Xantoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Xantoma
Fotografia delle mani di un paziente affetto da xantoma.(Kumar et al. Cases Journal 2008)
Fotografia delle mani di un paziente affetto da xantoma.
(Kumar et al. Cases Journal 2008)
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM 272.2
ICD-10 E78.2 e K13.4
MedlinePlus 001447
eMedicine 1103971

Uno xantoma è una degenerazione della pelle di colore giallastro, dovuto ad accumulo di lipidi. Si riscontra in particolare nei soggetti con elevati livelli ematici di colesterolo e di trigliceridi. Gli xantomi possono essere localizzati anche a livello dei tendini[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine xantoma deriva dalla lingua greca xanthòs che significa "giallo".

Incidenza[modifica | modifica wikitesto]

Gli xantomi prevalgono nelle decadi di vita avanzate. Si osservano spesso nella cute delle persone anziane in forma di placchette. Tendono a localizzarsi in particolare alle palpebre (xantelasma) ed alla fronte.

Associazioni con altre patologie[modifica | modifica wikitesto]

Gli xantomi sono sempre l'espressione di un alterato metabolismo dei lipidi (iperlipoproteinemie) e sono caratterizzati da un notevole aumento di incidenza di aterosclerosi e delle malattie cardiovascolari a essa associate. I soggetti affetti si caratterizzano per un notevole accumulo di lipidi nelle grandi cellule schiumose all'interno della pelle[1]. Gli xantomi sono associati con le iperlipidemie, sia di tipo primario che secondario.
Gli xantomi tendinei sono associati con iperlipidemia di tipo II, ostruzione cronica delle vie biliari e cirrosi biliare primaria.
Gli xantomi palmari e gli xantomi tuberosi (localizzati prevalentemente sulle ginocchia e sui gomiti) si verificano nelle iperlipidemie di tipo III.

Tipi di xantomi[modifica | modifica wikitesto]

Quadro istologico di uno xantoma che mostra cellule schiumose colme di lipidi con ampie aree di colesterolo. Ingrandimento 10 × ; colorazione eosina ed ematossilina. Kumar et al. Cases Journal 2008

Vi sono vari tipi di xantomi:[2]

Xantelasma[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi xantelasma.

Uno xantelasma è una raccolta cutanea di colesterolo nettamente demarcata, giallastra. Solitamente si localizza sopra o intorno alle palpebre. In senso stretto, uno xantelasma è una condizione distinta. Tuttavia alcuni Autori lo classificano come un sottotipo di xantoma.[3] in particolare se assume dimensioni decisamente più grandi e nodulari, con proporzioni quasi tumorali[4].

Xantomi eruttivi[modifica | modifica wikitesto]

Papule del colore giallo-rosso situate sulle superfici estensorie degli arti e sui glutei. Possono essere presenti anche nei diabetici.

Xantomi tendinei[modifica | modifica wikitesto]

Sono costituiti da accumuli di macrofagi infarciti di colesterolo esterificato [5] localizzati nelle guaine di alcuni tendini, in particolare nel tendine di Achille, nel tendine rotuleo e nei tendini dei muscoli estensori delle dita. Rappresentano un segno clinico altamente specifico dell’ipercolesterolemia familiare eterozigote rappresentandone un importante criterio diagnostico[6][7]

Xantomi piani[modifica | modifica wikitesto]

Sono xantomi piatti e si presentano nelle pieghe del volto, della parte superiore del tronco, nel palmo delle mani.

Xantomi tuberosi e tuberoeruttivi[modifica | modifica wikitesto]

Localizzati prevalentemente a livello delle grandi articolazioni (ginocchi e gomiti), di aspetto nodulare, di dimensioni variabili da pochi millimetri ad oltre 3 cm di diametro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b James WD.; Berger, TG. (2006). Andrews' Diseases of the Skin: clinical Dermatology. Saunders Elsevier. ISBN 0-7216-2921-0
  2. ^ "Dizionario dei sintomi", di Giancarlo De Mattia, Editori Riuniti, Roma, 1997, pag.153
  3. ^ thefreedictionary.com > xanthelasma Citing: The American Heritage Medical Dictionary Copyright 2007, 2004 and Mosby's Medical Dictionary, 8th edition. 2009
  4. ^ Shields, Carol; Shields, Jerry (2008). Eyelid, conjunctival, and orbital tumors: atlas and textbook. Hagerstwon, MD: Lippincott Williams & Wilkins. ISBN 0-7817-7578-7.
  5. ^ Soutar AK, Naoumova R. Mechanisms of disease: genetic causes of familial hypercholesterolemia. Nat Clin Pract 2007;4:214.
  6. ^ Oosterveer DM, Versmissen J, Yazdanpanah M, et al. Differences in characteristics and risk of cardiovascular disease in familial hypercholesterolemia patients with and without tendon xanthomas: A systematic review and metanalysis. Atherosclerosis 2009; 207:311.
  7. ^ Soutar AK. Dermal, subcutaneous, and tendon xanthomas: diagnostic markers for specific lipoprotein disorders. J Am Acad Dermatol 1988;19:95

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina