Arcidiocesi di Garoua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Garoua
Archidioecesis Garuensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Maroua-Mokolo, Ngaoundéré, Yagoua
Arcivescovo metropolita Antoine Ntalou
Sacerdoti 67 di cui 51 secolari e 16 regolari
2.031 battezzati per sacerdote
Religiosi 18 uomini, 95 donne
Abitanti 1.295.000
Battezzati 136.113 (10,5% del totale)
Superficie 65.234 km² in Camerun
Parrocchie 24
Erezione 9 gennaio 1947
Rito romano
Indirizzo B.P. 272, Garoua, Cameroun
Dati dall'Annuario Pontificio 2014 * *
Chiesa cattolica in Camerun

L'arcidiocesi di Garoua (in latino: Archidioecesis Garuensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2013 contava 136.113 battezzati su 1.295.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Antoine Ntalou.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende la città di Garoua, dove si trova la cattedrale di Santa Teresa.

Il territorio è suddiviso in 24 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prefettura apostolica di Garoua fu eretta il 9 gennaio 1947, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Foumban (oggi diocesi di Nkongsamba).

Il 17 maggio 1951 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Moundou (oggi diocesi).

Il 24 marzo 1953 la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico con la bolla Cum Christi di papa Pio XII.

Il 14 settembre 1955 il vicariato apostolico fu elevato a diocesi con la bolla Dum tantis dello stesso papa Pio XII. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Yaoundé.

Il 19 dicembre 1956 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Pala (oggi diocesi).

L'11 marzo 1968 cedette ulteriori porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle prefetture apostoliche di Maroua-Mokolo e Yagoua (oggi entrambe diocesi).

Il 18 marzo 1982 è stata ancora elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Eo magis catholica di papa Giovanni Paolo II.

Il 19 novembre dello stesso anno ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Ngaoundéré.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 1.295.000 persone contava 136.113 battezzati, corrispondenti al 10,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 1.500 1.200.000 0,1 27 27 55 8 10
1970 14.395 551.431 2,6 51 5 46 282 53 41
1980 38.238 858.000 4,5 66 3 63 579 1 70 73 32
1990 56.267 630.000 8,9 56 11 45 1.004 50 56 19
1999 77.652 1.100.000 7,1 54 18 36 1.438 42 83 21
2000 80.805 1.100.000 7,3 54 18 36 1.496 41 85 21
2001 89.287 1.100.000 8,1 55 20 35 1.623 39 91 21
2002 90.265 1.100.000 8,2 72 21 51 1.253 54 100 21
2003 93.195 1.129.874 8,2 50 21 29 1.863 35 101 21
2004 87.884 1.122.660 7,8 50 24 26 1.757 36 89 21
2006 92.400 1.135.072 8,1 59 35 24 1.566 34 95 22
2013 136.113 1.295.000 10,5 67 51 16 2.031 18 95 24

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi