Amersham (metropolitana di Londra)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Underground.svg Amersham
Amersham & Chesham Bois
Amersham tube station 1.jpg
Edificio della stazione di Amersham
Stazione della metropolitana di Londra
Gestore TFL
Inaugurazione 1892
Stato in uso
Linea Metropolitan line flag box.png
Localizzazione Amersham
Tipologia stazione di superficie
Interscambio National Rail
Note 2,11 milioni di passeggeri nel 2010[1]
Mappa di localizzazione: Buckinghamshire
Amersham
Amersham
Metropolitane del mondo

Coordinate: 51°40′26.4″N 0°36′25.2″W / 51.674°N 0.607°W51.674; -0.607

Amersham è una stazione della metropolitana di Londra situata nella cittadina di Amersham, nel Buckinghamshire. È compresa all'interno della Travelcard Zone 9. La stazione ha anche linee della National Rail ed è servita dalla Chiltern Railways che opera la tratta per Aylesbury da Marylebone.

È il terminale ovest della Metropolitan line. È inoltre la seconda stazione della metropolitana più lontana dal centro di Londra, essendo situata a 23.7 miglia (38.1 km) da Charing Cross e la seconda stazione più ad ovest rispetto al centro, dopo Chesham.

Banchina della stazione di Amersham.
Roundel alla stazione di Amersham.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione fu inaugurata il 1º settembre 1892[2], originariamente come parte dell'estensione della Metropolitan Railway (la prima linea della metropolitana ad essere costruita) da Chalfont & Latimer (allora Chalfont Road) fino ad Aylesbury.

Il 19 marzo 1922 il nome della stazione fu cambiato in Amersham & Chesham Bois, ma ritornò alla denominazione originale nel 1937.

La stazione fu servita anche dalla Great Central Railway (GCR) a partire dal 16 marzo 1899 sull'estensione per Marylebone.[3] Di conseguenza, la stazione divenne di proprietà condivisa tra la metropolitana e la GCR. Il 1º gennaio 1923 la GCR divenne parte della London & North Eastern Railway (LNER) e in seguito alla nazionalizzazione del 1º gennaio 1948, parte della British Railways. Il servizio ferroviario sulla linea principale Londra-Aylesbury, in seguito alla privatizzazione della British Rail negli anni novanta, è oggi svolto dalla Chiltern Railways.

La linea a nord di Rickmansworth fino ad Amersham fu elettrificata il 12 settembre 1960.[2]

Nel 2009, a causa di problemi finanziari, la Transport for London decise di sospendere i lavori su un progetto per consentire l'accessibilità alla stazione di Amersham e ad altre cinque stazioni, citando come giustificazione il fatto che si tratta di stazioni non particolarmente trafficate e situate a una o due fermate di distanza da stazioni prive di barriere architettoniche.[4] Sia la stazione di Chalfont & Latimer (la successiva fermata in direzione di Londra), sia la stazione di Chesham, situata circa 2 chilometri a nord, hanno ingressi accessibili a persone disabili. Prima che il progetto fosse abbandonato, la TfL aveva speso circa 4,6 milioni di sterline.[5]

A partire dal dicembre 2010, i servizi della Metropolitan line per Amersham sono stati ridotti a due treni ogni ora, con un corrispondente incremento dei treni in direzione del terminale di Chesham (in precedenza servito da un servizio navetta che operava da Chalfont & Latimer.) Amersham ha tuttora una frequenza di quattro treni per ora, considerando anche i servizi della Chiltern Railways per la stazione di Londra Marylebone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Customer metrics: entries and exits, in London Underground performance update, Transport for London, 2010. URL consultato il 3 febbraio 2012.
  2. ^ a b (EN) Clive's Underground Line Guides - Metropolitan Line, Dates, davros.org. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) The Great Central Railway - History, greatcentraltoday.com. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Disability and Deaf Equality Scheme (DES) 2009-2012 (PDF), content.tfl.gov.uk. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  5. ^ (EN) £64 million cost of abandoned Step Free tube, transportforall.org.uk. URL consultato il 25 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]