Adriana Dunavska

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adriana Dunavska
Nazionalità Bulgaria Bulgaria
Altezza 163 cm
Peso 41 kg
Ginnastica ritmica Gymnastics (rhythmic) pictogram.svg
Specialità Individuale
Società CSKA
Ritirata 1989
Palmarès
Giochi olimpici 0 1 0
Mondiali 2 3 1
Europei 5 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 22 gennaio 2018

Adriana Vladimirova Dunavska (in bulgaro: Адриана Владимирова Дунавска?; Sofia, 4 aprile 1972[1]) è un'ex ginnasta bulgara medaglia d'argento nel concorso individuale alle Olimpiadi di Seul 1988.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dunavska fece il suo debutto internazionale nel corso degli Europei di Firenze 1986, terminando al quarto posto nel concorso individuale e laureandosi campionessa nella palla a pari merito con le sovietiche Tatiana Drutchinina e Galina Beloglazova. L'anno seguente prese parte ai Mondiali di Varna giungendo seconda nel concorso individuale e guadagnando l'oro alla fune.

Sì presentò alle Olimpiadi di Seul 1988 fresca del titolo europeo vinto poco prima a Helsinki, dovendo affrontare la concorrenza delle ginnaste sovietiche e della connazionale Bianka Panova. Alla fine ebbe la meglio l'impeccabile russa Maryna Lobač (60.000) relegando Adriana Dunavska al secondo posto (59.590 punti), mentre l'altra russa Oleksandra Timošenko (59.875) dovette accontentarsi della medaglia di bronzo davanti a Bianka Panova.

Concluse la sua carriera sportiva dopo i Mondiali di Sarajevo 1989, dove contribuì alla medaglia d'oro vinta dalla Bulgaria nella gara a squadre, fu terza nel concorso individuale e due volte medaglia d'argento nella palla e nel nastro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Seul 1988: argento nel concorso individuale.
Varna 1987: oro nella fune, argento nell'all-around.
Sarajevo 1989: oro nella gara a squadre, argento palla e nel nastro, bronzo nell'all-around.
Firenze 1986: oro nella palla.
Helsinki 1988: oro nell'all-around, nel nastro, nelle clavette e nel cerchio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Adriana Dunavska, su visittobulgaria.com. URL consultato il 22 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]