Alfredo Falcioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfredo Falcioni
Alfredo Falcioni.gif

Ministro di grazia e giustizia del Regno d'Italia
Durata mandato 21 maggio 1920 –
15 giugno 1920
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Francesco Saverio Nitti
Predecessore Lodovico Mortara
Successore Luigi Fera
Legislature XXV

Ministro dell'Agricoltura del Regno d'Italia
Durata mandato 14 marzo 1920 –
21 maggio 1920
Capo del governo Francesco Saverio Nitti
Predecessore Achille Visocchi
Successore Giuseppe Micheli
Legislature XXIV

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 2 marzo 1929 –
4 luglio 1936
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXI, XXII, XXIII, XXIV, XXV, XXVI
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Avvocato

Alfredo Falcioni (Cuzzego, 9 giugno 1868Ghiffa, 4 luglio 1936) è stato un politico italiano.

Fu avvocato, consigliere e presidente del consiglio provinciale di Novara. In seguito divenne Ministro dell'agricoltura italiano nel 1920 nel governo Nitti I (23 giugno 1919 al 21 maggio 1920) e Ministro della Giustizia nello stesso anno nel governo Nitti II (21 maggio 1920 al 15 giugno 1920). Eletto deputato nel 1900, fedelissimo di Giovanni Giolitti, fu nominato senatore nel 1929.

È sepolto nella tomba di famiglia di Cuzzego, piccola frazione del comune di Beura Cardezza.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— 26 dicembre 1901
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
— 15 giugno 1905
Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 31 dicembre 1911
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona d'Italia
— 19 giugno 1913
Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 6 giugno 1901
Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 25 giugno 1911
Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 28 novembre 1912

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]