Adromischus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Adromischus
Adromischus cooperii.jpg
Adromischus cooperii
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rosales
Famiglia Crassulaceae
Genere Adromischus
Lem., 1852
Classificazione APG
Ordine Saxifragales
Famiglia Crassulaceae
Specie

vedi testo

Adromischus Lem., 1852 è un genere di piante appartenente alla famiglia Crassulaceae, originario del Sudafrica.

Il suo nome deriva dal greco adros (abbondante) e mischòis (stelo).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sono piante succulente nane che crescono a cespi, le foglie sono molto carnose e possono assumere forma rotonda, cuneata o piatta; esposte al sole prendono una colorazione screziata. I fiori spuntano al centro della pianta sotto forma di spiga.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Comprende le seguenti specie:[1]

Esemplare di Adromischus triflorus

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

L'Adromischus richiede un terreno molto poroso composto da terra, sabbia e ghiaia in modo che la pianta possa godere di un ottimo drenaggio dato che il maggior pericolo di questa pianta è il marciume. La sua esposizione dovrà essere di pieno sole con annaffiature regolari. In inverno la temperatura non dovrà essere inferiore ai 5-7 °C e le annaffiature andranno regolate a seconda della specie, dato che le Adromischus sono distribuite nel Sud-Africa sia in regioni a piovosità estiva sia molte in regioni a piovosità invernale, ma anche con periodi di piovosità in mezze stagioni (primavera e autunno) o tutto l'anno, questo fatto implica da parte del coltivatore appassionato l'informarsi del luogo di provenienza della specie.

La loro moltiplicazione avviene per talea staccando semplicemente una delle foglie carnose, assicurandosi che venga tolta fin dalla base dell'attaccatura col fusto, che verrà messa a radicare in un letto di sabbia asciutta, senza interrare, a volte le foglie più vecchie si staccano spontaneamente e radicano senza che noi facciamo niente, quando avranno iniziato a radicare verranno leggermente annaffiate, da seme la moltiplicazione è molto più lenta, alcune specie il primo anno non raggiungono che pochi mm (2 o 3) e sembrano delle piccolissime palline verdi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Adromischus in The Plant List. URL consultato il 2 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]