Alessandro Campeggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Campeggi
cardinale di Santa Romana Chiesa
Campeggio-Alessandro-1554.jpg
Template-Cardinal (Bishop).svg
 
Nato12 aprile 1504, Bologna
Creato cardinale20 novembre 1551 da papa Giulio III
Deceduto21 settembre 1554, Roma
 

Alessandro Campeggi (Bologna, 12 aprile 1504Roma, 21 settembre 1554) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano. Fu vescovo di Bologna dal 19 marzo 1526 al 6 marzo 1553.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver fatto studi umanistici, frequentò i corsi di diritto all'Università di Padova.[1] Seguendo la consolidata tradizione familiare, intraprese la carriera ecclesiastica e a ventidue anni, nel 1526, ottenuta una dispensa per la sua giovane età, ottenne il vescovato di Bologna, succedendo a suo padre Lorenzo.[1] Papa Giulio III, dopo aver superato alcune riserve sulla famiglia Campeggi, stimata poco rispettosa e non disponibile a rinunciare a un loro feudo,[1] lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 20 novembre 1551.[1] Partecipò, con qualche iniziale riluttanza,[1] alla seconda fase del Concilio di Trento che si svolse dal 1547 nella sua diocesi di Bologna.[1] I suoi interventi ai lavori conciliari furono comunque piuttosto modesti.[1] Nel 1553, così come aveva fatto il padre nei suoi confronti, rinunciò al titolo di vescovo di Bologna in favore del cugino Giovanni Campeggi.[1]

Morì il 21 settembre 1554 all'età di 50 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Fonte: A. Prosperi, Dizionario Biografico degli Italiani, riferimenti e link in Collegamenti esterni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173503617 · ISNI (EN0000 0001 2360 5852 · GND (DE1013835719 · CERL cnp01297578