Aaptosyax grypus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aaptosyax grypus
Aaptosyax grypus.JPG
Aaptosyax grypus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Ostariophysi
Ordine Cypriniformes
Superfamiglia Cyprinoidea
Famiglia Cyprinidae
Genere Aaptosyax
Specie A. grypus
Nomenclatura binomiale
Aaptosyax grypus
Rainboth, 1991)
Sinonimi

Aptosyax grypus Rainboth, 1991

Nomi comuni

(EN) Giant salmon carp
(EN) Mekong giant salmon carp
(CS) Sanak asijský
(DE) Lachskarpfen
(LO) Pa sanak

Aaptosyax grypus Rainboth, 1991, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae endemico del bacino del Mekong.[2]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico è costituito dalle radici greche ἄαπτος = invincibile e σῦαξ = tipo di pesce. Grypus è una forma latinizzata dell'aggettivo greco γρυπός = curvo, incurvato e fa riferimento ad una caratteristica morfologica della specie.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie ha un areale molto vasto coincidente con la rete idrografica del bacino del Mekong, in Indocina, ma con una densità estremamente bassa, tale da avvalorare i sospetti di una sua estinzione in Thailandia e Cambogia, essendoci ultimamente evidenza della sua presenza solo in Laos. Il suo habitat preferito è costituito dalle acque fangose dei grandi fiumi (in primis Mekong e suoi affluenti principali) e solamente nel periodo riproduttivo si reca in acque più chiare e veloci risalendo i fiumi verso a monte.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lungo fino a 130 cm, con un peso massimo conosciuto di 30 kg[2] possiede una forma slanciata anteriormente, che nella parte posteriore diviene progressivamente compressa lateralmente. Il cranio è ampio, con testa che decresce anteriormente. La mascella inferiore è possente con rigonfiamento caratteristico all'intersezione della bocca con quella superiore. Le palpebre adipose ricoprono circa un terzo dell'occhio. I giovani individui sono verdastri sul dorso, con i tre quarti inferiori color argento vivo; gli adulti sono interamente blu-argentati con il dorso più scuro, compresa la testa e la mascella superiore. Pinna dorsale con 9 raggi, pinna anale con 8-9, le pinne pettorali con 15-17, le pinne ventrali con 10 e quella caudale con 19 totali.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Predatore, si ciba di altri pesci ed è stato ipotizzato che le sue abitudini migratorie possano essere indotte anche dalle necessità alimentari, oltre che da quelle riproduttive. In ogni caso, tende a risalire i fiumi tra dicembre e febbraio. Trattasi di specie potamodroma, ovverosia la migrazione avviene esclusivamente lungo il corso dei fiumi in acque dolci.[4]

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

È stato sottoposto ad una pesca intensiva e non regolamentata, che ne ha messo in pericolo la sopravvivenza.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Aaptosyax è monotipico, essendo A. grypus l'unica specie appartenente ad esso.[3]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

È stimato (C. Vidthayanon, pers. comm.), che la popolazione si sia ridotta del 90 % in 10 anni e le catture di individui adulti di taglia grande sono sempre più rare. La pesca intensiva e non regolamentata, la degradazione dell'habitat (inquinamento dei grandi fiumi) e la programmata costruzione di grandi dighe di sbarramento che limiteranno le sue possibilità riproduttive, sono fattori che hanno indotto i ricercatori ad inserire A. grypus tra le specie in pericolo critico di estinzione della Lista rossa IUCN.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Vidthayanon, C. 2011., Aaptosyax grypus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Aaptosyax grypus su Fishbase, su fishbase.org. URL consultato l'11 novembre 2016.
  3. ^ a b c (EN) Walter J. Rainboth, Aaptosyax grypus a New Genus and Species of Large Piscivorous Cyprinids from the Middle Mekong River, Japanese Journal of Ichthiology, 1991, pp. 231-237 https://www.jstage.jst.go.jp/article/jji1950/38/3/38_3_231/_pdf.
  4. ^ Key Mekong fish species - migration paths Mekong Fish

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci