di realizzare il progetto BMW Art Car.[7]

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il progetto San Yuan Li, Courtyard Gallery, Pechino, Cina (2004)
  • COSPlayers, Courtyard Gallery, Pechino, Cina (2005)
  • Hip Hop, Lombard Freid Projects, New York (2006)
  • COSPlayers, Para Site Art Space, Hong Kong (2006)
  • Cao Fei: Whose Utopia, Orange County Museum of Art, Newport Beach, USA (2007)
  • RMB City, Lombard Freid Projects, New York, USA (2008)
  • Cao Fei, Le Plateau, Parigi, Francia (2008)
  • Cao Fei: Live in RMB City, Shiseido Gallery, Tokyo (2009)
  • Cao Fei: Utopia, Artspace, Auckland, Nuova Zelanda (2009)
  • Cao Fei: RMB Cit, Serpentine Galleries, Londra, Inghilterra (2009)
  • RMB City Opera - Cao Fei (spettacolo dal vivo e tour), Culturescapes 2010, Svizzera (2010)
  • Play Time, Lombard Freid Project, New York, USA (2011)
  • Cao Fei: Simulus, Surrey Art Gallery, Vancouver, Canada (2012)
  • Haze and Fog, Starr Auditorium, Tate Modern, Londra, Regno Unito (2013)
  • Cao Fei: La Town, Lombard Freid Gallery, New York (2014)
  • Cao Fei's Theatrical Mirror: Living Between the Real and Unreal, Opere video: 2004-2013, OzAsia Festival, Centro d'arte contemporanea del Sud Australia, Adelaide (2014)
  • Cao Fei: Shadow Plays, The Mistake Room, Los Angeles (2015)
  • Splendid River, Secession, Vienna (2015)
  • Cao Fei, MoMA PS1, New York, USA (2016)

Biennali internazionali e triennali[modifica | modifica wikitesto]

  • Triennale di Guangzhou (2002, 2005)
  • Biennale di Venezia (2003, 2007, 2015)
  • Biennale di Shanghai (2004)
  • Biennale di Mosca (2005)
  • Biennale di Istanbul (2007)
  • Prospect.1 New Orleans (2008-09)
  • Biennale di Sydney (2006, 2010)
  • Biennale del Mercosur, Brasile (2013)
  • 9ª Triennale Asia-Pacifico di arte contemporanea (APT9) (2018-19)

Mostre collettive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Cina tra realtà e fantasia: Cao Fei, in LaStampa.it. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  2. ^ MoMA PS1: Exhibitions: Cao Fei, su momaps1.org. URL consultato il 4 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  3. ^ (DE) Eleanor Heartney, Helaine Posner e Nancy Princenthal, The Reckoning: Women Artists of the New Millennium, Prestel Verlag, 12 maggio 2014, ISBN 9783641133436. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  4. ^ (EN) Whose Utopia, in Guggenheim, 1º gennaio 2006. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  5. ^ (EN) Chinese Contemporary Art Award (CCAA) announces 2016 winners | Art Radar, su artradarjournal.com. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  6. ^ (EN) https://www.guggenheim.org/artwork/artist/Cao-Fei, su www.guggenheim.org. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  7. ^ (EN) Nargess Banks, The Story Behind BMW's Latest Art Car As The Iconic Series Enters Virtuality, in Forbes. URL consultato il 4 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96705520 · ISNI (EN0000 0000 7875 5594 · LCCN (ENno2008120635 · GND (DE130143251 · ULAN (EN500202426 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008120635