Treppiede

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il supporto per riscaldare una sostanza, vedi Treppiede (chimica).


Un treppiede sostiene tramite la testa una fotocamera a pozzetto
Una mitragliatrice ottocentesca su treppiede

Un treppiede (o tripode) è un supporto o stativo costituito da tre aste unite per un vertice a formare il profilo di un tetraedro, realizzato in materiale metallico, plastico, o composito, che consente di dare stabilità e controllo del posizionamento in situazioni diverse e su piani anche sconnessi ad un determinato oggetto; tipico è l'utilizzo in cinematografia e fotografia dove, per dare maggior stabilità alla macchina da presa o all'apparecchio fotografico, lo stesso viene fissato su un treppiede; in questo modo vengono evitate vibrazioni e scossoni che produrrebbero effetti indesiderati.

Nell'ambito delle armi da fuoco, il treppiede, per ragioni di peso e stabilità dell'arma svolge la stessa funzione.

Esistono anche supporti a un'asta (monopiedi spesso usati in foto e cinematografia), a due aste, (bipiedi, spesso usati nelle armi da fuoco individuali) e altri stativi a più gambe (spesso quattro).

Altri treppiedi vengono usati in svariati campi, ad esempio nella stabilizzazione di strumenti scientifici e strumenti di rilevamento (tra cui telescopi amatoriali e teodoliti).

Principio[modifica | modifica wikitesto]

Il principio fisico su cui si basa il treppiede è legato alla statica di un corpo tridimensionale: la stabilità viene garantita all'interno di un intervallo di forze esterne agenti definite, quando il baricentro dell'oggetto in questione cade all'interno della propria proiezione ortogonale sul piano su cui poggia. In particolare, aumentando l'area di proiezione il margine entro cui l'oggetto risulta essere stabile è incrementato.

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Il treppiede, deve permettere, se sostenente un'apparecchiatura che necessita il puntamento, dei movimenti su uno o più assi, e per questo scopo deve essere dotato di una testa. I movimenti, brandeggio, basculamento ed elevazione per quello che riguarda un movimento altazimutale, o altri (esempi sono i movimenti equatoriali di alcuni telescopi), vengono appunto svolti dalla testa, in campo di tecniche telescopiche denominata montatura. Oltre ai movimenti sugli assi, le teste possono possedere possibilità di altri movimenti, per esempio di traslazione, o funzioni ammortizzanti, ed altre ancora.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]