Annibale (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Annibale è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3][4].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Busto di marmo raffigurante Annibale

Etimologicamente, Annibale deriva da un nome fenicio-punico ricostruibile come Hann-i-Ba'al[1][2]: esso è composto da hann o han, che significa "grazia" (da una radice comune a quella dei nomi Anna e Anania), combinato, tramite una i che rappresenta il genitivo, con Ba'al, che vuol dire "signore", "padrone" ed era un epiteto di molte divinità semitiche (inclusa una adorata dai Cartaginesi)[1][2][3][6]. Il significato complessivo è quindi "grazia di Ba'al"[1][2][3][4][5] o, secondo altre interpretazioni, "il mio favore è con Ba'al"[6] o "Baal è generoso"[7]; ad ogni modo, fa parte di tutta una schiera di nomi teoforici riferiti Baal, che include tra gli altri Asdrubale, Sofonisba e Baldassarre.

Il nome punico venne reso dai Greci nella forma Ἁννίβας (Hanníbas), terminante in s per l'impossibilità del greco antico di avere una parola terminante in l[1]; in latino passò invece più fedelmente come Hànnibal[1][3], da cui discende direttamente la forma italiana, che però eredita l'accentazione sulla i dai casi obliqui (Hannìbalis)[1].

Il nome è noto per essere stato portato da Annibale Barca, comandante militare cartaginese ricordato per i suoi risultati nella seconda guerra punica contro Roma[1][2][3][4][6]; in Italia è stato ripreso a partire dall'epoca rinascimentale e ha goduto di diffusione relativamente buona[1]; sono registrate anche delle forme femminili, comunque talmente rare[2] che alcune fonti considerano il nome come esclusivamente maschile[1][4]. In Gran Bretagna è attestato dal XVI secolo, in particolare in Cornovaglia e Devon[7].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia il 1º giugno in memoria di sant'Annibale Maria Di Francia, sacerdote, fondatore dei Rogazionisti e delle Figlie del Divino Zelo[8][9]. Alcune fonti riportano un altro santo al 15 aprile, martire venerato ad Auxerre, che però in realtà non è mai esistito[1].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Annibale.

Variante Annibal[modifica | modifica wikitesto]

Variante Aníbal[modifica | modifica wikitesto]

Variante Hannibal[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m Tagliavini, pp. 117-118.
  2. ^ a b c d e f g h i j De Felice, p. 53.
  3. ^ a b c d e f g h i (EN) Hannibal, su Behind the Name. URL consultato il 10 giugno 2020.
  4. ^ a b c d La Stella T., p. 29.
  5. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 39.
  6. ^ a b c d e (EN) Hannibal, su Online Etymology Dictionary. URL consultato l'11 novembre 2011.
  7. ^ a b c Sheard, p. 268.
  8. ^ Sant' Annibale Maria Di Francia, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 10 giugno 2020.
  9. ^ (EN) Saint Hannibal Mary di Francia, su CatholicSaints.info. URL consultato il 10 giugno 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi