Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

2001 Nights

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
2001 Nights
2001夜物語
(2001 ya monotogari)
2001 Nights.jpg
Copertina italiana del primo volume del manga dell'edizione Flashbook
Genere fantascienza hard
Manga
Autore Yukinobu Hoshino
Editore Futabasha
Rivista Action Comics
1ª edizione 1984 – 1986
Tankōbon 3 (completa)
Editore it. Granata Press (1992), Flashbook (2005-2006)
Volumi it. 3 (completa)
Manga
2001+5
Autore Yukinobu Hoshino
Editore Futabasha
1ª edizione 2006 – 2006
Tankōbon unico
Editore it. Flashbook
Volumi it. unico
OAV
Space Fantasia 2001 yoru monogatari
Autore Yukinobu Hoshino
Regia Yoshio Takeuchi
Char. design Akio Sugino
Mecha design Takashi Watabe
Dir. artistica Noboru Tatsuike
Musiche Satoshi Kadokura
Studio TMS Entertainment
1ª edizione luglio 1987
Episodi unico
Durata ep. 60 min
OAV
To
Autore Yukinobu Hoshino
Regia Fumihiko Sori
Musiche Tetsuya Takahashi
Studio Oxybot
1ª edizione 2 ottobre 2009
Episodi 2 (completa)

2001 Nights (2001夜物語 Nisenichiya monotogari?, lett. "Storie delle 2001 notti") è un manga pubblicato negli anni ottanta dall'autore giapponese Yukinobu Hoshino. La serie si ispira in maniera sostanziale alla classica fantascienza hard, e contiene molti omaggi a film e romanzi fantascientifici precedenti. Il titolo è un ibrido fra 2001: Odissea nello spazio e Le mille e una notte arabe.

Ognuno dei libri che compongono 2001 Nights è strutturato in maniera non unitaria attorno ad una serie di brevi racconti a fumetti, i quali avvengono tutti all'interno di una cronologia unica, dalla durata di diversi secoli. Molte storie contengono riferimenti incrociati (anche fra diversi libri), ed ognuna di esse si fonda sui risultati e sugli sviluppi nati nelle precedenti. I racconti sono spesso (ma non sempre) scientificamente plausibili, e in questo si ispirano alla fantascienza degli anni cinquanta e sessanta.

Aspetto grafico[modifica | modifica wikitesto]

Il manga segue le convenzioni tipiche del genere: è disegnato ed inchiostrato in bianco e nero. Un'attenzione notevole è stata riservata alle sonde spaziali e ai vari strumenti, disegnati con una precisione quasi ingegneristica.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

I racconti che compongono la serie completa sono posti in ordine cronologico, con un'importante eccezione. Per la tecnologia utilizzata, la Notte 15 (Orbita ellittica) sembra svolgersi fra la Notte 6 e la Notte 7 (dopo l'invenzione dell'animazione sospesa e del viaggio interstellare, ma prima della scoperta del pianeta Lucifero).

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 2001 Nights 1
「2001夜物語 1」 - Nisenichiya monotogari 1
18 agosto 1985[1]
ISBN 4-575-93074-1
1992 (non integrale)[N 1]
2005 (versione integrale)
Capitoli
  • Notte 1: Progenie
  • Notte 2: Bagliore terrestre
  • Notte 3: Il mare della fecondità
  • Notte 4: Maelstrom III
  • Notte 5: Gli orfani dello spazio
  • Notte 6: Rendez vous
  • Notte 7: Il viaggiatore venuto da lontano
  • Notte 8: La stella del demonio
2 2001 Nights 2
「2001夜物語 2」 - Nisenichiya monotogari 2
28 dicembre 1985[2]
ISBN 4-575-93075-X
1992
2006 (versione integrale)
Capitoli
  • Notte 9: Le luci del cielo sono tutte stelle
  • Notte 10: Un viaggio che supera il domani
  • Notte 11: Il mondo pietrificato
  • Notte 12: La nave degli sconosciuti
  • Notte 13: Pianeti simbionti
  • Notte 14: L'evoluzione finale
  • Notte 15: Orbita ellittica
3 2001 Nights 3
「2001夜物語 3」 - Nisenichiya monotogari 3
24 ottobre 1986[3]
ISBN 4-575-93076-8
1992
2006 (versione integrale)
Capitoli
  • Notte 16: Il canto degli uccelli ora è silente
  • Notte 17: Colonia
  • Notte 18: All'amore il tempo...
  • Notte 19: L'odissea del pianeta verde
  • Notte 20: La ballata della Terra lontana

2001+5[modifica | modifica wikitesto]

Copertina dell'edizione italiana di 2001+5

2001+5 è un fumetto in volume unico di Yukinobu Hoshino come seguito di 2001 Nights che raccoglie alcune storie autoconclusive ambientate nello stesso scenario del fumetto precedente, quasi tutte realizzate dall'autore successivamente. In Italia il volume è stato pubblicato da Flashbook.

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 2001+5
「2001+5」
28 gennaio 2006[4]
ISBN 4-575-93996-X
ottobre 2006
Capitoli
  • Nel gran mare della notte[N 2]
  • Arthur World I[N 3]
  • Arthur World II[N 3]
  • Arthur World III[N 3]
  • La stella rossa dello scorpione (1)[N 3]
  • Il vaso di collera
  • Space fantasia part 1: Il pianeta d'oro
  • Space fantasia part 2: Dolmen
  • Space fantasia part 3: Viaggio verso il polo
  • Phobos e Deimos
  • Il pianeta delle nebbie

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Space fantasia 2001 yoru monogatari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 dal manga è stato tratto un OVA prodotto dalla Tokyo Movie Shinsha per la regia di Yoshio Takeuchi e distribuito in Giappone per il mercato home video.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Voce giapponese
Adam Toshio Furukawa
Adam Robinson Jr. Goro Naya
Karen Hiromi Murata
Hannah Hiromi Tsuru
Clarke Keiichi Noda
Tobi Ryo Horikawa
Rheo Tamio Ohki
Chris Yuriko Fuchizaki
Voce narrante Taeko Nakanishi

To[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 dal manga è stato tratto un OVA in due episodi prodotto da Oxybot per la regia di Fumihiko Sori e distribuito in Giappone per il mercato home video.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Voce giapponese
Dan Akio Ohtsuka
Arina Aya Hirano
Ion Jun Fukuyama
Maria Romi Park

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Tema di chiusura
  • "Aoi Tsuki to Ambivalence na Ai" (青い月とアンビバレンスな愛?) cantata da Moumoon

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ Nella versione pubblicata dalla Granata Press mancano le pagine iniziali del prologo.
  2. ^ Capitolo extra di 2001 Nights.
  3. ^ a b c d Racconti facenti parte dell'incompleta (causa fallimento della rivista Super Action) saga Starship Adventure Star Field.
Fonti
  1. ^ (JA) 2001夜物語 1, Futabasha. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  2. ^ (JA) 2001夜物語 2, Futabasha. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  3. ^ (JA) 2001夜物語 3, Futabasha. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  4. ^ (JA) 2001+5~星野之宣スペース・ファンタジア作品集~, Futabasha. URL consultato il 25 gennaio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]