Verità nascoste

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Verità nascoste
Artista Le Orme
Tipo album Studio
Pubblicazione 1976
Durata 41 min : 7 s (CD)
Dischi 1
Tracce 8
Genere Rock
Pop
Rock progressivo
Etichetta Philips
Produttore Le Orme
Le Orme - cronologia
Album precedente
(1975)
Album successivo
(1977)

Verità nascoste è un LP del complesso musicale italiano Le Orme. Fu inciso nel 1976. Il cambio di chitarrista da Tolo Marton a Germano Serafin significò un parziale ritiro della chitarra elettrica dai ruoli di primo piano per favorire invece un ritorno ad una produzione più vicina alle tendenze musicali seguite dal gruppo in precedenza.[1] In seguito alla separazione da Gian Piero Reverberi, il complesso iniziò inoltre ad autoprodursi.

Seguì il 45 giri Canzone d’amore, non incluso nell'album, dal quale venne tratto il singolo Regina al troubadour.

L’album venne inciso a Londra, città peraltro descritta nel brano In ottobre. Un’altra città famosa, Amsterdam, viene ricordata nel lavoro come patria della perdizione e degli stupefacenti.[1]

Un fenomeno musicale insolito per questo periodo della storia del gruppo si ritrova nel brano che dà il titolo all'album, appunto Verità nascoste: si tratta delle due sezioni strumentali eseguite con il sostanzioso contributo di un insieme di musica da camera (quartetto e flauto traverso).

Una versione inglese dell'album (Secret truth's) non venne più distribuita.[2]

Brani dell'album[modifica | modifica sorgente]

  1. Insieme al concerto (6:04)
  2. In ottobre (6:44)
  3. Verità nascoste (3:52)
  4. Vedi Amsterdam (4:54)
  5. Regina al Troubadour (6:43)
  6. Radiofelicità (4:55)
  7. I salmoni (2:54)
  8. Il gradino più stretto del cielo (5:00)

tutti i brani sono composti da: T. Pagliuca - A. Tagliapietra

Titoli della versione inglese: Friend of yesterday, Secret truth's, Happyradio and see Amsterdam, Queen to troubadour, The step most narrow in the sky, In october, With to the concert.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b altremuse
  2. ^ tnt village
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo