António Livramento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
António José Parreira do Livramento
Nazionalità Portogallo Portogallo
Hockeista su pista Transparent.png
Ruolo attaccante
Carriera
Squadre di club
1959-1970 Sport Lisboa e Benfica Benfica
1970-1971 Monza Monza
1971-1974 Sport Lisboa e Benfica Benfica
1974-1976 non conosciuta Banco Pinto & Sotto Mayor
1976-1978 Sporting Clube
1978-1979 Amatori Lodi
1979-1980 Sporting Clube
Nazionale
1961-1977 Portogallo Portogallo 209 (425)
Carriera da allenatore
1981-1984 Sporting Clube
1984-1986 Bassano
1989 Novara Novara
1982-1995 Portogallo Portogallo
1998-1999 Porto Porto
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Torino 1961
Oro Porto 1963
Oro Lisbona 1965
Oro Bilbao 1967
Oro Iserlohn 1973
Oro Viareggio 1975
Oro Porto 1977
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Santiago 1962
Oro Oporto 1968
Oro Lisbona 1974
 

António José Parreira do Livramento (Évora, 28 febbraio 1943Lisbona, 7 giugno 1999) è stato un hockeista su pista e allenatore di hockey su pista portoghese.

Carriera da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Aveva iniziato giocando a calcio, quando fu invitato dal Futebol Benfica a giocare a hockey a rotelle nel 1959, ed accettò[1]. Ha rappresentato il Benfica dal 1959 al 1970 e, dopo l'esperienza italiana al Monza dal 1970 al 1971, il ritorno in Portogallo al Benfica, al Banco Pinto & Sotto Mayor e allo Sporting Lisbona, poi ancora in Italia all'Amatori Lodi dal 1978 al 1979, e ancora in Portogallo allo Sporting Lisbona fino al 1980.

Nazionale del Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a giocare nelle categorie giovanili di hockey su pista del Portogallo nel 1960 e fu subito reputato il miglior giocatore del Campionato Europeo Giovanile di Hockey. Ben presto fu chiamato nella massima squadra nazionale per vincere il Campionato europeo nel 1961 e il Campionato del mondo di Santiago del Cile '62. Nel corso della sua lunga carriera, ha collezionato 209 presenze in Nazionale portoghese, segnando 425 gol, dal 1961 al 1977. In seguito a un brutto incidente con un giocatore spagnolo nella finale del Campionato europeo del 1977, decise di lasciare la Nazionale. Ha vinto 3 titoli di Campione del Mondo nel 1962, 1968 e 1974[2], e 7 di Campione d'Europa nel 1961, 1963, 1965, 1967, 1973, 1975 e 1977[3].

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver terminato la carriera da giocatore allo Sporting Lisbona, con la stessa squadra portoghese ha iniziato la carriera allenatore. In Italia ha allenato il Bassano nelle stagioni 1984/85 e 1985/86, e il Novara nel 1989. È stato anche allenatore del Porto e della Nazionale portoghese, vincendo 3 titoli di Campione del Mondo nel 1982, 1991 e 1993, e 3 titoli di Campione Europeo nel 1987, 1992 e 1994. Ha rassegnato le dimissioni dalla Nazionale dopo aver fallito la presenza all'edizione 1995 del Campionato del Mondo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Carriera da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Clubs[modifica | modifica wikitesto]

Benfica
(1959-60, 1960-61, 1965-66, 1966-67, 1967-68, 1969-70, 1971-72, 1973-74)
(1962-63)
Sporting Lisbona
(1976-77)
(1976-77)
(1976-77)

Nazionale del Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

(1962, 1968 e 1974)
(1961, 1963, 1965, 1967, 1973, 1975, 1977)

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Clubs[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Lisbona
(1981-82)
(1983-84)
(1981-82 e 1987-88)
(1983-84)
FC Porto
(1998-99)
(1998-99)

Nazionale del Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

(1982 e 1993)
(1987, 1992, 1994)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie