Accademia di belle arti di Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Accademia di Belle Arti di Parma)
Jump to navigation Jump to search
Accademia di belle arti di Parma
Istituto d'Arte Parma.JPG
Ingresso del liceo artistico Paolo Toschi
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàParma
IndirizzoViale Toschi 1
Organizzazione
Tipoaccademia di belle arti
Fondazione1757
PresideFranco Carpanelli
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 44°48′19.3″N 10°19′32″E / 44.805361°N 10.325556°E44.805361; 10.325556

L'Accademia di belle arti di Parma è un istituto di formazione artistica fondato a Parma nel 1757 dal duca Filippo di Borbone. Ha sede in un'ala del palazzo della Pilotta che fronteggia il Lungoparma, che attualmente ospita anche il liceo artistico statale Paolo Toschi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia trae origine dalla scuola privata di pittura detta "lombarda", riconosciuta da Filippo di Borbone nel 1752 e trasformato in accademia nel 1757. I suoi statuti, che suscitarono grande ammirazione in Europa, prevedevano gli insegnamenti di pittura, scultura e architettura. Venivano organizzati annualmente concorsi di pittura e architettura.

Nel periodo del governo francese (1803-1814) fu soppressa da un decreto napoleonico e ripristinata da Maria Luigia nel 1816. Nel 1822 un decreto ducale aggiunse agli insegnamenti tradizionali l'intaglio in rame, lo studio del nudo e la storia delle arti. Nell'Ottocento un gruppo di artisti parmigiani guidati da Paolo Toschi rinverdì i successi raggiunti nel secolo precedente.

Dopo l'unità d'Italia fu accorpata a quelle di Modena e di Bologna, ma riacquistò l'autonomia nel 1877. In quell'anno fu suddivisa in due enti: il Collegio degli accademici, con funzioni storico-culturali, e l'Istituto di belle arti, con fini didattici. A partire dal 1883 l'Istituto di belle arti diventa Scuola d'arte applicata all'industria.

Con la Riforma Gentile del 1923 viene fondato il Regio Istituto d'arte Paolo Toschi. Il Collegio degli accademici fu trasformato nel 1936 in Regia accademia di belle arti e nel 1973 assunse il nome di Accademia nazionale di belle arti. Nel dopoguerra il Regio Istituto d'arte prese il nome di Istituto statale d'arte Paolo Toschi, che dal 2011 si chiama liceo artistico statale Paolo Toschi.

Le funzioni originarie dell'Accademia di belle arti sono svolte attualmente dal liceo artistico Paolo Toschi, ma l'Accademia esiste ancora e ha sede in alcuni locali al primo piano del Liceo. È presieduta attualmente dall'arch.Franco Carpanelli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2097 912X