Trialometano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Trialometano è un composto nel quale tre atomi di idrogeno della molecola di metano (CH4) sono sostituiti con atomi di uno o più alogeni[1]. Se i tre idrogeni sono sostituiti con tre atomi dello stesso alogeno, allora il composto viene detto aloformio[2]: cloroformio (CHCl3), bromoformio (CHBr3), iodoformio (CHI3), fluoroformio (CHF3).
I trialometani, ed in particolare i clorofluorocarburi, sono altamente dannosi per l'ambiente e l'atmosfera; molti inoltre sono considerati cancerogeni.

Composti principali[modifica | modifica sorgente]

Formula molecolare Nome IUPAC Numero CAS Nome comune Molecola
CHF3 Trifluorometano 75-46-7 Fluoroformio (Freon 23) Fluoroform
CHClF2 Clorodifluorometano 75-45-6 Clorodifluorometano (Freon 22) Chlorodifluoromethane
CHCl3 Triclorometano 67-66-3 Cloroformio Chloroform
CHBrCl2 Bromodiclorometano 75-27-4 Diclorobromometano Bromodichloromethane
CHBr2Cl Dibromoclorometano 124-48-1 Clorodibromometano Dibromochloromethane
CHBr3 Tribromometano 75-25-2 Bromoformio Bromoform
CHI3 Triiodometano 75-47-8 Iodoformio Iodoform

Usi[modifica | modifica sorgente]

Refrigeranti[modifica | modifica sorgente]

I trialometani sono utilizzati industrialmente come fluidi refrigeranti, in sostituzione ai clorofluorocarburi (CFC): rispetto a quest'ultimi sono infatti più reattivi, e nell'atmosfera si decompongono prima di raggiungere l'ozonosfera, provocando relativamente meno danni ambientali rispetto ai CFC.
La decomposizione dei trialometani provoca comunque la creazione di radicali liberi nell'alta atmosfera, portando di conseguenza al danneggiamento dello strato di ozono.

Solventi[modifica | modifica sorgente]

I trialometani sono comunemente utilizzati come solventi in chimica organica, data la loro marcata apolarità, che li rende particolarmente adatti alla dissoluzione o all'estrazione di sostanze organiche. Malgrado la sua cancerogenicità, il cloroformio è molto utilizzato in laboratorio, essendo comunque meno tossico del tetracloruro di carbonio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Trihalomethane, thefreedictionary.com.
  2. ^ Haloforms, IUPAC Gold Book.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia