Travers Vale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Travers Vale, nato Solomon Flohm (Liverpool, 31 gennaio 1865Hollywood, 10 gennaio 1927), è stato un regista inglese che lavorò esclusivamente nel periodo del cinema muto.

Nella sua carriera, si contano più di un centinaio di film come regista, un paio come sceneggiatore e produttore, oltre a uno da direttore della fotografia[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato Solomon Flohm, era figlio di una coppia di ebrei russo-polacchi, Esther Flegeltaub e Joseph Flohm[2], che era emigrata nel Regno Unito al tempo della guerra di Crimea. Poco dopo la nascita di Solomon, i Flohm erano partiti per l'Australia, dove si stabilirono a Ballarat, nello stato di Victoria. Solomon sposò il 24 luglio 1893 la cugina, Leah Flegeltaub, figlia del fratello di sua madre e iniziò a lavorare come fotografo, continuando una tradizione familiare (lo zio/suocero Aaron era un fotografo conosciuto).

Frequentando il mondo artistico e teatrale, cambiò il suo nome in quello di Travers Vale. Produsse il suo primo spettacolo mettendo in scena The Mystery of the Hansom Cab (in italiano, Il mistero del calesse), un intrigo thriller tratto da un romanzo australiano dello scrittore britannico Fergus Hume, un libro del 1880 che descriveva la vita di Melbourne di quel periodo e che aveva avuto un grande successo nel mondo di lingua inglese, dalla Nuova Zelanda alla Gran Bretagna.

Tra il 1890 e il 1900, Travers Vale e la moglie (che aveva adottato il nome di Leah 'Lily' Vale), arrivarono a Londra dopo essere passati per l'India. A Londra, nacque la loro prima figlia, Violet. Emigrati negli Stati Uniti, all'inizio pare si stabilissero in Alabama. Lì, nacque la seconda bambina, Olga. Nel 1904, Leah morì. Vale con le ragazze si trasferì a New York, dove lavorò nel vaudeville prima di entrare nel mondo del cinema. Girò il suo primo film nel 1910 presso la Champion Film Company, una compagnia di produzione indipendente appena costituita, fondata da Mark M. Dintenfass, che aveva la sua sede nel vicino New Jersey, a Fort Lee.

Travers Vale, che lavorò soprattutto come regista (ma anche, saltuariamente, come sceneggiatore, produttore e direttore della fotografia), si sposò altre due volte. La prima con l'attrice Louise Vale che morì il 28 ottobre 1918, lasciandolo una seconda volta vedovo. L'ultima moglie fu Emmy Barbier, con la quale restò sposato fino al 10 aprile 1920[2]. Non si conoscono figli nati da questi matrimoni.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Ammalatosi di cancro, Travers Vale si spense a Hollywood il 10 gennaio 1927, pochi giorni prima di compiere sessantadue anni[2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

La filmografia è completa[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b filmografia IMDb
  2. ^ a b c Searchdictionaries

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 33462092 LCCN: n85376858