Alessandro Repetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Repetto
Alessandro Repetto.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIII
Gruppo
parlamentare
Popolari Democratici - L'Ulivo
Coalizione L'Ulivo
Circoscrizione X (Liguria)
Collegio 12 (Chiavari)
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della VI Commissione permanente (Finanze)
  • Componente della Commissione Parlamentare Consultiva in materia di riforma fiscale

Dati generali
Partito politico Partito Popolare Italiano
Titolo di studio dottore in lettere e filosofia
Professione pensionato; ex direttore centrale banca Carige

Alessandro Repetto (Carpeneto, 7 aprile 1940) è un politico italiano. Già deputato, è stato presidente della provincia di Genova dal 2002 al 2012.

Laureato in lettere, sposato, con una figlia, è stato direttore centrale di Banca Carige, sovrintendente di settori aziendali, responsabile dell'Azione Cattolica, delle ACLI, del sindacato e dell'Associazione genitori scuola cattolica. Intraprende l'esperienza politica nel 1994, aderendo al Partito Popolare Italiano. Nelle elezioni politiche del 1994 è candidato in quota popolare nello schieramento centrista del Patto per l'Italia in un collegio genovese per la Camera, tuttavia non risulta eletto. Nel 1996 viene eletto alla Camera dei deputati per la lista de L'Ulivo. Aderirà in seguito alla Margherita per confluire, infine oggi, nel Partito Democratico.

Presidente della Provincia[modifica | modifica wikitesto]

È stato eletto Presidente della Provincia di Genova nel turno elettorale del 2002 (elezione del 26 maggio), raccogliendo il 56,3% dei voti in rappresentanza di una coalizione di Centro-sinistra.

È stato sostenuto, in Consiglio provinciale, da una maggioranza costituita da:

Il suo mandato amministrativo è scaduto nel 2007; alle elezioni provinciali del 27 e 28 maggio 2007 si ricandida nuovamente alla carica presidenziale per il centro-sinistra, ottenendo al primo turno il 49,1% dei consensi. Due settimane dopo, nel secondo turno di ballottaggio - l'unica provincia chiamata nuovamente al voto delle altre interessate - del 10 e 11 giugno contro la candidata del Centro-destra Renata Oliveri riuscirà a vincere le elezioni con una soglia del 51,44%. Per il mandato 2007-2012 è stato sostenuto da una maggioranza composta da:

Il 18 aprile 2012 ha rassegnato le dimissioni, che diverranno effettive l'8 maggio[1], in polemica con la riforma delle province elaborata dal Governo Monti[2].

Per buona parte del periodo in cui ha ricoperto la carica suo portavoce è stata la scrittrice Barbara Fiorio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]