Antonio Aloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Maria Aloni

Antonio Maria Aloni (Milano, 24 gennaio 1947Milano, 5 gennaio 2016) è stato un grecista, filologo classico, traduttore e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea, conseguita nel 1971 all'Università Statale di Milano con una tesi sull'onomastica della Commedia nuova (di cui fu relatore il prof. Del Corno), fu assistente ordinario e quindi professore associato di Letteratura greca nello stesso ateneo.

Una volta vinto il concorso per professori ordinari divenne docente prima di Grammatica greca (1986-1991) e poi di Letteratura greca (1991-1997) all'Università degli Studi di Trento, dove ricoprì anche il ruolo di Direttore del Dipartimento di Scienze Filologiche e Storiche.[1] Dal 1997 fu titolare dell'insegnamento di Letteratura greca A presso l'Università degli Studi di Torino.

Si dedicò in particolare alla performance poetica in epoca arcaica, alla poesia lirica e giambica e all'ecdotica papirologica.

Morì in seguito a una grave malattia, all'età di 68 anni. Venne cremato al cimitero di Lambrate, con le ceneri poi lì conservate in una celletta.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È rimasta celebre la sua traduzione di una lirica di Alcmane (fr. 89 Page), oggi nota come Notturno o Silenzio, letta anche nel film Mediterraneo:
(GRC)

«εὕδουσι δʼ ὀρέων κορυφαί τε καὶ φάραγγες
πρώονές τε καὶ χαράδραι
φῦλά τʼ ἑρπέτ' ὅσα τρέφει μέλαινα γαῖα
θῆρές τʼ ὀρεσκώιοι καὶ γένος μελισσᾶν
καὶ κνώδαλʼ ἐν βένθεσσι πορφυρέας ἁλός·
εὕδουσι δʼ οἰωνῶν φῦλα τανυπτερύγων.»

(IT)

«Dormono le cime dei monti, e le gole,
le balze e le forre;
la selva e gli animali che nutre la terra nera:
le fiere dei monti e la stirpe delle api,
e i pesci nelle profondità del mare agitato.
Dormono le stirpi degli uccelli, dalle ali distese.»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giorgio Ieranò, In ricordo del professor Antonio Aloni, su webmagazine.unitn.it, 8 gennaio 2016. URL consultato il 7 marzo 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Muse di Archiloco. Ricerche sullo stile archilocheo, Copenaghen 1981.
  • Tradizioni arcaiche della Troade e composizione dell'Iliade, Edizioni Unicopli, Milano 1986.
  • L'aedo e i tiranni. Ricerche sull'Inno omerico a Apollo, Roma 1989.
  • Lirici Greci, vol. 3, I poeti giambici, introduzione testo traduzione e commento, Mondadori, Milano 1993.
  • Lirici Greci, vol. 4, Alcmane e Stesicoro, introduzione testo traduzione e commento, con una appendice su Simonide, Mondadori, Milano 1994.
  • Saffo, introduzione, testo, traduzione e commento, Giunti, Firenze 1997.
  • "La poesia esametrica: Omero, Esiodo, Inni", in Storia della civiltà letteraria greca e latina, UTET, Torino 1998.
  • Cantare glorie di eroi. Comunicazione e performance poetica nella Grecia arcaica, Scriptorium, Torino 1998.
  • Da Pilo a Sigeo: poemi cantori e scrivani al tempo dei tiranni, Edizioni dell'Orso, Alessandria 2006.
  • L'elegia greca e l'epigramma dalle origini al 5. secolo. Con un'appendice sulla nuova elegia di Archiloco (con A. Iannucci), Le Monnier, Firenze 2007.
  • Antonio Aloni-Paolo Colonnello, Operazione Mercurio, Milano, SEM, 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7511130 · ISNI (EN0000 0000 8086 7288 · SBN IT\ICCU\CFIV\095313 · LCCN (ENn84233614 · GND (DE1162523700 · BNF (FRcb12683234q (data) · BAV (EN495/321935 · WorldCat Identities (ENlccn-n84233614