Aborym

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aborym
Paese d'origine Italia Italia
Genere Industrial metal[1]
Black metal[1]
Periodo di attività 1992in attività
Etichetta Season of Mist
Album pubblicati 9
Studio 6 + 3 demo
Live 0
Raccolte 0
Sito web

Gli Aborym sono un gruppo italiano industrial black metal[2][3] fondato a Taranto nel 1992.

Stile[modifica | modifica sorgente]

Definiscono il proprio stile "hard/black alien industrial metal". Questa immagine viene data utilizzando un'iconografia apocalittica ed erotica, città in rovina, panorami post-industriali, corpi femminili ricoperti di luci, tagli ed "abrasioni". I testi trattano principalmente tematiche come satanismo, esoterismo, spiritualità ed occultismo[3].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fino al 2005, in cui Bard "Faust" Eithun entra a far parte della band, gli Aborym hanno sempre utilizzato batterie elettroniche nei loro album,[1] ma la scelta di un batterista acustico non ha impedito alla band di continuare nell'utilizzo di samples e noises industriali, loro caratteristica fin dagli esordi.

Sin dagli esordi hanno avuto modo di collaborare con importanti nomi della scena black metal internazionale, come il cantante Attila Csihar (Mayhem) ed il già citato Faust, ottenendo un buon riconoscimento internazionale anche grazie a queste blasonate partecipazioni. Altre collaborazioni sono state Karyn Crisis dei Crisis; Davide Tiso; Narchost; Richard K.Szabo di TWZ, il sassofonista Marcello Balena; Emiliano Natali; Marc Urselli; Giulio di Hour of Penance; Pete di Blood Tsunami.

Nel 2013 è uscito il loro sesto album studio Dirty.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Demo[modifica | modifica sorgente]

  • 1993 - Live In Studio
  • 1993 - Worshipping Damned Souls
  • 1997 - Antichristian Nuclear Sabbath

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Aborym su Encyclopaedia Metallum
  2. ^ http://www.spirit-of-metal.com/groupe-groupe-Aborym-l-en.html
  3. ^ a b Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives - Aborym

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal