Arcieparchia di Homs dei Siri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcieparchia di Homs dei Siri
Archieparchia Hemesena Syrorum
Chiesa sira
 
Sede vacante
Amministratore apostolicoFlavien Rami Al-Kabalan[1]
Presbiteri15, di cui 12 secolari e 3 regolari
800 battezzati per presbitero
Religiosi9 uomini, 3 donne
Diaconi3 permanenti
 
Battezzati12.000
Parrocchie14
 
Erezione1678
Ritoantiocheno
CattedraleSpirito Santo
IndirizzoB.P. 368, Rue Hamidieh, Homs, Syrie
Dati dall'Annuario pontificio 2020 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Siria
La sede degli arcieparchi di Homs.

L'arcieparchia di Homs dei Siri (in latino: Archieparchia Hemesena Syrorum) è una sede della Chiesa cattolica sira. Nel 2019 contava 12.000 battezzati. La sede è vacante.

All'arcieparchia sono uniti i titoli di Hama (Epiphaniensis) e di Nabk (Nabikensis).

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la città di Homs, dove si trova la cattedrale dello Spirito Santo.

Il territorio è suddiviso in 14 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sono segnalati vescovi cattolici di Emesa (Homs) fin dal 1678.

Nel 1833, il vescovo siro-ortodosso di Nabk (oggi Al-Nabek), Matteo Masuli, aderì al cattolicesimo e mantenne la sua antica sede episcopale fino alla sua morte. In seguito il titolo di Nabk (Nabikensis Syrorum) fu unito a quello di Emesa.

Nel corso del XIX secolo anche il titolo di Epiphania (Epiphaniensis Syrorum), antico nome della città di Hama, fu unito a quello di Homs.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Gabriel Homsi † (23 luglio 1816 - 1858 deceduto)
  • Matthieu Naccar † (1858 - 18 marzo 1868 deceduto)
  • Élie Grégoire Shahwan † (? - 1872 deceduto)
  • Gregorio Giorgio Sciahin † (18 maggio 1872 - 1912 dimesso)
  • Joseph Rabbani † (29 aprile 1927 - 14 dicembre 1947 dimesso[2])
    • Joseph Rabbani † (14 dicembre 1947 - 1970 dimesso) (amministratore apostolico)
  • Joseph Jacob Abiad † (11 maggio 1971 - 31 luglio 1982 deceduto)
  • Théophile Jean Dahi † (1º agosto 1984 - 1º luglio 1994 ritirato)
  • Basile Moussa Daoud † (6 luglio 1994 - 20 ottobre 1998 eletto patriarca di Antiochia)
  • Théophile Georges Kassab † (8 maggio 1999 - 22 ottobre 2013 deceduto)
    • Sede vacante (2013-2016)
  • Théophile Philippe Barakat † (15 aprile 2016 - 13 giugno 2020 deceduto)
    • Sede vacante (dal 2020)
    • Flavien Rami Al-Kabalan, dal 21 ottobre 2021 (amministratore apostolico)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia nel 2019 contava 12.000 battezzati.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
1950 3.360 500.000 0,7 15 15 224 12
1970 30.500 680.000 4,5 10 10 3.050 6 12
1980 7.780 ? ? 9 9 864 15
1990 9.400 ? ? 9 9 1.044 15
1999 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 15
2000 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2001 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2002 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2003 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 3 15
2004 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 3 15
2009 10.000 ? ? 19 15 4 526 7 6 15
2013 5.000 ? ? 17 14 3 294 6 2 15
2016 12.000 ? ? 12 10 2 1.000 3 5 3 15
2019 12.000 ? ? 15 12 3 800 3 9 3 14

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vescovo titolare di Aretusa dei Siri.
  2. ^ Nominato arcivescovo titolare, titolo personale, di Costantina.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi