VIEW Conference

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
VIEW Conference
View-Conference-logo.jpg
Luogo Torino, Italia
Anni 2000 - oggi
Frequenza Annuale
Date Ottobre - Novembre
Genere Grafica digitale
Staff Associazione Culturale View Conference
Sito ufficiale www.viewconference.it

VIEW Conference è un importante evento italiano sulla computer grafica che si tiene ogni anno a Torino, tra ottobre e novembre. La manifestazione si articola in più giornate fatte di eventi gratuiti aperti al pubblico: ospiti internazionali (tra cui numerosi premi Oscar), anteprime nazionali, proiezioni, un'area espositiva, presentazioni e incontri, Master Classes e lezioni tecniche tenute da esperti mondiali e importanti aziende del settore (da Softimage a NVIDIA a Autodesk), che forniscono un’occasione formativa extra-accademica rivolta a tutti.

La storia[modifica | modifica sorgente]

Nata nel 2000 come Virtuality Conference, cambia nome alla sua ottava edizione, nel 2007, e diventa VIEW: Virtual Interactive Emerging World. I contenuti si ampliano: pur mantenendo tutto quanto concerne la realtà virtuale, VIEW si apre alla tecnologia digitale di ultima generazione e alle sue applicazioni (dall’animazione agli effetti speciali, dall’architettura virtuale ai videogiochi, dal design al marketing territoriale e ai beni culturali).

Di anno in anno, VIEW si pone come obiettivo un'offerta all’avanguardia e aggiornata della realtà virtuale e delle tecniche interattive, riservando un’attenzione particolare alle applicazioni industriali, all’ambito della formazione e a quello del cinema.

A partire dall’edizione 2005 (VIEW indice), nasce il VIEW Award, un premio internazionale per cortometraggi con animazione 3D e VFX. Nel 2012 nasce un nuovo concorso, il VIEW SOCIAL CONTEST, rivolto ai creativi, ai designer e agli appassionati di grafica digitale, per introdurre temi legati all’attualità e al sociale.

Secondo gli assessori Cirio, Coppola e Giordano, “View Conference si lega al nostro territorio proponendosi non solo come alto momento di studio e riflessione sui media digitali - attraverso lezioni, workshop, conferenze, incontri, mostre, proiezioni - ma anche come una concreta occasione per proporre e discutere progettualità innovative, puntando l’attenzione su settori strategici per il futuro e sulle opportunità di crescita, in particolare per le nuove generazioni”[1]

Il VIEW Award[modifica | modifica sorgente]

Il VIEW Award è il premio internazionale per cortometraggi di animazione 3D e VFX dedicato ai talenti emergenti dell’animazione e degli effetti speciali, che vede la partecipazione di giovani artisti in concorso da tutto il mondo. I vincitori vengono selezionati da una giuria internazionale, composta da esperti nei vari settori del premio e da direttori e professori di provenienti da scuole di animazione in Europa e in Nord America.

Link ai contest:

Categorie[modifica | modifica sorgente]

  • Best Short: miglior cortometraggio in animazione digitale 3D o 2D, o riprese live con l'integrazione di effetti visivi digitali.
  • Best Environment Design: miglior ambiente creato con tecniche digitali: l'ambiente può essere realizzato interamente in 3D o con un mix di grafica 3D e digital matte painting.
  • Best Character: miglior personaggio modellato per un cortometraggio 3D o per un videogame. Il personaggio può essere creato con qualunque tipo di software di grafica 3D.
  • Best Visual Effects: miglior sequenza di effetti visivi digitali all'interno di un cortometraggio realizzato in computer grafica o in live action.
  • VIEW Social Contest: nuovo concorso per celebrare la forza creativa della tecnologia al servizio della società.

Area Conferenze[modifica | modifica sorgente]

VIEW Conference si tiene ogni ottobre a Torino. Gli eventi hanno luogo al Centro Congressi "Torino Incontra", in due diverse collocazioni: il Foyer e la Torino Hall. Altre conferenze si tengono presso il Cinema Massimo.

Le edizioni[modifica | modifica sorgente]

L'edizione 2014[modifica | modifica sorgente]

VIEW Conference 2014 si svolgerà dal 14 al 17 ottobre 2014.

Il bando di concorso per il VIEW Award 2014 è stato reso pubblico e tutti i dettagli sono disponibili all'i ndirizzo http://viewconference.it/awards-2014.

Le categorie sono le seguenti:

  • VIEW AWARD per cortometraggi animati;
  • VIEW SOCIAL CONTEST dedicato a film, cortometraggi, video musicali e pubblicità legati a temi sociali come la discriminazione, l’immigrazione o la violenza alle donne;
  • VIEW AWARD GAME dedicato ai videogiochi
  • ITALIANMIX per opere dedicate all’Italia, ai suoi simboli e alle sue eccellenze;
  • VIEW DOCUMENTARY AWARD dedicato ai documentari.

Articoli:[modifica | modifica sorgente]

L'edizione 2013[modifica | modifica sorgente]

La prossima edizione di VIEW Conference si terrà a Torino dal 15 al 18 ottobre. Il bando per il VIEW Award 2013 è stato reso pubblico.

Gli ospiti dell'edizione:

Vincitori del VIEW Award 2013[modifica | modifica sorgente]

  • Miglior Cortometraggio: “Shave It” opera degli argenti Ferdinando Maldonado e Jorge Tereso dello studio 3dar;
  • Miglior Design: “La Nuit Américaine d’Angélique”, dei francesi Joris Clertè e Pierre-Emmanuel Lyet, studio Donc Voila;
  • Miglior Personaggio: “À la Française”, opera di un team di studenti della scuola Supinfocom Arles
  • Miglior Cortometraggio (VIEW Social promosso dal View Conference di Torino e sponsorizzato da Kobalt Entertainment): clip animata realizzata da Persistent Peril per il brano "Fight for Everyone"

L'edizione 2012[modifica | modifica sorgente]

La tredicesima edizione di VIEW Conference si è svolta al Centro Congressi Torino Incontra, dal 16 al 19 ottobre, affiancata dal festival di cinema digitale, il VIEWFest, al cinema Massimo di Torino dal 19 al 21 ottobre: una settimana dedicata all’innovazione tecnologica e ai suoi protagonisti. VIEW Conference 2012 ha dato spazio alla formazione e ricerca di nuovi talenti con workshop e concorsi:

  • il VIEW SOCIAL CONTEST, dedicato a film, cortometraggi, video musicali e pubblicità legati a temi sociali come la discriminazione, l’immigrazione o la violenza alle donne;
  • il VIEW AWARD per cortometraggi animati;
  • ITALIANMIX per opere dedicate all’Italia, ai suoi simboli e alle sue eccellenze;

Gli ospiti dell'edizione:

  • Gary Rydstorm, sound designer dello Skywalker Sound e vincitore di ben 7 Academy Awards: ha collaborato al nuovo film Disney•Pixar “Ribelle – The Brave”;
  • Eric Darnell, regista della trilogia d’animazione “Madagascar”, che ha presentato l’ultimo episodio “Madagascar 3: Ricercati In Europa”;
  • Chris Perry, pluripremiato regista e sceneggiatore indipendente e fondatore di Bit Films, direttore tecnico alla Pixar per A Bug's Life e Alla ricerca di Nemo;
  • Tristan Oliver, noto sceneggiatore, è anche sbocciato anche nell'animazione con Galline in Fuga e Fantastic Mr Fox. Tristan ha appena terminato ParaNorman, film d'animazione 3D in stop motion;
  • Rex Grignon, capo della Character Animation e DreamWorks Animationche, ha lavorato alla saga d'animazione di Madagascar;
  • David Schaub, supervisore dell’animazione per la Sony Pictures Imageworks, candidato all'oscar per il suo lavoro in Alice in Wonderland, di Tim Burton;
  • Dan Glass, supervisore degli effetti speciali di Cloud Atlas;
  • Paul Franklin, supervisore degli effetti speciali e co-fondatore di Double Negative.
  • Josh Holmes, una star d'eccezione: direttore creativo di Halo, che ha presentato in anteprima mondiale HALO 4, il suo ultimo capolavoro della saga;
  • Vander Cabalero, ha presentato Papo & Yo l’ultimo e sorprendente titolo realizzato dallo studio;
  • Habib Zargarpur, direttore creativo dei Microsoft Studios dal 2010, con esperienza decennale nel cinema e nell’industria dei videogiochi. Candidato a due premi Oscar e vincitore di due BAFTA.

Vincitori del VIEW Award 2012:

  • Miglior Cortometraggio: Second Hand di Isaac King;
  • Miglior Design: Rew Day di Svilen Dimitrov – Miramar Film;
  • Miglior Personaggio: Krake di Regina Welker – Filmakademie Baden - Wurttemberg;
  • Migliori Effetti Visivi: The Witcher 2 – Assassins of Kings di Tomasz Baginski – Platige Image
  • Miglior Cortometraggio (VIEW Social): Caldera di Evan Viera – Orchid Animation.

Articoli:

L'edizione 2011[modifica | modifica sorgente]

La dodicesima edizione di VIEW Conference si è tenuta dal 25 al 28 ottobre 2011 a Torino. Un'edizione che ha visto la partecipazione di quattro keynote d'eccelenza, quattro ospiti internazionali di grande prestigio che hanno affascinato la platea e offerto un po' della loro esperienza e professionalità al pubblico. Sharon Calahan, la dea della luce di casa Pixar; il guru del visual thinking Tom Wujec; Randy Thom, direttore del suono per ben due volte vincitore del premio Oscar; e lo scrittore di fantascienza Cory Doctorow.

  • Altri gli ospiti di rilievo:
Scott Farrar, Vincitore degli Academy Award e Senior VFX supervisor di Transformers 3, ILM; Roger Guyett, VFX Supervisor e Direttore Second Unit di Cowboys & Aliens, ILM; Lucia Modesto, Character Technical Director Supervisor, PDI/Dreamworks Animation; Peter Nofz, Supervisor degli effetti digitali di Lanterna Verde, Sony Pictures Imageworks; Glenn Entis, Vincitore degli Academy Award, Co-Fondatore, Vanedge Capital; Roger Gould, Direttore Creativo, Pixar’s Theme Park Group; Joshua Grow, Direttore di SIGGRAPH 2011, Produttore e Artista VFX, The Creative Cartel; David S. Cohen, Editore associato, Variety; Adriano Rinaldi, Responsabile degli Effetti Speciali e Daniele Bigi, Lighting Supervisor di X-Men - L'inizio, MPC; Gavin Graham, Co-Responsabile 3D di Capitan America, Double Negative; Kris Piotrowski, Co-Fondatore e Direttore Creativo, Capy
  • La sessione Automotive ha visto la partecipazione di: Daniel Shapiro, Direttore dell’ Automotive Division, NVIDIA; Aldo Maggiore, Direttore della B.U. ICT Engineering Methods & Services, FIAT ITEM, e Michael Robinson, Executive Brand & Design Director, Bertone.
  • La sessione Medical Imaging ha avuto professionisti di alto profilo: Luc Soler, Direttore della ricerca nell’ambito di Computer Science e Robotics, IRCAD, e Caecilia Charbonnier, PhD, Co-Fondatore, Presidente & Research Director ArtAnim.
  • Diversi gli ospiti italiani del 2012:
Stefano Cieri, Lighting e Rendering TD, Canecane e Giuseppe Squillaci, CEO e Supervisore VFX, Canecane; Fabrizio Volpi, 3D Supervisor e Marco Negri, Artista 3D, Xchanges visual effects; Simona Braga, Direttrice artistica, ArtLab; Roberto Remmert, Petra s.r.l.; Lucio De Paolis, AVR Lab, Dip. di Ingegneria dell’Innovazione, Università del Salento; Roberto Dini, Fondatore Sisvel; Francesco Fileppo, Project Manager e Research Engineer, ISMB.
  • La formazione è stata al centro dell'evento, attraverso workshop tecnici indirizzati a professionisti e aspiranti professionisti:
Enrico Casarosa, Regista, Pixar Animation Studios, La luna; Erminio Pinque, Performer e direttore artistico, realizzatore di creature fantastiche, Big Nazo Lab; Davide Pesare, Direttore Tecnico de La luna, Pixar; David Revoy, Digital Painter e Direttore artistico; Mike Springer, Ingegnere di software, Google; Marco Mazzaglia, IT Manager e Videogame Evangelist, Milestone; Emanuele Micheli, Professionista dell’Education Management, Scuola di Robotica; Daniele Angelozzi, istruttore ZBrush.
  • Vincitori del VIEW Award 2011:
Miglior cortometraggio: De riz ou d'Arménie, autori: Hélène Marchal, Samy Barras, Romain Blondelle, Céline Seille. Miglior Design: Lumberjack, autore: Pawel Debski. Miglior Environment Design: La deténte, autori: Pierre Ducos, Bertrand Bey. Miglior design di personaggi: A morning Stroll, autore: Grant Orchard. Migliori Visual Effects: Paths of Hate, autore: Damian Nenow.

Articoli:

L'edizione 2010[modifica | modifica sorgente]

L'unidicesima edizione di VIEW Conference, "Un futuro in 3D", si è svolta a Torino dal 26 al 29 ottobre 2010 presso il Centro Congressi Torino Incontra. Il VIEWFest si è tenuto nelle sale del Cinema Massimo di Torino dal 27 al 31 ottobre 2010. VIEW ha offerto inoltre lezioni di storytelling, character design, digital painting per fumetti e Computer Grafica 3D, workshop di ZBrush, Google Earth, NVIDIA Corporation, Blender. Ospite d'onore dell'edizione è stato Tim Johnson, regista e produttore esecutivo del film in 3D Dragon Trainer,la cui carriera sposa fin da principio il mondo della computer grafica applicato al filmmaking. L'artista ha presentato al VIEWFest in anteprima mondiale "Kung Fu panda Holiday Special" in 3D.

"Il 3D amplifica l'empatia tra spettatore e visione, la rende tattile, aptica, chiama in causa una nostra completa immersione nello spettacolo; il passo successivo sembra essere la simulazione, la partecipazione, l'interattività e quindi la possibilità di modifica questo immaginario solido."[2]

Ospiti dell'edizione:

  • Paul Franklin, responsabile degli effetti speciali per il film Inception e cofondatore della Double Negative, che ha ricevuto una nomination agli Oscar nel 2009 per Il cavaliere oscuro;
  • Bruce Holcomb, coordinatore della resa digitale all’Industrial Light & Magic per Iron Man 2 e per altri 18 film tra cui Avatar;
  • Kim White, direttore della fotografia di Toy Story 3 - La grande fuga;
  • Henry Labounta, direttore artistico di Need for Speed Hot Pursuit;
  • Parag Havaldar, software architect alla Sony Pictures Imageworks;
  • David Schaub, responsabile dell’animazione alla Sony Pictures Imageworks per Alice in Wonderland;
  • Adam Avitable di Look Visual effects, che ha svelato le tecniche VFX utilizzate per la realizzazione della serie televisiva Lost.
  • Simon Robinson, che ha spiegato l'utilizzo di Nuke per rispondere alle esigenze di realizzazione di Avatar;
  • Sandra Karpman (Pixar), che ha svelato le decisioni creative del cortometraggio Quando il giorno incontra la notte;
  • Dan Schrecker di Look Effects, che ha parlato delle tecniche di Step Up 3D.

I Workshop: indirizzati a professionisti e aspiranti professionisti.

  • Dylan Sisson di Pixar ha riproposto i suoi RenderMan workshops;
  • Pam Hogarth ha dato consigli utili per la carriera professionale;
  • Terrence Masson, Presidente della Conferenza SIGGRAPH 2010 ha condiviso la sua esperienza nella produzione.

I Vincitori del VIEW Award 2010:

  • Miglior cortometraggio: Trois Petit Points, autori: Lucrèce Andreae, Alice Dieudonne, Tracy Nowocien, Florian Parrot, Ornélie Prioul, Rémy Schaepman;
  • Miglior Design: Aleksandr, autori: Remy Dereux, Maxime Hibon, Juliette Clauser, Raphaelle Ranson, Louise Seynaeve;
  • Miglior Environment Design: D’une rare crudité, autori: Emilien Davaud, Jéremy Mougel, Marion Szymczak;
  • Miglior design di personaggi: Le Royame, autori: Nuvo Alves Rodrigues, Oussama Bouacheria, Julian Cheng, Sébastien Hary, Aymeric Kevin, Ulysse Malassagne, Franck Monier;
  • Migliori Visual Effects: Loom, autori: llija Brunck, Jan Bitzer, Csaba Letay.

L'edizione 2009[modifica | modifica sorgente]

VIEW festeggia il suo decimo anniversario confermando il formato della "settimana digitale" inaugurato nel 2008 e che ha visto VIEWFest e VIEW Conference susseguirsi in una intera settimana di tecnologie di ultima generazione nella città di Torino. Ospite d'onore di questa edizione, il compositore Michael Giacchino, premiato con un Golden Globe e con un Premio Oscar per le sue musiche per il film Disney-Pixar Animation Studios UP.

Gli ospiti dell'edizione:

I Wokshop:

I vincitori del VIEW Award 2009:

  • Miglior cortometraggio 3D: “Le Phare” - regia di David François, Rony Hotin, Jérémie Moreau, Baptiste Rogron, Gaëlle Thierry, Maïlys Vallade;
  • Miglior design 3D: “Le Ruban” - regia di Thomas Charra, Michaël Crouzat, Kherveen Dabylall, Denis Do, Gabriel Jolly-Monge;
  • Miglior environment design: “URS” - regia di Moritz Mayerhofer;
  • Miglior design di personaggi 3D: “French Roast” - regia di Fabrice O. Joubert;
  • Migliori VFX: “Un tour de manege” - regia di Nicolas Athané, Brice Chevillard, Alexis Liddell, Françoise Losito, Mai Nguyen;

Articoli:

L'edizione 2008[modifica | modifica sorgente]

VIEW ha inaugurato il formato della settimana digitale: VIEWFest | Digital Movie Festival, dal 7 al 9 novembre al Cinema Massimo e View Conference | International Computer Graphics Conference, dall’11 al 14 novembre al Centro Congressi Torino Incontra: più di 70 appuntamenti tra conferenze, proiezioni, anteprime, installazioni, workshop e master class. Il tema del 2008 è quello delle trasformazioni digitali: una pre-visione dl futuro dei media digitali ancora da inventare e da esplorare.

Animazione e VFX, ospiti:

  • Brad Lewis, produttore e regista Pixar;
  • Mark Osborne, co-regista di Kung Fu Panda);
  • Paul Topolos, matte painter di Wall•E;
  • Sharon Calahan, direttrice delle luci e della fotografia alla Pixar;
  • Lucia Modesto, direttore tecnico dei personaggi di Madagascar 2.

Videogiochi: riflessione sull'industria dei videogiochi e sul suo rapporto con il cinema. Ospiti:

Visual Culture: riflessione sul mondo del digitale, sul suo status artistico e sulla sua conservabilità e archiviazione attraverso una tavola rotonda pubblica moderata da Bruce Grenville, curatore senior alla Vancouver Art Gallery.

Computer grafica: bilancio sui primi 30 anni di computer grafica e previsione critica sulle strade future, realizzata in un dibattito aperto condotto da Glenn Entis, ex-vicepresidente di Electronic Arts.

L'offerta formativa e il recruiting : l'edizione 2008 rinnova la sua offerta formativa con workshop e master classes affiancando a questa una presenza delle maggiori case dell'industria dell'animazione e dei videogiochi (Pixar, DreamWorks Animation, Ubisoft, Lightning Fish Games).

"Arte, Scienza e Tecnica trovano qui un particolare e intrigante modo per convivere: una sfida per l'uomo che non teme di scoprire che da sempre utilizza la sua voglia di nuovo per andare 'oltre' dal superamento delle 'colonne d'Ercole' al passare in una cruna d'ago!"[3]

L'edizione 2007[modifica | modifica sorgente]

Animazione e VFX:

Anteprime, due film di animazione in anteprima italiana:

  • Khan Kluay, di produzione tailandese;
  • Free Jimmy, di produzione norvegese.

Videogiochi:

  • Age of Conan, LittleBigPlanet, e l’ARG World Without Oil. Tra gli ospiti: Glen Entis, Peter Plantec, Joseph Olin, Ken Perlin;
  • Un'intera sezione viene poi dedicata al fenomeno Second Life.

L’offerta formativa: durante l’intera durata di VIEW Conference, il centro conferenze Torino Incontra diventa il quartier generale di un training specializzato di computer grafica, aperto al pubblico. Studenti e giovani talenti, possono mettersi alla prova e confrontarsi con esperti, ricevere suggerimenti e informazioni su come costruirsi una carriera in ambito digitale, assistendo alla presentazione di scuole di animazione italiane e estere. Tra gli ospiti: Paul Topolos (Pixar Animation Studios), Craft Animations, Autodesk, Antycip, Mike Springer (Google).

Design, e architettura digitale: Kevin Gilson, Grant Major, Muqeem Khan, James Clyne, Tino Schaedler, Fondazione Ultramundum.

Installazione artistica: Franz Fishnaller (F.A.B.R.CATORS 2007): SOE | Space on Earth Project.

Torino e le realtà digitali europee: BluMiAl Studios, EDI - Effetti digitali italiani, Pixomondo, Paola Zini (Torino 2008 World Design Capital).

View Virtuality 2006[modifica | modifica sorgente]

Gli ospiti dell'edizione:

  • Animazione e VFX: Isaac Kerlow, Mark Sagar (WETA), Andrea Maiolo (ILM), Jessica Giampietro McMackin, (Pixar Animation Studios), Parag Havaldar (Sony Pictures Imageworks), Michael Kass (Pixar Animation Studios) , Luca Prasso (PDI Dreamworks), Muqeem Khan (Virginia Commonwealth University - Qatar), Stefania Raimondi (Enarmonia), Sebastian Sylwan (Digital Domain), Gianluca Dentici (Videa VFX), Carlo ALfano (Lumiq), Enea LeFons (Softimage), Lucy Ainsworth-Taylor (MPC London).
  • Videogames: Fabrizio Vagliasindi (Microsoft), Henry LaBounta (EA Sports).
  • Corsi di animazione: Eric Riewer (Gobelin France), Anne Brotot (Director of SupInfoCom Alrles France), Pam Hogarth (Gnomon), Sabine Hirtes (Filmakademie Baden-Wuerttemberg), Larry Bafia (Vancouver Film School), Marco Savini (BigRock), Ernesto Paganoni (Istituto Europeo di Design Milano), Thomas Tinker (Dark Side Italy), Chiara Magri (Centro sperimentale di Cinematografia).
  • Automotive: Lowie Vermeersch (Pininfarina),Lorenza Pininfarina (Pininfarina), Fulvio Fantolino (Istituto Europeo di Design Torino), Alyn Rockwood, Julie Hodge (Autodesk Creative Bridge Consultant to DaimlerChrysler), Christian Rodda (Carcerano).
  • Pubblicità: Diego Viezzoli (JustEleven), Ben Radatz and Shaun Hamontree (MK12), Luca Lonardi (W&media), Franco Valenzano (UBIK).
  • Musei virtuali: Roberto Scopigno (Istituto CNUCE - CNR), Vincenzo Lombardo (Virtual Reality MultiMedia Park), Fabrizio Valpreda (Politecnico di Torino), Antonella Guidazzoli (Cineca), Flavia Sparacino (MIT Media Lab), Maurizio Cilli.
  • Interaction: Takeo Igarashi (Tokio University), Luca Chittaro (Università di Udine), Fabio Paternò (HCI).


I vincitori del VIEW Award 2006

  • Miglior cortometraggio 3D: La legénde de la pierre qui tourne, di Mélanie Climent, Elodie Fraysse, Emilie Frezet;
  • Miglior design:Vague à l’ame, di Timothée Leboeuf, Noro Rakotomalala e Jocelyn Zeller;
  • Migliore ambientazione: Wanted, di Damien Bapst, Dan Cretur e Simon Cusinier;
  • Migliori personaggi: Silhouettes, di Vincent Courbis- Poncet, Rémi Despret e Jean-David Solon;
  • Migliori VFX: Luftbrücke, di Max Stummer;
  • Migliori animazioni: Cocotte minute, di Berard Thibault, Marc Sylvain, Loic Miermont, Amandine Pecharman, Nathalie Robert, Romain Vacher;
  • Premio speciale della giuria: Niebla, di Emilio Ramos.

View Virtuality 2005[modifica | modifica sorgente]

Argomenti dell'edizione:

  • Cinema Digitale e d'animazione
  • Effetti Speciali
  • Videogiochi
  • Narratività e interattività
  • Realtà Virtuale
  • Applicazioni digitali ai beni culturali: Musei e Mostre, Divulgazione, Cultura in Televisione
  • Arte Digitale
  • Video Musicali
  • Virtualità e Industria
  • Virtualità ed Architettura
  • Virtualità e Medicina
  • Sessione Speciale: Il virtuale nella vita quotidiana: presente, futuro e suggestioni

I vincitori del 2005

  • 1º premio: Bizguiz, di Olivier Rocques and Arnaud Ducor, Francia.
  • 2º premio: 90°, di Jules Janaud, Raphaël Martinez-Bachel and François Roisin, Francia.
  • 3º premio: Dynamo, di Fabrice Le Nezet, Mathieu Goutte and Benjamin Mousquet, Francia.
  • 4º premio: Ar(r)êtes, di Sylvain Blond, Julien Cail and Quentin Ricci, Francia.

View Virtuality 2004[modifica | modifica sorgente]

I relatori della conferenza:

  • Luca Prasso;
  • Scott Ross;
  • Scott Stokdyk, (supervisore degli effetti visivi presso la Sony Pictures Imageworks);
  • Francesco Antinucci, (direttore della sezione "Processi Cognitivi" e "Nuove Tecnologie" dell'Istituto di Tecnologia del CNR);
  • Syd Mead, designer per il cinema.

Il DIGITAL DELIRIUM View Virtuality si è conclusa con la proiezione al cinema delle produzioni digitali più innovative. Sono state proiettate sequenze inedite e making off di alcuni film, cortometraggi, animazioni e spot.

View Virtuality 2003[modifica | modifica sorgente]

I relatori della conferenza:

  • Gino Acevedo, (senior prosthetics supervisor alla WETA);
  • Colin Green, (designer di effetti speciali in Eraser, Starship Troopers, Godzilla, The cell, 'Blade II, Fight Club e Panic Room);
  • Indira Guerrieri, (supervisore sequenze della INDUSTRIAL LIGHT & MAGIC);
  • Andrea Maiolo, (direttore tecnico dei personaggi digitali alla INDUSTRIAL LIGHT & MAGIC);
  • Price Pethel, (responsabile di coloring, compositing, editing e duplicazione per il cinema);
  • Luca Prasso, (supervisore tecnico dei personaggi digitali PDI e Dreamworks);
  • Scott Ross,(presidente e amministratore delegato presso Digital Domain);
  • Michael Shantzis, (grafico per la Lucasfilm e la Pixar, ha lavorato in film d'animazione come Aladdin, La Bella e la Bestia, Nightmare Before Christmas, Il Re Leone, Pocahontas, Toy Story, Bug's Life, Monsters & co, Alla Ricerca di Nemo);
  • Franco Valenziano, (responsabile degli effetti visivi per UBIK);
  • Paolo Zeccara, (supervisore agli effetti visivi di Proxima).

View Virtuality 2002[modifica | modifica sorgente]

La novità di questa edizione è stata la formula del “Tributo a…”, che vuole focalizzarsi su personalità illustri che hanno saputo apportare un avanzamento al mondo del trattamento digitale delle immagini e degli effetti speciali. Ospite nelle due giornate è stato Robert Legato, supervisor di effetti speciali digitali e uno dei nomi di punta del settore, vincitore del premio oscar per Titanic. Vi sono stati poi altri interventi prestigiosi, soffermatisi sul rapporto fra dati digitali e cinema, dati digitali e comunicazione, dati digitali e architettura, luce e suono. Si sono tenuti approfondimenti e alcuni progetti di ricreazione del suono, dei “fronti musicali”, delle architetture perse del passato anche recente.

View Virtuality 2001[modifica | modifica sorgente]

I corsi:

  • "Workshop alla scoperta dei fondamenti e dell'utilizzo del Virtual Set, attraverso la creazione di un ambiente 3D realizzato in Maya", in collaborazione col Politecnico e l'Università di Torino;
  • "Quattro passi nella realtà virtuale", che comprende la modellazione dell'ambiente, il fenomeno luminoso, il fotorealismo e l'integrazione del reale e del virtuale;
  • "Introduzione all'uso dell'interfaccia e alla modellazione di Maya, finalizzato alla creazione di set virtuali";
  • "Ideazione, progettazione, realizzazione di un Virtual Set";
  • "Mondo sintetico e mondo reale: una produzione nel Virtual Set", col regista Pasculli.

Conferenze:

  • "Destinazione Marte", organizzata in collaborazione con Alenia Spazio, la conferenza ha fatto il punto sull'avventura dello sbarco su Marte, che ritorna al centro dell’immaginario di cineasti e Studios (De Palma, Tim Burton, Carpenter). Sono stati discussi progetti avveniristici (della NASA e dell’ESA);
  • Il "Simposio Tecnico Scientifico su Simulazione e Tecnologie di Realtà Virtuale", concentrato sull'ambito dell'industria dell’immateriale pesante;
  • "Animazione Digitale e Tradizionale a Confronto" ha trattato l’industria dell’immateriale leggero, l’animazione e le sue modalità interattive (giochi, parchi a tema, Web, animazione tridimensionale);
  • la conferenza di chiusura, “Contenuti ed Etica nelle Produzioni di Animazione”, ha messo a confronto i differenti contenuti, caratteri, idee fondanti le concezioni dell’animazione, grazie agli interventi dei creativi e delle società di produzione.

Eventi speciali:

  • "Stati generali del digitale", incontro con produttori e professionisti del digitale per l’audiovisivo, il cinema, la televisione e l’animazione;
  • "Presentazione di Mimos", Movimento Italiano Modeling & Simulation;
  • "Digital delirium", evento cinematografico con immagini virtuali;
  • "Quattro passi nel virtuale", con la collaborazione di Università di Torino e Politecnico di Torino;
  • "Dimostrazione di volo simulato", organizzato in collaborazione con Federazione Italiana Volo Simulato;
  • L’amore probabilmente, proiezione in alta definizione dell’ultimo film di Giuseppe Bertolucci. Il regista sarà presente in sala;
  • "Visita guidata al MR&MMP", le riprese del workshop Quattro passi nel virtuale.

View Virtuality 2000[modifica | modifica sorgente]

I corsi: "Corso introduttivo di computer grafica tridimensionale". La Società Alias Wayefront Italy, in collaborazione con il Virtual Reality and Multi Media Park e la Società Compaq Computer, hanno offerto ad un gruppo di 60 studenti torinesi la possibilità di seguire un corso introduttivo di computer-grafica tridimensionale basato sul suo software di modellazione "Maya Complete". Il corso ha illustrato i principi elementari di:

  • modellazione: creazione interattiva di oggetti e di personaggi tridimensionali a partire dalla composizione di figure geometriche di base (poligoni) resa realistica per mezzo di pellicole e fili che mitigano l'asperità degli spigoli e dei vertici;
  • animazione: definizione di percorsi su cui fare muovere gli oggetti creati e delle deformazioni a cui sottoporli durante il movimento;
  • dinamica: simulazione del movimento di corpi rigidi e soffici sotto il controllo di vincoli fisici delle possibili collisioni tra oggetti diversi appartenenti alla medesima scena;
  • rendering: rappresentazione realistica delle superfici degli oggetti e della pelle e/o vestiti dei personaggi; colorazioni, illuminazione, ombre, e altri effetti ottici.

Il corso ha avuto la durata di una giornata ed è stato ripetuto durante i due giorni della manifestazione. Questo corso ha rappresentato un primo esempio del programma di addestramento che il Virtual Reality and Multi Media Park si apprestava ad avviare presso i propri locali di Corso Lombardia, 194 con lo scopo di fornire una formazione specialistica ed aggiornata a tutti coloro che operano nel settore della comunicazione e progettazione multimediale (progettisti di siti web, creatori di video-giochi, scenografi, progettisti di manufatti meccanici..).

La Realtà Virtuale si è ormai imposta come tecnologia del quotidiano che, attraverso una molteplicità di applicazioni e soluzioni nei più diversi settori, non solo ha trasformato e sta trasformando il lavoro e la società, ma interviene da protagonista sul complesso delle capacità culturali e creative della civiltà moderna. Dalla concezione di prototipi virtuali per l'industria automobilistica, navale e aeronautica, agli studi di impatto ambientale al servizio dell'urbanistica e dell'architettura; dalle applicazioni in campo scientifico (nella medicina la simulazione del comportamento di un organo malato, nella geologia o meteorologia la modellizzazione di fenomeni naturali) a quelle nei settori dell'intrattenimento (nel cinema a cui oggi annulla ogni limite creativo facendo interagire reale e immaginario; nella televisione delle immagini di sintesi e dei set virtuali; nel videogioco di ultima generazione), la realtà virtuale è una risorsa ormai indispensabile in svariati campi. Contemporaneamente, si è frammentata in una miriade di rivoli ed invita a un momento di riflessione.

La conferenza: Sostenuta e promossa dal Virtual Reality & Multi Media Park, VIRTUALITY Annual Virtual Reality Conference è stata appuntamento di riflessione teorica e scientifica, occasione espositiva, evento spettacolare e motore di discussione di questi temi. Lo spazio del 2000 riservato al grande schermo ha offerto eventi speciali, anteprime, iniziative mirate alla formazione dei giovani alle nuove tecnologie e all'uso avanzato della realtà virtuale. Sono stati presenti altri campi di applicazione: dallo spazio alla medicina, dal design industriale alle simulazioni digitali e ai videogiochi. Una sala cinematografica cittadina è stata riservata agli aspetti più spettacolari della produzione di effetti visivi. Sono state proiettate significative sequenze filmate, animazioni e clips provenienti dai maggiori studios hollywoodiani.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.regione.piemonte.it/notizie/piemonteinforma/in-breve/archivio/2011/ottobre/index.php
  2. ^ Close up - Storie della visione 2010, pg.10
  3. ^ Gianni Oliva, Assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili, 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  1. Sito ufficiale
  2. VIEWFest
  3. YouTube
  4. Vimeo
  5. Flickr
  6. Barbara Robertson su CGW
  7. VIEW Conference 2013
  8. VIEW Conference 2012
  9. VIEW Conference 2011
  10. VIEW Conference 2010
  11. VIEW Conference 2009
  12. VIEW Conference 2008
  13. VIEW Conference 2007