Alberto Pasini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alberto Pasini (ca. 1880)

Pietro Maria Alberto Pasini (Busseto, 3 settembre 1826Cavoretto, 15 dicembre 1899) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di due anni perse il padre Giuseppe, e la madre Adelaide Crotti Balestra lo portò a Parma, nella casa dello zio Antonio Pasini, pittore e collaboratore di Giovanni Bodoni. A 17 anni si iscrisse all'Accademia di Belle Arti di Parma, scegliendo la sezione paesaggio. Fu poi indirizzato alla litografia dal direttore dell'accademia, l'incisore Paolo Toschi. Tra i suoi primi lavori una serie di trenta litografie sui castelli del ducato di Parma e Piacenza (1850-51).

Prese parte alla prima guerra d'indipendenza come milite della colonna di Modena. Dopo aver soggiornato per breve tempo a Torino, nel 1851 andò a Ginevra e poi a Parigi, dove fu indirizzato dal Toschi allo studio di Henriquel Dupont, che lo presentò al celebre acquarellista e incisore Eugène Cicéri. Nel 1854 passò nello studio di Théodore Chassériau, che valorizzò in lui la propensione per la pittura orientalista.

Nel marzo 1855, per intervento di Chassériau, ottenne di essere aggregato come disegnatore a una missione diplomatica del governo francese in Persia, Turchia, Siria, Arabia ed Egitto. Durante quel viaggio realizzò una sessantina di studi e molti disegni, che furono la base delle opere del genere verista di stampo esotico che fecero la sua fortuna prima in Francia e poi in Italia.

Carovana araba (1866)
Sulle rive del Bosforo (1869)

Ottenne molte onorificenze. A Parigi fu decorato della Medaglia d'Onore per la pittura, lo Scià di Persia gli conferì il titolo di "Ufficiale del Leone e del Sole", Napoleone III lo decorò della Legion d'Onore (1878), il re d'Italia dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.

Le sue opere sono conservate nei musei e gallerie d'arte di tutto il mondo, tra cui le Gallerie d'Arte Moderna di Torino, Milano, Firenze e Roma; la Galleria Nazionale, il Museo Fondazione Cariparma e la Pinacoteca Stuard di Parma; la Pennsylvania Academy of Arts di Filadelfia, la casa d'aste Christie's di Londra, e L'art institute di Chicago.

A Parma gli è dedicato "viale Alberto Pasini", una strada dell'Oltretorrente che collega Barriera Santa Croce con viale Piacenza.

È sepolto nel Cimitero monumentale di Torino.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Nota: l'elenco è incompleto.

  • Veduta della baia di Napoli (1878)
  • La Moschea Moristan al Cairo
  • Scena di una via di Damasco (1861)
  • Dans le bazar de Constantinople
  • Caccia al falcone (1862)
  • Il Canal Grande di Venezia
  • La passeggiata dell'harem (1878)
  • Veduta di Moncalieri (1892)
  • Interno del maniero di Issogne (1881)
  • Rio Santa Maria Formosa (1898)
  • Carovana che si prepara alla partenza (Parma, Pinacoteca Stuard)
  • Rovine classiche nel deserto (Pinacoteca Stuard)
  • Pattuglia di cavalieri persiani (Pinacoteca Stuard)
  • Una carovana nel deserto (Firenze, Galleria d'Arte moderna)
  • Porta di un bazar (Roma, Galleria Nazionale d'Arte moderna)
  • Il Canal Grande di Venezia (Galleria Nazionale d'Arte moderna)
  • Bazar a Costantinopoli (Milano, Galleria d'Arte moderna)
  • Sosta di una carovana in Persia (Milano, Galleria d'Arte moderna)
  • Caccia al falco nei dintorni del lago di Urmiah (Torino, Galleria d'Arte moderna)
  • Il corriere del deserto (Torino, Galleria d'Arte moderna)
  • Il Nilo (Torino, Galleria d'Arte moderna)
  • Costantinopoli (Torino, Galleria d'Arte moderna)
  • L'Alambra a Granada (Torino, Galleria d'Arte moderna)
  • Davanti al palazzo (Filadelfia, Pennsylvania Academy of Arts).
  • Alberto Pasini - Damascus - Walters 37193.jpg
  • A Mosque MET DT336289.jpg
  • Alberto Pasini - Market Day in Constantinople - Google Art Project.jpg
  • Alberto Pasini Am Goldenen Horn.jpg
  • Pasini Alberto A Market Scene.jpg
  • Alberto Pasini (attr.) - Oriental landscape with Mosque.jpg
  • Pasini Alberto Cairo.jpg
  • Alberto Pasini - Circassian Cavalry Awaiting their Commanding Officer at the Door of a Byzantine Monument, Memory of the Orient - 2003.48 - Art Institute of Chicago.jpg

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN42113210 · ISNI (EN0000 0000 6662 1556 · SBN MILV176541 · CERL cnp01387146 · Europeana agent/base/143108 · ULAN (EN500001307 · LCCN (ENnr91041236 · GND (DE119011840 · BNF (FRcb14968927z (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr91041236