Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati

Aiuto:Ultime modifiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il link "Ultime modifiche", situato nella barra a sinistra dell'interfaccia di Wikipedia

La pagina speciale "Ultime modifiche" permette di conoscere le ultime modifiche apportate alle pagine di Wikipedia e l'inserimento di nuove pagine. Vi si accede tramite il collegamento presente nel riquadro "navigazione" sulla sinistra di ogni pagina. È possibile anche creare un collegamento usando la sintassi [[Speciale:UltimeModifiche]].

La pagina "Ultime modifiche" è usata principalmente per tenere sotto controllo il lavoro degli utenti: consente infatti di verificare l'entità delle modifiche e di accedere velocemente alla cronologia delle pagine modificate, rendendo così possibile correggere eventuali errori o bloccare i vandalismi.

Gnome-help.svgSportello informazioni

Modalità di visualizzazione

A partire dal mese di ottobre 2017 sono disponibili due versioni della pagina che presentano interfacce diverse: una versione "classica" e una "migliorata" che contiene funzioni aggiuntive. Gli utenti registrati possono scegliere in qualsiasi momento quale versione utilizzare attraverso le proprie preferenze, spuntando l'apposita casella nella scheda Ultime modifiche; si noti che questa scelta influenza anche l'aspetto della pagina Modifiche correlate. Chi non ha effettuato il login, invece, visualizza automaticamente la versione migliorata.

Composizione della pagina

Qualunque versione si stia usando, la pagina delle Ultime modifiche può essere suddivisa in tre parti: dopo una breve descrizione della pagina, nella parte alta è presente un'area (dallo sfondo azzurro) con dentro un menù che consente di accedere velocemente alle pagine di servizio più utili (questi collegamenti sono stati inseriti qui poiché la pagina stessa è una delle più utilizzate dai wikipediani). Se si utilizza la versione migliorata della pagina, questo menù si trova all'interno di un'area a scomparsa intitolata "Altri strumenti di revisione".

Segue la seconda parte, in cui una serie di strumenti permette di scegliere quali tipi di modifiche visualizzare; l'aspetto e le opzioni disponibili differiscono nelle due versioni della pagina.

Infine, la terza parte contiene le ultime modifiche sotto forma di elenco puntato, ed è uguale in entrambe le versioni della pagina. La sezione seguente descrive in dettaglio la struttura di questo elenco.

Elenco delle ultime modifiche

Se si usano le preferenze predefinite, nella pagina verranno elencate le ultime 50 modifiche. Di seguito si riportano le ultime cinque modifiche così come appaiono nella pagina vera e propria:

Elenco di abbreviazioni:
r
Questa modifica potrebbe avere problemi e dovrebbe essere rivista (ulteriori informazioni)
N
Creazione di una nuova pagina (vedi le nuove pagine)
m
Modifica minore
b
Modifica effettuata da un bot
D
Modifica effettuata su Wikidata
(±123)
Variazione della pagina in numero di byte

21 apr 2019

Ogni riga dell'elenco è così composta:

  • strumento "diff": consente di verificare cosa è stato modificato nella pagina tramite un confronto fra la versione della pagina a seguito della modifica e la versione immediatamente precedente; lo strumento "diff" non è disponibile quando la modifica è stata la prima per la pagina;
  • strumento "cron": consente di accedere alla cronologia della pagina;
  • una "m": viene mostrata solo se l'utente ha contrassegnato la modifica come minore;
  • una "N": viene mostrata solo se la modifica ha di fatto creato una pagina nuova;
  • una "b" in grassetto: viene mostrata solo se la modifica è stata effettuata da un bot autorizzato;
  • un "!": viene mostrato in corrispondenza delle modifiche non ancora verificate (la funzione di Verifica delle modifiche è riservata agli utenti abilitati);
  • link alla pagina in cui è stata effettuata la modifica (sarà visualizzata l'ultima versione della pagina);
  • ora della modifica;
  • un numero tra parentesi preceduto da + o - (+15): indica quanti byte sono stati aggiunti od eliminati con l'ultima modifica apportata alla voce.
  • identificativo dell'utente che ha effettuato la modifica: viene mostrato il link alla pagina utente se l'utente aveva effettuato il login prima della modifica; oppure l'indirizzo IP nel caso l'utente non era ancora registrato o non aveva fatto il login; si noti che il collegamento all'indirizzo IP conduce ai contributi utente;
  • link alla pagina di discussione dell'utente (mostrato tra parentesi tonde);
  • link alla pagina speciale con i contributi dell'utente: viene mostrato solo per gli utenti registrati e loggati nella stessa parentesi dove si trova i link alla pagina di discussione;
  • oggetto della modifica: se è stato inserito dall'utente viene mostrato tra parentesi tonde e in corsivo.

Si noti che:

  • gli eventuali link alla pagina utente e alla relativa discussione sono mostrati col colore rosso se le pagine non sono ancora state create;
  • alcune delle righe riguardano i cosiddetti "log": spostamenti di pagine, creazione di nuovi utenti, caricamento di immagini, cancellazione di pagine e blocco di utenti; in queste righe mancano i link alle pagine interessate e agli strumenti "diff" e "cron", ma è presente il link alla pagina speciale dedicata al "log" che è stato eseguito;
  • se l'utente ha impostato alcuni "Osservati speciali" i nomi delle pagine sotto osservazione saranno mostrati in grassetto, così da renderne più facile l'individuazione nell'elenco;
  • gli utenti loggati possono impostare delle preferenze per personalizzare la visualizzazione dell'elenco; vedere Aiuto:Preferenze/Ultime modifiche per un approfondimento;
  • se una pagina viene spostata, le modifiche precedenti sono mostrate nella lista delle "Ultime modifiche" (e in liste simili) utilizzando il nuovo nome;
  • dopo che una pagina è stata cancellata, le sue modifiche non sono più mostrate nella lista delle "Ultime modifiche" (e in liste simili).

Colori

Se si è utenti registrati, tramite una modifica al foglio di stile (vector.css, monobook.css o altro .css a seconda della skin selezionata) è possibile colorare a piacere il numero dei caratteri di differenza delle modifiche, nel caso vengano, complessivamente, aggiunti o rimossi caratteri. L'esempio sotto riportato fa apparire in verde le aggiunte di testo e in rosso le rimozioni:
.mw-plusminus-pos { color:darkgreen; }
.mw-plusminus-neg { color:red; }
Impostare il testo di colore nero (#000), ad esempio, lo rende ben leggibile con sfondo standard. Questa modifica interessa le pagine Speciale:UltimeModifiche, Speciale:OsservatiSpeciali (aiuto) e Speciale:ModificheCorrelate (aiuto). Per ulteriori informazioni, vedere Aiuto:Osservati speciali#Colori.

Opzioni di visualizzazione (versione classica)

Riquadro contenente le opzioni di visualizzazione delle ultime modifiche di Wikipedia (interfaccia classica)

Nella versione classica della pagina, l'elenco delle ultime modifiche è preceduto da un riquadro, etichettato "Opzioni ultime modifiche", che contiene una serie di opzioni per perfezionare la visualizzazione delle ultime modifiche. In particolare, queste opzioni consentono di:

  • cambiare il numero delle modifiche visualizzate;
  • cambiare il numero dei giorni da prendere in esame;
  • nascondere o mostrare:
    • le modifiche effettuate dagli utenti registrati o anonimi; in particolare gli utenti anonimi sono più spesso autori di vandalismi;
    • quelle effettuate da sé stessi;
    • quelle effettuate dai bot;
    • le modifiche minori;
    • l'inserimento/rimozione delle pagine nelle categorie, dal punto di vista della categoria;
    • le modifiche effettuate su Wikidata;
    • le modifiche non ancora verificate;
  • elencare solo le voci nuove (il collegamento, situato nella legenda, punta alla pagina Speciale:PaginePiùRecenti);
  • aggiornare l'elenco, mostrando solo le nuove modifiche successive al momento in cui si è entrati nella pagina ("Mostra le nuove modifiche a partire daː $2, $3");
  • mostrare solo le modifiche apportate in un determinato namespace (oppure di escluderlo, se si utilizza la casella di spunta "Inverti selezione"; la spunta "Namespace associato" invece include o meno le relative pagine di discussione);
  • mostrare solo le modifiche con certe etichette automatiche.

Modifiche successive a un dato momento

Nella sezione della pagina con le opzioni di visualizzazione sono presenti anche dei link dedicati ai wikipediani più esperti (impegnati nella battaglia quotidiana contro i vandalismi). Uno di questi mostra la data e l'ora in cui si è visualizzato l'elenco delle ultime modifiche (il link segue la scritta "Mostra modifiche a partire da").

Questo link, se salvato fra i preferiti o in un file, potrà consentire di ritornare a controllare le ultime modifiche in un secondo momento (dopo la pausa pranzo ad esempio). L'elenco che verrà generato utilizzando il link, infatti, mostrerà tutte le modifiche che sono avvenute nel frattempo.

Si noti che la URL in questione è modificabile manualmente. Ad esempio, se la URL era:

http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Speciale:Recentchanges&from=20051230162626&limit=250

si noterà che dopo il parametro "&from=" c'è la data nel formato yyyymmddhhmmss (anno,mese,giorno,ora,minuto,secondo): sarà sufficiente cambiare la data e/o l'ora per controllare le modifiche effettuate a partire da quel determinato momento. Il numero dopo il parametro "&limit=" permetterà di stabilire il numero delle modifiche da visualizzare (il massimo è 5000). Sempre manualmente è anche possibile aggiungere i parametri "&hideminor=1" per nascondere le modifiche minori, "&hideliu=1" per nascondere le modifiche degli utenti loggati e "&hidebots=0" per mostrare le modifiche apportate dai bot.

Opzioni di visualizzazione (versione migliorata)

Menù e pulsanti usati per modificare la visualizzazione delle ultime modifiche su Wikipedia, nella nuova interfaccia introdotta nel 2017

Nella versione migliorata della pagina Ultime modifiche, le opzioni descritte nella sezione precedente sono implementate attraverso una serie di filtri e pulsanti. Per cambiare il numero di modifiche e di giorni da visualizzare, bisogna premere sul pulsante in basso a destra contrassegnato da una rotellina; notare che il menù che appare consente anche di impostare il numero di ore (anziché giorni) da visualizzare. Sopra questo pulsante ce ne sono altri due che permettono di filtrare le modifiche in base al namespace o all'etichetta associata. Per specificare altri criteri con cui filtrare le modifiche, è sufficiente premere sul menù "Filtra le modifiche" e selezionare i filtri che interessano. Per esempio, se si vuole visualizzare soltanto le modifiche che abbiamo effettuato noi stessi, basta attivare il filtro "Mie modifiche".

Filtri

Per prima cosa è importante notare che i filtri sono suddivisi in gruppi; ciascun gruppo contiene filtri che riguardano proprietà correlate fra loro. In molti gruppi (ma non tutti), le proprietà sono mutuamente esclusive e coprono tutti i possibili tipi di modifica. Per esempio, nel gruppo "Autore del contenuto", i filtri "Mie modifiche" e "Modifiche di altri" si escludono a vicenda (una modifica può essere stata effettuata dall'utente A oppure dall'utente B, ma non da entrambi) e coprono tutti i casi possibili (se una modifica non è stata fatta da me, è stata fatta da qualcun altro, e non c'è una terza possibilità).

Nota: al contrario di quanto si potrebbe pensare, se in un gruppo non è selezionato alcun filtro, tutti i filtri di tale gruppo sono attivi, perciò il risultato è lo stesso che si avrebbe selezionando tutti i filtri di quel gruppo. Di conseguenza, per disattivare un filtro non basta lasciarlo deselezionato, ma si deve anche controllare che almeno un altro filtro nello stesso gruppo sia attivo. Per esempio, se nel gruppo "Contributori automatici" non si seleziona alcun filtro, i risultati mostreranno sia le modifiche effettuate dalle persone, sia quelle dei bot, il che potrebbe "intasare" l'elenco delle modifiche (i bot possono modificare centinaia di pagine al minuto); perciò è in genere conveniente lasciare deselezionato il filtro "Bot", ma al contempo ci si deve anche accertare che il filtro "Umani (non bot)" sia attivo.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione è il modo in cui vengono filtrati i risultati quando più filtri sono attivi contemporaneamente. Se si selezionano più filtri appartenenti allo stesso gruppo, essi vengono combinati insieme tramite la funzione booleana OR. Per esempio, selezionando i filtri "Non registrato" e "Nuovi utenti", verranno mostrate le modifiche effettuate da chi non ha eseguito l'accesso oppure da chi è registrato da poco tempo.

Selezionando invece filtri appartenenti a gruppi diversi, essi vengono valutati tramite la funzione AND. Riprendendo l'esempio precedente, se si aggiunge anche il filtro "Non verificate", verranno mostrate le modifiche effettuate da chi non ha eseguito l'accesso oppure da chi è registrato da poco tempo, ma soltanto quelle che non sono state ancora contrassegnate come verificate. In formula, la logica di questa ricerca potrebbe essere espressa così:

ultime modifiche da visualizzare = (modifiche di utenti non registrati OR modifiche di nuovi utenti) AND modifiche non verificate

I filtri selezionati vengono mostrati sotto forma di etichette nell'area "Filtri attivi". Se una di queste etichette è di colore grigio, significa che quel filtro, pur essendo attivo, non ha effetto. Ciò può accadere in due casi:

  • sono stati selezionati tutti i filtri appartenenti a uno stesso gruppo. Come già spiegato, selezionare tutti i filtri di un gruppo equivale a non selezionarne nessuno. Se la causa è questa, posizionando la freccia del mouse sopra una delle etichette grigie apparirà un messaggio che spiega quanto appena detto;
  • un filtro non è selezionato ma soltanto evidenziato. Il colore dell'evidenziatore è indicato da un pallino all'interno dell'etichetta.

Quando si visualizza la pagina delle ultime modifiche, una serie predefinita di filtri compare automaticamente nell'area "Filtri attivi", perciò un'eventuale combinazione personalizzata di filtri deve essere impostata manualmente. Per evitare di dover ripetere quest'operazione tutte le volte che si visita la pagina delle ultime modifiche, è possibile salvare una o più configurazioni di filtri. Per farlo, bisogna innanzitutto attivare i filtri di nostro interesse, dopodiché si preme sul pulsante a forma di segnalibro sulla destra, si assegna un nome alla configurazione e si preme "Crea filtro". In questo modo, la prossima volta che si accede alla pagina delle ultime modifiche sarà sufficiente premere sul pulsante "Filtri salvati" e selezionare il nome della configurazione di filtri desiderata. Tramite il menù "..." a fianco del nome è inoltre possibile impostare come predefinita la configurazione, in modo che venga caricata automaticamente quando si visualizzano le ultime modifiche, oppure rinominarla o cancellarla.

Evidenziatori

I risultati forniti dai filtri possono essere evidenziati con un colore per distinguerli e trovarli più rapidamente. È possibile associare un colore a uno o più filtri contemporaneamente: per farlo, si deve premere il tasto "Evidenzia risultati" all'interno del menù di selezione dei filtri; appare così l'icona di un evidenziatore a fianco di ciascun filtro, tramite la quale si può selezionare il colore da associare al filtro. Il colore scelto verrà usato per evidenziare le modifiche che corrispondono alla descrizione del filtro. Nell'area "Filtri attivi", inoltre, le etichette associate ai filtri evidenziati contengono un pallino dello stesso colore degli evidenziatori. Per cancellare un evidenziatore, si può premere la X nell'etichetta (ma questo disattiva anche il filtro), oppure selezionare il colore bianco.

Una modifica può soddisfare più di un criterio di ricerca (per esempio può essere segnata come minore e non ancora verificata); quando una modifica possiede le proprietà descritte da più di un filtro evidenziato, il colore con cui viene evidenziata è dato dalla fusione dei colori assegnati ai singoli filtri (per esempio, il giallo e il blu danno il verde). Per distinguere più facilmente le proprietà possedute da una modifica, alla sua sinistra appaiono tanti pallini quanti sono i filtri corrispondenti, ognuno con il proprio colore.

Le proprietà descritte dai filtri possono essere evidenziate anche senza attivare i filtri. Per farlo, è sufficiente assegnare un colore alla proprietà (come spiegato sopra) lasciando il filtro deselezionato. Questa tecnica permette di individuare modifiche con particolari proprietà pur mantenendo un livello di filtraggio ampio, che include anche altri tipi di modifiche. Un esempio d'uso può essere il seguente: supponiamo di essere interessati ai contributi di tutti gli utenti registrati, ma di voler distinguere gli utenti del gruppo "Nuovi utenti" dai "Principianti" assegnando loro due colori diversi; per farlo, si potrebbero attivare ed evidenziare i filtri corrispondenti a queste proprietà, ma in questo modo non si visualizzerebbero più le modifiche degli "Utenti con esperienza". Se invece si evidenziano i filtri "Nuovi utenti" e "Principianti" senza però attivarli, sarà possibile continuare a vedere anche le modifiche degli "Utenti con esperienza".

Pagine correlate