Vladimir Valerianovič Pribylovskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vladimir Valerianovič Pribylovskij in russo: Владимир Валерианович Прибыловский? (Mosca, 6 marzo 1956) è un giornalista e storico russo, difensore dei diritti umani in contrasto con le attuali autorità russe.

Sì è laureato presso il Dipartimento di storia medievale dell'Università Statale di Mosca nel 1981 con specializzazione in studi bizantini. Negli anni 80 del novecento è stato indagato dalle autorità sovietiche per diffusione di letteratura proibita. Dal 1993 è presidente del collegio di esperti denominato Panorama Information and Research Center. Dal novembre 2005 gestisce il sito Anticompromat.ru[1], che è essenzialmente una raccolta di biografie di politici russi, scritte in buona parte da egli stesso (da non confondersi con Compromat.ru[2] di Sergey Gorshkov). Il 28 marzo 2007, Anticompromat.ru è stato chiuso[3]. Tuttavia, il 31 marzo 2007 il sito è stato trasferito and un host in California ed è ridiventato disponibile all'indirizzo Anticompromat.org[4]. Il giorno 1º aprile, il suo mirror è stato riaperto e anche l'URL originale è nuovamente accessibile.

Il 2 giugno 2007, agenti della polizia russa hanno perquisito l'abitazione di Vladimir Pribylovskij e hanno sequestrato due personal computer. In essi sarebbero memorizzati le bozze dei due libri che Pribylovskij sta scrivendo su Vladimir Putin[5].

Vladimir Pribylovskij ha scritto, insieme con Jurij Georgievič Fel'štinskij, alcuni capitoli di Operazione Successore[6], libro sull'ascesa al potere di Vladimir Putin.

Articoli[modifica | modifica wikitesto]

(in inglese)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Toolserver:Homepage
  2. ^ Компромат.Ru / Compromat.Ru: Новые поступления
  3. ^ ПОЛИТ.РУ: По требованию представителей неизвестного госоргана закрыт сайт «Антикомпромат.ру»
  4. ^ Антикомпромат
  5. ^ http://www.swisspolitics.org/it/news/index.php?page=news_inhalt&news_id=7886203
  6. ^ Operazione Successore (in russo)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 17300708

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie