Azərbaycan Silahlı Qüvvələri Quru Qoşunları

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Azərbaycan Silahlı Qüvvələri Quru Qoşunları
Forze Terrestri Azere
Army Flag of Azerbaijan.png
Bandiera delle Forze Terrestri Azere
Descrizione generale
Attiva1992 ca.
NazioneAzerbaigian Azerbaigian
ServizioEsercito
DimensioneIISS 2013: 56,850[1]
Quartier GeneraleBaku
Battaglie/guerreGuerra del Nagorno Karabakh
Parte di
Comandanti
Degni di notaSamad bey Mehmandarov

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia
Stemma delle Forze Terrestri Azere

Le forze terrestri azere (in azero Azərbaycan Silahlı Qüvvələri Quru Qoşunları) sono la componente terrestre delle forze armate azere.[2][3] Dalla caduta dell'Unione Sovietica, l'Azerbaigian ha cercato di sviluppare ulteriormente le proprie forze armate in forze armate professioniste, ben addestrate e mobili. Sulla base delle statistiche del 2013, il paese ha circa 56.850 soldati delle forze terrestri, con l'aggiunta di 15.000 paramilitari. In aggiunta, ci sono 300.000 ex soldati che hanno effettuato il servizio militare negli ultimi quindici anni.[1]

Secondo quanto riferito, in tempo di guerra, l'esercito stesso potrebbe invocare il sostegno della Guardia Nazionale, delle Truppe interne dell'Azerbaigian e del servizio nazionale di frontiera. L'esatta struttura di comando di guerra rimane poco chiaro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il periodo sovietico, l'Azerbaigian faceva parte del Distretto Militare della Transcaucasia, le cui forze nella repubblica erano comandate dalla 4ª Armata. La 4ª Armata consisteva in tre divisioni motorizzate (la 23ª Divisione Motorizzata (MRD) a Ganja, la 60ª Divisione Motorizzata a Lankaran, e la 295ª Divisione Motorizzata a Baku) e in truppe dell'esercito che comprendevano reggimenti di missili e di difesa aerea e brigate di artiglieria e lanciarazzi. L'Azerbaigian ospitava il 49° Arsenale dell'Agenzia principale di missili e artiglieria del ministero della Difesa della Federazione russa, che conteneva oltre 7.000 carichi auto-treni di munizioni per l'eccesso di un miliardo di unità. Inoltre, la 75ª Divisione Motorizzata, parte della 7ª Armata della Guardia, si trovava nella Repubblica Autonoma di Nakhitchevan.

Nell'estate del 1992, il ministero della Difesa dell'Azerbaijan, a seguito di una risoluzione da parte del presidente azero sulla privatizzazione delle unità e delle formazioni in territorio azero, trasmise un ultimatum chiedendo il controllo su veicoli e armamenti del 135º e 139º Reggimento Motorizzato della 295ª Divisione Motorizzata.[4] Il trasferimento della proprietà della 4ª Armata (tranne che per oltre la metà della dotazione del 366º Reggimento Motorizzato della Guardia della 23ª Divisione, catturato dalle formazioni armate armene nel 1992 durante il ritiro del reggimento da Stepanakert) e del 49° Arsenale venne completato nel 1992. Così, entro la fine del 1992, il governo azero ricevette armi e materiale militare sufficiente per circa tre divisioni motorizzate con unità dell'esercito prescritte. I magazzini e gli equipaggiamenti della 75ª divisione vennero consegnati al governo di Nakhitchevan.[5] L'ex QG della Divisione può aver contribuito alla formazione del quartier generale del corpo d'armata.

L'Azerbaigian ha inoltre implementato un nuovo stile organizzativo al fine di modernizzare il suo esercito. Negli ultimi 15  anni, l'Azerbaigian sta preparando il suo esercito per una possibile azione contro le forze armene nel Nagorno-Karabakh. Tuttavia l'Azerbaigian ha sempre dichiarato che è interessato a una soluzione diplomatica e pacifica.

L'Azerbaigian ha stipulato un contratto con la Turchia per l'addestramento delle truppe per rafforzare le sue forze armate. Ciò è necessario in vista delle carenze che, Jane's World Armies dichiarò nel 2004, comprendevano enormi problemi di formazione, di equipaggiamento e di motivazione dei suoi soldati; della corruzione nei suoi ranghi; e di un corpo di ufficiali altamente politicizzato.[6] La tradizione dell'esercito sovietico della dedovshchina, il nonnismo istituzionalizzato, sembra continuare nelle forze armate a partire dal 2008.[7] Anche la qualità e la disponibilità di gran parte del materiale dell'esercito, dichiarò Jane's, è un problema, dato che un decennio di scarsa manutenzione e la carenza cronica di pezzi di ricambio significa che molti sistemi non sono operativi, o cannibalizzati per le parti. L'Azerbaigian ha le seconde più alte spese militari nella CIS. Le spese per la difesa di Azerbaigian sono seconde solo alla Russia all'interno della Comunità degli Stati Indipendenti. [8]

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Struttura delle forze armate azere nel 2007

Di fronte alle forze armene, apparentemente con un certo sostegno russo, l'esercito azero venne costretto a ritirarsi dal Nagorno-Karabakh, e venne significativamente riorganizzato a metà degli anni '90 prevalentemente intorno alle brigate, anche se venne riportata almeno una divisione alla fine del 2000. La manovra delle brigate ha sempre alloggiato su un punto di forza di una ventina di brigate e reggimenti dal 1995, anche se recentemente ciò è aumentato lentamente. Negli anni '90, queste brigate potrebbero aver incluso la 701ª Divisione Motorizzata (мсбр) (1º Corpo d'Armata), la 708ª Brigata Motorizzata (1º Corpo d'Armata), la 130ª Brigata Motorizzata (1º Corpo d'Armata), la 161ª мсбр (2 АК) , la 709a мсбр Быв, la 23a мсд, e la 112ª Brigata Motorizzata.

Nel 2002-4 il Bilancio Militare IISS riferì che il personale della forza si abbassò, mentre la manovra delle formazioni totali aumentò di uno. Il Bilancio Militare 2003-4 riportò una forza armata di 56.000 uomini, con quattro sedi di corpo d'armata e ventitré brigate motorizzate, rispetto all'edizione dell'anno precedente che mostrava 62.000 uomini e ventidue brigate. Le unità di artiglieria e anticarro includono due brigate e un reggimento. Il 1º Corpo d'Armata ha sede a Yevlakh (Евлах) riferito con sei brigate nel 1999. Brinkster.net diede al corpo d'armata la 1ª, la 3ª, la 9ª, la 10ª, la 15ª e la 17ª Brigata Motorizzata nel 1999. Il 2º Corpo d'Armata a Pirəkəşkül aveva sette brigate attaccate nel 1999 (Brinkster.net nominò queste brigate come la 2ª, la 4ª, la 6ª, l'8ª, la 13ª, la 14ª, e la 18ª Brigata Motorizzata), mentre il 3º Corpo d'Armata, anch'esso con sei brigate attaccate, risiedeva a Shamkir/Shamkira (Шамкира) (Brinkster.net nominò queste formazioni come la 7ª, l'11ª, la 12ª, la 16ª, la 19ª, la 20ª nel 1999). Il 4º Corpo d'Armata era nell'isolato enclave di Nakhichevan. Si tratta di una ex divisione motorizzata con tre reggimenti motorizzati (1999).

L'IISS stimò nel 2007 che l'esercito regolare azero era forte di 56.840 uomini, probabilmente basando questa cifra sui dati del trattato sulle forze armate convenzionali in Europa. Esso attribuisce all'esercito cinque sedi di corpo d'armata, 23 brigate motorizzate, una brigata d'artiglieria, una brigata lanciarazzi multipli, e un reggimento anticarro.[9] Dei cinque corpi d'armata, il 1°, il 2°, e il 3º Corpo d'Armata sono concentrati contro il NK; parte del 2º Corpo d'Armata è distribuito sul confine Azerbaigian-Iran; il 4º Corpo d'Armata (Bakinskiy) copre la capitale e la costa e il 5º Corpo d'Armata è distribuito a Nakhichevan.[10]

Le formazioni azere riferite includono la Brigata Motorizzata a Гянджа/Gyandzha, la Brigata Motorizzata a Hacı Zeynalabdin, мсбр Кусары/Kusar, мсбр Nakhichivan, мсбр Казах/kazako, мсбр Товуз/Tovuz, мсбр Бейлаган/Beilagan, мсбр Göytəpə, Jalilabad (Гейтепе), мсбр Джульфа/Dzhulfa, мсбр Кедабек/Kedabek, tank brigade Gyuzdek/Гюздек.[11]

Gradi[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggiamento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Military Balance 2013, London, Routledge for the IISS, 2013, p. 216, ISBN 978-1-85743-680-8.
  2. ^ Azərbaycan Quru Qoşunları yaradıld (AZ) .
  3. ^ В Азербайджане созданы сухопутные войска (RU) .
  4. ^ Vladimir Petrov, How South Caucasus was armed, Centre for Analysis of Strategies and Technologies (Moscow, Russia).
  5. ^ Tehran IRNA, 9 January 1992, as transcribed in FBIS, Soviet Union Daily Report, 92-007, 10 January 1992, p. 53., via ref in 75 MRD note in 7th Guards Army article.
  6. ^ Jane's World Armies Azerbaijan, as accessed October 2004.
  7. ^ Infosud - Tribune des Droits Humains | www.infosud.org Journal en ligne offrant une information indépendante et pluraliste sur les droits de l'homme dans le monde, Humanrights-geneva.info. URL consultato il 7 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2008).
  8. ^ Azerbaijan has second highest military expenditure in CIS, News.Az. URL consultato il 22 February 2011.
  9. ^ IISS, The Military Balance 2012, London, Routledge for the IISS, 2012, pp. 92–93.
  10. ^ C. W. Blandy Azerbaijan: Is War Over Nagornyy Karabakh a Realistic Option? Advanced Research and Assessment Group. Caucasus Series 08/17. — Defence Academy of the United Kingdom, 2008, p.12.
  11. ^ < Copia archiviata, su www8.brinkster.com. URL consultato il 6 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).>

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]