Aeshna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aeshna
Aeshna.cyanea.male.jpg
Maschio di Aeshna cyanea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Palaeoptera
Ordine Odonata
Sottordine Epiprocta
Infraordine Anisoptera
Famiglia Aeshnidae
Sottofamiglia Aeshninae
Tribù Aeshnini
Genere Aeshna
Fabricius, 1775
Sinonimi

Aeschna

Nomi comuni

(EN) Hawker dragonfly, (EN) Mosaic Darners

Specie

vedi testo

Aeshna Fabricius, 1775 è un genere di Odonati della famiglia Aeshnidae.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Fabricius non descrisse l'origine del nome scientifico "Aeshna", e diverse sono le ipotesi etimologiche; una di queste fa risalire l'etimologia al greco α (privativo) + ισχνós, η, oυ = estenuato in riferimento alla caratteristica di instancabili volatori degli insetti appartenenti a questo genere.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La ninfa è caratterizzata da 6-9 segmenti di spine laterali sull'addome e dall'assenza di uncini sul dorso.[3]

Gli adulti hanno una livrea blu con strisce più scure marroni. Le ali sono acutamente frastagliate nei margini inferiori con stigmate lineari vicino alle estremità. Gli occhi sono caratteristici osservati dal dorso, in quanto i globi oculari si incontrano nella porzione mediana della testa.[4]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli insetti del genere Aeshna, sia nelle forme giovanili che in quelle adulte, sono abilissimi predatori di larve e piccoli invertebrati; instancabili volatori, pattugliano le zone umide alla ricerca di prede. Buona parte delle specie sono di abitudini diurne, ma alcune prediligono le ore notturne per la predazione. Lo stadio adulto viene raggiunto dopo circa 3 anni e le femmine, non appena raggiunta la maturità sessuale, si accoppiano e depositano un primo cluster di uova. Nelle successive settimane di vita, avvengono diverse deposizioni, preferibilmente in fusti o steli di piante acquatiche macrofite, con la femmina che arriva a immergersi completamente in acqua. Le ninfe prediligono acque fresche, superficiali e riparate, con presenza erbosa.[4].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Aeshna Fabricius, 1775, in World Odonata List. URL consultato il 10 novembre 2016.
  2. ^ Costantino D'Antonio & Francesca Vegliante, Derivatio nominis libellularum europæarum (PDF), dominique.mouchene.free.fr.
  3. ^ (EN) Guide to the insects of Connecticut, prepared under the direction of Wilton Everett Britton, su BHL.
  4. ^ a b (EN) Ernest Schwiebert, Nymphs, Stoneflies, Caddisflies, and Other Important Insects: Including The Lesser Mayflies, vol. 2, Rowman & Littlefield, 2007, pp. 566. URL consultato il 10 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi