Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Venus Wars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Venus Wars
ヴイナス戦記
(Venus senki)
manga
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Yoshikazu Yasuhiko
Disegni Yoshikazu Yasuhiko
Editore Gakken
Rivista Comic Nora
Target shōnen
1ª edizione settembre 1986 – aprile 1990
Tankōbon 4 (completa)
Editori it. Granata Press, Magic Press
1ª edizione it. luglio 1992 – gennaio 1994
Periodicità it. variabile
Volumi it. 7 (completa)
Genere mecha
Venus Wars
ヴイナス戦記
(Venus senki)
film anime
Autore Yoshikazu Yasuhiko
Regia Yoshikazu Yasuhiko
Char. design Yoshikazu Yasuhiko, Hiroshi Yokoyama
Mecha design Makoto Kobayashi, Hirotoshi Sano
Dir. artistica Shichirō Kobayashi
Musiche Joe Hisaishi
Studio Gakken, Bandai Visual, Shochiku
1ª edizione 11 marzo 1989
Aspect ratio 1.78:1
Durata 103 min
Distributore it. Yamato Video
Generi shōnen, drammatico

Venus Wars (ヴイナス戦記, Venus senki?, 'Cronache delle guerre di Venere') è un manga di Yoshikazu Yasuhiko pubblicato dalla Gakken dal settembre 1986 all'aprile 1990 sulla rivista Comic Nora, e raccolto poi in quattro tankōbon. Nel 1989 lo stesso Yasuhiko scrisse e diresse un anime film basato sulla prima parte del fumetto. Sia il manga che il film sono editi anche in Italia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'impatto di una enorme cometa di ghiaccio contro Venere, viene avviato il processo di terraforming che porta nel 2017 all'inizio della massiccia colonizzazione del pianeta. Nel 2087 i coloni terrestri, suddivisi nelle due nazioni di Aphrodia e Ishtar, combattono una battaglia quotidiana contro un ambiente essenzialmente ostile. Ma come se ciò non bastasse - o forse proprio per questo - gli equilibri su cui si fonda la civile convivenza sul pianeta entrano in crisi, e Aphrodia e Ishtar entrano in guerra. Ishtar, che ha preso l'iniziativa militare, schiera nelle sue file enormi carri armati ultramoderni. Per fronteggiarne l'avanzata l'esercito di Aphrodia non ha altra scelta che contrapporvi ben più agili e veloci motocicli d'assalto. A pilotarli vengono chiamati anche i giocatori di rolling game - una sorta di polo motorizzato - fra cui Hiro Senō della squadra dei Killer Commandos. Nel frattempo, la giovanissima giornalista Susan Sonntag arriva dalla Terra - che sembra mantenersi neutrale rispetto al conflitto venusiano - nella speranza di fare lo scoop della sua vita. Nella seconda parte del manga la storia segue le vicende di un giovane cadetto di Ishtar, Matthew Sim Radom, e della lotta per il potere che si gioca a Gaugamela, la capitale della nazione che ha vinto la guerra.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il manga è stato pubblicato una prima volta dalla Granata Press in sette volumi tra il 1992 ed il 1994 nella collana Zero Nippon Comix. Tra il 2009 e il 2010 è stato ripubblicato dalla Magic Press in quattro volumi intitolati Record of the Venus Wars, con una nuova traduzione e rispettando il senso di lettura originale.
Il film è invece stato pubblicato dalla Yamato Video con il titolo Venus Wars dapprima in VHS, e poi, nel 2009, in DVD.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga