Arcieparchia di Homs dei Siri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcieparchia di Homs dei Siri
Archieparchia Hemesena Syrorum
Chiesa sira
Sede vacante
Sacerdoti 5 di cui 12 secolari e 3 regolari
800 battezzati per sacerdote
Religiosi 9 uomini, 3 donne
Diaconi 3 permanenti
Battezzati 12.000
Parrocchie 14
Erezione 1678
Rito antiocheno
Indirizzo B.P. 368, Rue Hamidieh, Homs, Syrie
Sito web www.syrcathoms.org
Dati dall'Annuario pontificio 2020 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Siria

L'arcieparchia di Homs dei Siri (in latino: Archieparchia Hemesena Syrorum) è una sede della Chiesa cattolica sira. Nel 2019 contava 12.000 battezzati. La sede è vacante.

All'arcieparchia sono uniti i titoli di Hama (Epiphaniensis) e di Nabk (Nabikensis).

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la città di Homs, dove si trova la cattedrale dello Spirito Santo.

Il territorio è suddiviso in 14 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sono segnalati vescovi cattolici di Emesa (Homs) fin dal 1678.

Nel 1833, il vescovo siro-ortodosso di Nabk (oggi Al-Nabek), Matteo Masuli, aderì al cattolicesimo e mantenne la sua antica sede episcopale fino alla sua morte. In seguito il titolo di Nabk (Nabikensis Syrorum) fu unito a quello di Emesa.

Nel corso del XIX secolo anche il titolo di Epiphania (Epiphaniensis Syrorum), antico nome della città di Hama, fu unito a quello di Homs.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Gabriel Homsi † (23 luglio 1816 - 1858 deceduto)
  • Matthieu Naccar † (1858 - 18 marzo 1868 deceduto)
  • Élie Grégoire Shahwan † (? - 1872 deceduto)
  • Gregorio Giorgio Sciahin † (18 maggio 1872 - 1912 dimesso)
  • Joseph Rabbani † (29 aprile 1927 - 14 dicembre 1947 dimesso[1])
    • Joseph Rabbani † (14 dicembre 1947 - 1970 dimesso) (amministratore apostolico)
  • Joseph Jacob Abiad † (11 maggio 1971 - 31 luglio 1982 deceduto)
  • Théophile Jean Dahi † (1º agosto 1984 - 1º luglio 1994 ritirato)
  • Basile Moussa Daoud † (6 luglio 1994 - 20 ottobre 1998 eletto patriarca di Antiochia)
  • Théophile Georges Kassab † (8 maggio 1999 - 22 ottobre 2013 deceduto)
    • Sede vacante (2013-2016)
  • Théophile Philippe Barakat † (15 aprile 2016 - 13 giugno 2020 deceduto)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia nel 2019 contava 12.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 3.360 500.000 0,7 15 15 224 12
1970 30.500 680.000 4,5 10 10 3.050 6 12
1980 7.780 ? ? 9 9 864 15
1990 9.400 ? ? 9 9 1.044 15
1999 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 15
2000 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2001 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2002 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 4 15
2003 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 3 15
2004 10.000 ? ? 17 15 2 588 2 3 15
2009 10.000 ? ? 19 15 4 526 7 6 15
2013 5.000 ? ? 17 14 3 294 6 2 15
2016 12.000 ? ? 12 10 2 1.000 3 5 3 15
2019 12.000 ? ? 15 12 3 800 3 9 3 14

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nominato arcivescovo titolare, titolo personale, di Costantina.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi