USS Raleigh (CL-7)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Raleigh
L'incrociatore Raleigh
L'incrociatore Raleigh
Descrizione generale
US flag 48 stars.svg
Tipo Incrociatore leggero
Classe Omaha
Proprietà United States Navy
Costruttori Bethlehem Steel Co., Shipbuilding Div., Quincy (Massachusetts)
Impostata 16 agosto 1920
Varata 25 ottobre 1922
Entrata in servizio 6 febbraio 1924
Radiata 2 novembre 1945
Caratteristiche generali
Dislocamento 7.050
Lunghezza 169,3 m
Larghezza 16,9 m
Pescaggio 4,1 m
Propulsione * 90,000 shp (67,000 kW)
  • turbine ad ingranaggi
  • 4 eliche
Velocità 34 nodi
Autonomia 10.000 miglia a 15 nodi
Equipaggio 458 ufficiali e marinai (tempo di pace)
Armamento
Armamento 12 cannoni da 6'/53, 2 cannoni da 3"/50, 10 tubi lanciasiluri da 21"

[senza fonte]

voci di incrociatori presenti su Wikipedia

L'incrociatore leggero USS Raleigh è stato una unità della United States Navy della classe Omaha costruita nei primi anni venti, e fu radiato nel 1945. Fu la terza nave a portare il nome della città di Raleigh nel Nord Carolina.

Il Raleigh fu impostato dalla Bethlehem Steel Corporation, a Quincy nel Massachusetts il 16 agosto 1920; varato il 25 ottobre 1922; incorporato nel Boston Navy Yard il 6 February 1924, col capitano William C. Watts in comando.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Il Raleigh sbandato dopo aver incassato un siluro durante l'attacco a Pearl Harbor.

Il Raleigh era presente a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 al momento dell'attacco. Mancato dalla prima ondata, venne colpito da un siluro alla seconda ondata, circa alle 0920; la ex-corazzata Utah, riclassificata prima come bersaglio e poi come nave addestramento cannonieri (AG-16)[1], venne quasi subito sventrata da due siluri, e iniziò a sbandare; dietro di essa il Raleigh venne centrato da un siluro. La sua galleggiabilità era a rischio per il forte sbandamento, per cui venne gettato a mare tutto ciò che faceva peso in alto, e il giorno dopo la nave venne affiancata dalla USS Whitney e da rimorchiatori portuali, assicurata a dei grossi cassoni e poi portata in bacino per le riparazioni di emergenza che durarono fino al 22 dicembre. Subito dopo, venne inviata a San Francisco come scorta ad un convoglio e lì rimase in cantiere fino a marzo 1942.

Il 23 luglio venne aggregata alla Task Force 15 (TF 15) con compiti di scorta ai convogli tra San Francisco, Hawaii, isole Samoa e Figi. Nel 1943 fu aggregato al Task Group 8.6 (TG 8.6), che operava nei pressi delle isole Aleutine, e dopo un raddobbo ad aprile, al TG 16.6 sempre nell'area delle Aleutine. Il 22 giugno 1944 venne tolta dai compiti operativi ed inviata ad Annapolis (sede dell'accademia navale statunitense) dove fu utilizzata in due corsi di guardiamarina, e il 2 novembre 1945 venne radiata a Filadelfia e rottamata nel 1946.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il Raleigh ha ricevuto tre Service star per il servizio svolto.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.ussutah.org

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]