Angiolo Del Santo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Angiolo Del Santo (La Spezia, 11 aprile 18821938) è stato uno scultore italiano.

Figlio di Domenico e di Giovanna Tartarini, nonostante le resistenze familiari, s'iscrive all'Accademia di Belle Arti di Carrara e ne frequenta i primi due anni di corso.

Si trasferisce a Genova presso lo studio dello scultore Scanzi con poco successo; è poi a Spezia, dove apre un proprio studio in via dei Mulini.

Infine, dal 1909 al 1917, è a Torino presso lo scultore Bistolfi, suo vero maestro. Fa ritorno nella sua città natale dedicandosi completamente al lavoro nonostante la sua salute di condizioni cagionevoli.

Autodefinitosi scultore eclettico, Del Santo in effetti è stato artista dalla ricca fantasia, dotato di una grande e monumentale varietà d'ispirazione, con intenso richiamo ai modi del Manierismo rinascimentale.

All'artista, prematuramente scomparso all'età di cinquantasei anni, la città della Spezia ha dedicato una retrospettiva nel 1992.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vittorio Sgarbi, Viaggio sentimentale nell'Italia dei desideri, Bompiani Editore, 2010, pag.301.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pier Carlo Santini, Angiolo Del Santo, 1882-1938, Cassa di Risparmio della Spezia, 1992
  • Sandra Berresford, Italian Memorial Sculpture, 1820 - 1940

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12186237 · ISNI (EN0000 0000 4805 7584 · LCCN (ENnr94001368