Václav Benda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Busto di Václav Benda

Václav Benda (Praga, 8 agosto 1946Praga, 2 giugno 1999) è stato un attivista e matematico ceco.

Benda, insieme ad altri dissidenti della Cecoslovacchia degli anni sessanta e settanta fece parte del movimento cecoslovacco che chiedeva maggiori libertà di espressione. Nel 1978 fu firmatario della Charta 77. Lo stesso anno scrisse un breve estratto: la Polis parallela, il quale fu un richiamo ai dissidenti di abbandonare la speranza di poter cambiare le istituzioni cecoslovacche con la protesta. Benda suggerì invece di creare delle istituzioni parallele.

Nel 1979 divenne portavoce di Charta 77. Arrestato nel 1979, fu poi condannato a quattro anni e mezzo di carcere.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 35663312

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie